Crea sito

Quinoa all’ortolana

Cari lettori,

conoscete la quinoa? Io la adoro, sia da sola, condita come un’insalata, che calda a mo’ di risotto, e anche per preparare tortini o crocchette! Questa volta vorrei consigliarvi la quinoa all’ortolana, leggerissima bontà glutenfree! Vi mostro due metodi per prepararla, quello classico e quello in vasocottura, che vi permetterà di accorciare di molto di tempi di cottura!

Curiosità sulla quinoa

La quinoa è uno pseudo-cereale, infatti si tratta di una pianta erbacea della stessa famiglia degli spinaci che, però, può essere cucinata e consumata come se fosse un cereale dalla forma simile al cous cous, al bulghur o al miglio. Ha origini antichissime: era già considerata un alimento di assoluta importanza già dalle civiltà pre-colombiane. Infatti è chiamata anche “il cibo degli Incas” i quali la consideravano sacra. La Quinoa Real è coltivata nella zona della salina di Uyuni, in Bolivia,  a circa 4000 metri di altezza. E’ un alimento ricco di ferro, proteine, fosforo e non contiene glutine. Pertanto può essere un alimento adatto a chi soffre di celiachia.  Una curiosità: per le sue caratteristiche nutritive, la ricchezza di proteine, e la sua elevata digeribilità, la quinoa è stata introdotta nella dieta degli astronauti della Nasa impegnati nelle missioni spaziali di lunga durata.Trovate la quinoa in tutti i supermercati più forniti e nei negozio bio.


Quinoa all’ortolana

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 280 g di quinoa
  • 2 carote
  • 1 cipolla bianca o bionda, o anche un cipollotto o un porro piccolo
  • 1 piccola costa di sedano
  • Pomodori pachino a volontà
  • Piselli surgelati (4 cucchiai colmi)
  • Un pizzico di peperoncino
  • Sale
  • Olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE TRADIZIONALE

  1. Pesare la quinoa e risciacquarla abbondantemente sotto il getto dell’acqua per eliminare la saponina, una sostanza di cui la quinoa è rivestita e che altrimenti la renderebbe amara.
  2. Scolare bene la quinoa, quindi lessarla in abbondante acqua salata per circa 15 minuti.
  3. Scolare la quinoa cotta e tenere da parte.
  4. In una casseruola o padella ampia, scaldare tre cucchiai di olio e saltarvi le verdure precedentemente tagliate a tocchetti, ad eccezione dei pomodori che saranno aggiunti a crudo e dei piselli, che vanno sbollentati a parte.
  5. Sbollentare i piselli e tagliare i pachino a filetti.
  6. Unire la quinoa cotta e scolata alle verdure e lasciare insaporire. Per non utilizzare troppo sale, potete sfumare con poca salsa di soia.
  7. Servire la quinoa tiepida, con pomodori freschi, pisellini e prezzemolo per profumare.

PREPARAZIONE IN VASOCOTTURA – METODO LIGHT SENZA GRASSI IN COTTURA

  1. Pesare la quinoa e risciacquarla abbondantemente sotto il getto dell’acqua per eliminare la saponina, una sostanza di cui la quinoa è rivestita e che altrimenti la renderebbe amara.
  2. Versare la quinoa in  barattoli da 560-580 ml, dividendo la quantità per quattro vasetti (ad essere più precisi, per ogni vasetto di questa dimensione, consiglio di utilizzare 70 g di quinoa).
  3. Aggiungere le verdure a tocchetti e 140 ml di acqua per vasetto (il doppio rispetto alla quinoa).
  4. Salare leggermente e chiudere il vasetto con guarnizione e 4 ganci.
  5. Cuocere a microonde potenza 800 w per 6 minuti. Procedere cuocendo un vasetto alla volta. Per evitare che il microonde si sporchi per via di eventuale vapore o acqua che potrebbe fuoriuscire, potete avvolgere il barattolo con un sacchetto per il pane, della carta da cucina oppure inserirlo in un apposito sacchetto per cottura a microonde.
  6. Lasciar riposare la quinoa per 20 minuti prima di aprire ogni vasetto.
  7. Nel frattempo tagliare i pomodori e sbollentare i pisellini.
  8. Una volta pronta la quinoa (sarà pronta quando avrà assorbito nel frattempo tutto il liquido rimanente), condirla con pomodori, piselli e un filo d’olio a crudo.
  9. Gustare tiepida o a temperatura ambiente, con una spolverizzata di prezzemolo tritato e un pizzico di peperoncino.

Per approfondire la tecnica della vasocottura consiglio di seguire Rosella nel suo blog e nel suo gruppo dedicato.

*gelso*

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*