Crea sito

Piegare i tovaglioli di stoffa e carta – video tutorial

rosabocciolo

Cari lettori,

oggi vi suggerisco alcuni metodi semplici ma  molto scenografici per arricchire le vostre tavole, spiegati attraverso un video autoprodotto su come piegare i tovaglioli di stoffa e carta. Normalmente la spiegazione delle piegature sui libri ci regala sempre qualche rompicapo, perché talvolta non sono immediata comprensione. Dopo il mio primo video amatoriale pubblicato lo scorso anno, che continua ad avere un riscontro positivo da parte vostra, ho deciso di proporvi altre piegature semplici che possano essere facilmente realizzate non solo con i tovaglioli di carta, ma anche con i tovaglioli in stoffa.

Si va dalla tasca portaposate con motivo arrotolato al bocciolo di rosa, al giglio reale (utilizzato nei banchetti di Buckingham Palace), all’orchidea reale (utilizzata per i matrimoni dei reali inglesi), alla ballerina o dama (studiata per Lady Diana, la madrina del London Royal Ballet), al fiore di loto a due colori, alla giacca da sera, ideale per matrimoni o serate eleganti, al loto ribaltato, sempre a due colori, alla barca (che si ottiene con lo stesso procedimento della ballerina), al semplicissimo cuore, da realizzare in ogni occasione romantica e per il giorno di San Valentino.

Per realizzare delle buone piegature, occorre utilizzare esclusivamente dei tovaglioli di alta qualità, sia di carta che di stoffa, piuttosto rigidi (ma non troppo), che riescano a tenere la forma ma che si pieghino facilmente (quelli troppo spessi non vanno bene, mentre quelli leggeri non permettono piegature che stiano in piedi da sole). Inoltre, i tovaglioli devono essere di forma perfettamente quadrata (vi accorgerete che, anche se sembrano di forma quadrata, alcuni non sono tagliati in maniera precisa. Questi ultimi non sono adatti ad essere piegati), ben stirati e, volendo, inamidati. Sono ideali i tovaglioli da ristorante e comunque tovaglioli che misurano almeno 40×40 cm. Occorre sempre lavarsi bene le mani prima di effettuare le piegature.

I tovaglioli, una volta piegati, possono essere decorati con fiori freschi o sintetici, fiocchi, nastri.

Ecco la Dispensa tovaglioli in pfd da scaricare gratuitamente!

Ecco alcuni esempi di piegature:

giacca Giglio orchidea Loto bicolore

Le piegature spiegate in questo video sono liberamente ispirate ai lavori del maestro Luigi Spotormo (Luigi’s Language of napkin folding) e al libro Piegare i tovaglioli, Giunti Demetra, 2006.

Musica video: Come sei veramente, Giovanni Allevi.

 

Se vi piacciono le mie ricette e le mie idee per la tavola, potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

Grazie!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

10 comments on Piegare i tovaglioli di stoffa e carta – video tutorial

  1. sonia
    17 agosto 2013 at 8:03 am (5 anni ago)

    ma che belli…bravissima ottimi consigli cara…

    Rispondi
    • Gelso
      17 agosto 2013 at 8:22 am (5 anni ago)

      grazie Sonia! <3

      Rispondi
  2. miracucina
    20 agosto 2013 at 8:06 pm (5 anni ago)

    Ma che brava!!!! Complimenti 🙂

    Rispondi
    • Gelso
      21 agosto 2013 at 10:36 am (5 anni ago)

      Grazie di cuore!

      Rispondi
  3. Laura in Cucina
    2 settembre 2013 at 10:07 pm (5 anni ago)

    Complimenti!!belle foto e bel video ! BRAVISSIMA !! saluti cari laura

    Rispondi
    • Gelso
      3 settembre 2013 at 10:29 am (5 anni ago)

      grazie!!!

      Rispondi
  4. DANIELA
    3 ottobre 2013 at 7:13 am (5 anni ago)

    GENIALE, BRAVISSIMA

    Rispondi
    • Gelso
      3 ottobre 2013 at 8:12 am (5 anni ago)

      grazie!!!

      Rispondi
  5. marina
    13 ottobre 2013 at 9:31 am (5 anni ago)

    complimenti volevo qualche consiglio per piegatura tovaglioli per natale e capodanno grazie

    Rispondi
    • Gelso
      13 ottobre 2013 at 10:16 am (5 anni ago)

      Uscirà un nuovo video con decorazioni e piegature natalizie! Continua a seguirmi! 😀 grazie!!!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*