Crea sito

Pie salato alla zucca , idea fingerfood

torta alla zucca e crescenza ok

Cari lettori,

oggi vi suggerisco una friabile torta salata ricoperta, preparata con dell’ottima pasta brisée all’olio e con un ripieno di crema di zucca e crescenza: il pie salato alla zucca.

Trovate la ricetta per la pasta brisée fatta in casa senza burro qui.

Una volta raffreddata, potete servire questa torta salata a fette oppure a losanghe, con un cubetto di crescenza in purezza.

Ecco la ricetta!

 

INGREDIENTI PER UN PIE SALATO ALLA ZUCCA (tortiera da 24 cm)

Pasta brisée all’olio

500 gr circa di zucca gialla

50 gr circa di crescenza

Rosmarino q.b.

1 spicchio d’aglio

Sale

Pepe

Acqua q.b.

2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

4 cucchiai circa di parmigiano grattugiato

PROCEDIMENTO

Collage pie zucca

Per prima cosa preparare la pasta brisée e lasciarla riposare in frigo avvolta da pellicola trasparente.

Nel frattempo, tagliare a cubetti la zucca e cuocerla con poco olio, uno spicchio d’aglio, del rosmarino sfogliato, sale e dell’acqua fino a che non diventa morbida.

Schiacciarla con una forchetta, lasciando poi colare il liquido in eccesso attraverso un colino a maglie fitte.

Stendere due sfoglie di pasta brisée uguali. Disporne una alla base della tortiera (24 cm) foderata con carta forno.

Versarvi sopra il composto di zucca e completare con dei pezzetti di crescenza e una spolverizzata di parmigiano grattugiato.

Richiudere con la seconda sfoglia di brisée, sigillando bene i bordi e decorando, se si vuole, la superficie del pie.

Infornare a 180 gradi per circa 25 minuti, a seconda dei forni.

Attendere il completo raffreddamento prima di tagliare a losanghe o a semplici fettine.

Servire come fingerfood, con degli stecchini di bambù e un cubetto di crescenza fresca a ricordare il ripieno.

Buon appetito!

*gelso*

Se vi piacciono le mie ricette, potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

Grazie!

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *