Crea sito

Peperoni alla siciliana

 

Cari lettori,

da oggi ho annunciato sul mio Instagram di riprendere con più frequenza le pubblicazioni sul web, spero che questa possa essere per voi una buona notizia! In molti da tempo mi chiedono la ricetta dei peperoni alla siciliana… ed eccola qui! Non potevo esimermi! Oggi ne ho preparata una versione light in vasocottura, ma vi scrivo entrambi i procedimenti, sia tradizionale che in vasocottura, per poter preparare degli ottimi peperoni alla siciliana secondo la tecnica che più vi piace!

Peperoni alla siciliana

INGREDIENTI PER 4 PERSONE O UN VASO DA LITRO WECK

  • 3 peperoni medi rossi e gialli
  • 1-2 spicchi d’aglio
  • 4-5 filetti di acciuga
  • 2 cucchiai di capperi in salamoia
  • Una spolverata di origano siciliano
  • Un pizzico di zucchero
  • Un cucchiaino di aceto se gradito
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale
  • Pepe

PREPARAZIONE IN CASSERUOLA

  1. Esistono due procedimenti: il primo è quello di cuocere al forno i peperoni, spellarli da cotti e usarli per la preparazione successiva, oppure, come faccio io,  di spellare i peperoni da crudi con un pelapatate. Questa operazione renderà i peperoni assolutamente digeribili senza dover per forza cuocerli a lungo in forno.
  2. Spellati i peperoni, tagliarli a listarelle lunghe e sottili.
  3. Scaldare qualche cucchiaio d’olio con aglio a fettine privato dell’anima e le acciughe. Lasciare sciogliere le acciughe, quindi aggiungere i peperoni e i capperi. Se si utilizzano capperi sotto sale occorrerà dissalarli qualche tempo in acqua tiepida e risciacquarli bene prima di adoperarli.
  4. Aggiustare di sale e pepe (Attenzione, le acciughe e i capperi conferiscono già molta sapidità!), aggiungere poi zucchero e aceto per un gusto agrodolce e continuare la cottura con coperchio fino a che i peperoni non saranno ben morbidi.
  5. Lasciare insaporire, a fuoco spento, per qualche tempo prima di gustare il contorno. Servire caldo o a temperatura ambiente. Ottimo sui crostini di pane bruscato!

PREPARAZIONE IN VASOCOTTURA AL MICROONDE

  1. Inserire in un vaso dalla capienza di un litro aglio a fettine, acciughe e olio (2-3 cucchiai). Cuocere in microonde per un minuto, senza coperchio.
  2. Introdurre in vaso i peperoni spellati a crudo e tagliati a listarelle piuttosto sottili. Aggiustare di sale, pepe, zucchero e poco aceto.
  3. Aggiungere i capperi e l’origano, quindi chiudere il coperchio sigillando il barattolo con 4 ganci (se si usano vasetti weck è preferibile usare, per la cottura a microonde, 4 ganci al posto dei soli due in dotazione, perché la pressione che si crea è maggiore).
  4. Cuocere a microonde (indicativamente 800 watt) per 9 minuti (il tempo di cottura si riferisce alla capienza maggiore data dal vaso da un litro).
  5. E’ possibile usare anche vasi più piccoli da 560 ml o 580 ml, il tempo di cottura, per una potenza del microonde di 800 watt, sarà indicativamente di 6 minuti + 20 minuti di riposo.
  6. Terminata la cottura a microonde, lasciare riposare il vaso per 20 minuti senza aprirlo. In questo momento, la pietanza continua a cuocere perché ancora in pressione).
  7. Rimuovere i ganci ed eliminare il sottovuoto tirando delicatamente la linguetta della guarnizione (in caso di vasi classici non weck, occorre inserire nuovamente il vaso, sganciato, in microonde per 2,5 minuti. La spinta del vapore interno farà in modo che il vaso si apra delicatamente, eliminando il sottovuoto).
  8. N.B. Prestare sempre molta attenzione nel maneggiare i vasi appena usciti dal microonde e nel momento della loro apertura. Rischio ustioni da vapore.
  9. Per la versione light ho omesso l’olio e la prima parte di soffritto. Ho quindi aggiunto tutto a crudo e cotto come descritto. Infine, ho aggiunto un cucchiaio di olio extra vergine a crudo. Risultato molto appetitoso, considerando la leggerezza del piatto!

Per avere maggiori informazioni sulla tecnica della vasocottura a microonde potete seguire il lavoro di una mia amica e collega foodblogger che ha sperimentato per molti anni questa tecnica inventando per noi il metodo casalingo, più semplice di quello spiegato dagli chef. Ecco i riferimenti del blog di Rosella e del suo gruppo!

Io sono mesi che continuo a provare e sperimentare! I corsi cuneesi sono al completo, ma vi invito al corso di Fano del 15 ottobre! Ecco la locandina dell’evento! Sarà una bella emozione per me tornare nella mia città natale!

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*