Crea sito

Pasta frolla magica allo yogurt

pasta frolla magica allo yogurt pasta

Cari lettori,

come sapete, spesso mi armo di bilancia e mattarello per inventare dei dolci che facciano al mio caso: devono essere semplici, leggeri, preferibilmente senza burro, ma anche buoni. Spesso mi metto a curiosare tra le ricette che trovo su libri, riviste (anche vecchie!) e sul web, ma finora non avevo mai trovato una ricetta per una frolla leggera senza burro che mi soddisfacesse: spesso le ho trovate con olio, con yogurt e burro insieme, con troppo zucchero o troppe uova, per i miei gusti. Di certo saranno state ottime, ma cercavo qualcosa di diverso. Così questa mattina ho inventato questa ricetta. Si tratta di una Pasta frolla magica allo yogurt, adatta per preparare crostate, tartellette o anche piccoli biscottini. (N.B. Non è un impasto per muffin!).

Il suo sapore è delicato e non troppo dolce. Certamente i dolci preparati con questa “frolla” sono leggeri anche se fisiologicamente più duri e croccanti dei dolci preparati con burro o olio. Meglio prepararli e consumarli in giornata, pena l’indurimento eccessivo. Nel caso, invece, stiate cercando una “frolla” molto più morbida che ricorda da vicino la frolla al burro, potete provare questa ricetta che testai qualche tempo fa. Si tratta di una frolla all’olio senza burro e senza latticini che rimane davvero molto friabile, anche se decisamente più calorica.  Qualora proviate la frolla magica allo yogurt, se trovate che l’impasto sia troppo duro (è possibile se si utilizza una farina con un diverso grado di assorbimento o uno yogurt meno liquido o meno grasso), consiglio di aggiungere uno o due cucchiai di yogurt o di latte.

Ho voluto chiamare “magico” questo impasto perché si lavora come una frolla in tutto e per tutto, ma in cottura gonfia e diventa morbida come l’impasto delle tortine. Il vantaggio? Quello di poterla lavorare nelle forme che più vi piacciono e di creare delle graziose crostate senza burro né olio! Vi sembra poco? Vi dico solo che mio marito e mio figlio l’hanno divorata! E l’ho assaggiata anche io, a cuor leggero!

Vediamo gli ingredienti!

 

INGREDIENTI per una crostata da 26 cm con copertura a losanghe

(dosi per 6-8 crostatine con copertura a losanghe, per circa 35-40 biscotti medi o per circa 15-18 tartellette)

450 gr di farina 00

135 gr di yogurt bianco intero non zuccherato

150 gr di zucchero semolato

2 uova intere

8 gr di lievito in polvere per dolci

 

PROCEDIMENTO

In una ciotola, pesare la farina setacciata con lo zucchero, quindi inserire il lievito  e mischiare a secco.

Introdurre le due uova intere leggermente sbattute e lo yogurt, quindi lavorare bene l’impasto ottenendo una palla. Potete fare questa operazione utilizzando anche una planetaria con gancio K.

Ottenuta la palla, avvolgerla con pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigo per 30 minuti.

Trascorso il tempo di raffreddamento, utilizzare per crostate, crostatine, tartellette e biscottini. Per stenderla, vi consiglio di infarinare leggermente il piano di lavoro.

Un consiglio: per le sue caratteristiche sopra citate, la Pasta frolla magica allo yogurt, a differenza della frolla classica, tenderà a gonfiare in forno, anche se la bucherellate o se fate la cottura in bianco con i fagioli. Quindi, vi consiglio di farcire le vostre crostate come d’abitudine prima della cottura e di non preparare tartellette o basi con cottura in bianco, altrimenti otterrete delle tortine lievitate impossibili da riempire, a meno che non le scaviate o tagliate a metà. Per i biscotti, vi consiglio di stendere una sfoglia sottile.

 

Tempi indicativi di cottura: 

Cottura crostatine: 15-18 minuti a 180 gradi statico a seconda dei forni

Cottura biscotti: 10-12 minuti a 180 gradi statico a seconda dei forni

Cottura crostata grande (24-26 cm): 25-30 minuti a 180 gradi statico a seconda dei forni

 

Fatemi sapere se la provate e come vi sembra!

A presto!

*gelso*

Collage pasta frolla magica

Se vi piacciono le mie ricette, potete lasciare un commento e seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

Grazie!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

71 comments on Pasta frolla magica allo yogurt

  1. crisemaxincucina
    14 gennaio 2014 at 3:46 pm (6 anni ago)

    bellissima questa pasta frolla magica devo provarla,:)

    Rispondi
    • Gelso
      14 gennaio 2014 at 3:50 pm (6 anni ago)

      E’ buona, delicata e morbida! Non è dura come la pasta frolla classica, sembra una torta da cotta, ma si lavora come una frolla! 😀

      Rispondi
      • francesca viani
        1 febbraio 2014 at 8:15 am (5 anni ago)

        per non far alzare la crostata coprila con carta stagnola e riempila di fagioli secchi..:)

        Rispondi
        • Gelso
          1 febbraio 2014 at 8:21 am (5 anni ago)

          Ciao Francesca, ho provato a fare la cottura in bianco (con fagioli) con questa frolla ma non riesce bene perché tende a lievitare troppo! 😀 Per questo l’ho scritto come indicazione 😉 A presto 😀

          Rispondi
  2. francesca
    27 gennaio 2014 at 7:13 pm (5 anni ago)

    La sto provando,per quanto tempo va messa in forno ? A quanti gradi? grazie!!

    Rispondi
      • francesca
        27 gennaio 2014 at 7:28 pm (5 anni ago)

        Grazie mille! 🙂 ti farò sapere!

        Rispondi
        • Gelso
          27 gennaio 2014 at 7:30 pm (5 anni ago)

          Grazie a te! Cos’hai preparato? Curiosa… 😀 A presto!

          Rispondi
          • francesca
            27 gennaio 2014 at 7:54 pm (5 anni ago)

            Ho fatto la crostata grande con marmellata di frutti di bosco!

          • Gelso
            27 gennaio 2014 at 8:36 pm (5 anni ago)

            buona!!!

  3. francesca
    27 gennaio 2014 at 8:33 pm (5 anni ago)

    Caspita, mi ispira un sacco!!!! Ho fatto la frolla all’olio e mi è piaciuta!! Se non ti dispiace, proverò anche questa!!!! 😉
    Complimenti per il blog!!!
    Franci

    Rispondi
    • Gelso
      27 gennaio 2014 at 8:36 pm (5 anni ago)

      Mi dispiace?!?! Ne sarei felicissima! 😀 Fammi sapere! 😀 Un abbraccio

      Rispondi
  4. perla sara rossi
    28 gennaio 2014 at 2:50 pm (5 anni ago)

    Ho deciso di fare questa frolla però la posso fare salata ho deciso di fare il rustico con la cipollaper non fare lasolita frolla voglio usare questo tipo di impasto che dici sarà buona ono grazie per la tua risposta

    Rispondi
  5. claudio
    31 gennaio 2014 at 10:44 pm (5 anni ago)

    Provero’ la tua ricetta e grazie x queste ricette che servono anche a noi maschietti che ci avviciniamo alla cucina e a proposito…. come di fa’una crema buona come quelle di alcune pasticcerie famose? Ti saro’ grato x una tua risposta grazie

    Rispondi
  6. Mauro
    31 gennaio 2014 at 11:50 pm (5 anni ago)

    Domani provo. Buonanotte.

    Rispondi
    • Gelso
      1 febbraio 2014 at 8:24 am (5 anni ago)

      Bene Mauro! 😀 Sono contenta che ti piacciano i dolci leggeri! 😀 Fammi sapere!

      Rispondi
  7. Fiammina
    1 febbraio 2014 at 9:32 am (5 anni ago)

    Hai per caso già provato ad utilizzare lo yogurth magro al posto di quello intero?

    Rispondi
    • Gelso
      1 febbraio 2014 at 11:35 am (5 anni ago)

      Non ho provato, ma visto che ci sono pochi grassi la pasta rimane già croccante di suo, se metti yogurt magro rimarrà ancora più “secca”… se provi fammi sapere! 😀

      Rispondi
      • Fiammina
        1 febbraio 2014 at 3:24 pm (5 anni ago)

        Proveró a fare una crostata di pastafrolla magica allo yogurt farcita con crema pasticcera senza uova. Se non si è capito siamo a dieta.
        Questa ricetta è la svolta.

        Rispondi
        • Gelso
          1 febbraio 2014 at 4:11 pm (5 anni ago)

          Ahahaah bè è la nostra condanna, quella di chi, come me, ama conoscere il cibo, assaggiare, cucinare… ogni tanto qualche peccato di gola, ma la regola è il light 😉

          Rispondi
  8. Mymy
    1 febbraio 2014 at 7:23 pm (5 anni ago)

    Ciao! Ho appena provato questa pasta frolla “magica”. E’ davvero fantastica! Complimenti per la ricetta, per la creatività e per il blog!

    Rispondi
    • Gelso
      1 febbraio 2014 at 8:54 pm (5 anni ago)

      Ciao Mymy, grazie!!! Sono contentissima che ti sia piaciuta, è certamente un dolce light, ma partendo da questo presupposto, è molto buona anche a mio avviso!!! 😀 Grazie ancora, troppii complimentiii sei stata davvero gentile a passare “da me” 😀

      Rispondi
  9. monica
    1 febbraio 2014 at 11:28 pm (5 anni ago)

    Proverò sicuramente….per il mio bimbo goloso, ma un po’ sovrappeso! Poi ti faccio sapere se il buongustaio ha gradito. Comunque complimenti per il sito!

    Rispondi
    • Gelso
      2 febbraio 2014 at 10:30 am (5 anni ago)

      E’ sicuramente un sapore meno deciso della classica frolla, ma per me che devo trattenermi dal mangiare troppi grassi (soprattutto burro) è perfetta! Chissà come la troverà tuo figlio! Il mio ha 18 mesi ed è magrino per la sua età, comunque l’ha mangiata con gusto! 😀 <3

      Rispondi
  10. monica
    3 febbraio 2014 at 4:56 pm (5 anni ago)

    Ciao, ho provato oggi a fare questa frolla, l’ idea del light mi era piaciuta molto. Purtroppo la pasta era abbastanza dura cosi ho aggiunto altro yogurt e un filo di olio. Peccato!

    Rispondi
    • Gelso
      4 febbraio 2014 at 1:20 pm (5 anni ago)

      Peccato? In che senso? Se è light e senza grassi è normale che sia più dura… hai mai provato i dolci macrobiotici? Comunque, secondo me varia molto anche in base alla farina e allo yogurt utilizzati. Ad esempio, ho recentemente provato una ricetta che ha richiesto quasi 100 gr di farina in più rispetto a quella descritta. Magari la tua ha assorbito di più e il tuo yogurt era più denso e meno acquoso, per questo è venuta più dura. La mia, anche in lavorazione, era molto morbida, lo si vede anche dalla foto. Dopo la cottura, idem, tanto da assomigliare ad una torta lievitata. Vista l’assenza di grassi, però, consiglio di prepararla e consumarla in giornata, pena l’indurimento fisiologico 😉 Quando preparo dei dolci light, soprattutto biscotti, se l’impasto è troppo duro secondo i miei gusti, aggiungo 1 o due cucchiai di latte scremato. Comunque, se ti interessa, ho provato anche la frolla all’olio, che è decisamente più morbida, ma anche decisamente più calorica (100 ml di olio). Ecco il link! http://blog.giallozafferano.it/gelsolight/crostata-alla-pera-madernassa-ricetta-senza-burro-ne-latticini/ Grazie del commento, a presto 😉

      Rispondi
  11. Veronika
    3 febbraio 2014 at 5:03 pm (5 anni ago)

    Ho preparato oggi una tortina con questo impasto, ma è troppo per uno stampo da 24 cm! Ne serve esattamente la metà 🙂 mi sono venuti i bordi enormi.

    Rispondi
    • Gelso
      4 febbraio 2014 at 1:14 pm (5 anni ago)

      Si, in effetti se avanza ci preparo dei biscotti. Dipende sempre da quanto la si fa sottile e dalle decorazioni sopra! 😀 Comunque grazie per il commento, vado a precisare nella ricetta! 😀

      Rispondi
  12. francesca
    10 febbraio 2014 at 6:14 pm (5 anni ago)

    volevo farla pure io una frolla solo con yogurt perchè yogurt e burro non mi attirava :)..ho usato la tua e ho fatto una crostata senza glutine ..devo fare qualche modifica ma è venuta buonaaaa..la prox volta la faccio più sottile perchè gonfia e rimane morbida..
    brava bell’idea

    Rispondi
    • Gelso
      10 febbraio 2014 at 6:31 pm (5 anni ago)

      Quanto sono contenta che ti sia piaciuta!!! 😀 Secondo me bisogna essere predisposti per il light per apprezzare questa ricetta, a me piace moltissimo (io mangio volentieri anche i dolci macrobiotici che sono molto meno ricchi di questo!) leggera e delicata. Fammi sapere come l’hai fatta senza glutine, la provo! 😀

      Rispondi
  13. Ornella
    1 marzo 2014 at 11:48 am (5 anni ago)

    Ciao, io con il tuo impasto ho fatto dei ravioli dolci ripieni di ricotta e scaglie di cioccolato cotti al forno: buonissimi!!!!

    Rispondi
    • Gelso
      1 marzo 2014 at 3:00 pm (5 anni ago)

      Immagino la bontà! Bravissima, mi piace partire da delle ricette per arrivare ad altre golosissime! A presto! Ti aspetto ancora qui sul blog 😉

      Rispondi
  14. Marylu Creazioni
    3 aprile 2014 at 6:33 pm (5 anni ago)

    Che bella questa ricetta, la devo provare! Grazie per averla condivisa

    Rispondi
    • Gelso
      4 aprile 2014 at 9:36 am (5 anni ago)

      Grazie mille Marylu, è una ricetta molto leggera, che a me piace molto preparare proprio per le sue caratteristiche 😀 A presto!

      Rispondi
  15. Chiara
    4 aprile 2014 at 3:33 pm (5 anni ago)

    Ciao! Grazie mille anche per questa ricetta!
    Virrei provare a fare la crostata nello stampo rettangolare, quella con i bordi ondulati.
    Secondo te meglio dimezzare le dosi?
    E cottura, sempre 25/30 minuti?
    La posso anche congelare?

    Grazie mille e buon pomeriggio
    Chiara

    Rispondi
    • Gelso
      4 aprile 2014 at 7:11 pm (5 anni ago)

      dipende quanto è grande lo stampo! 😀 Mi puoi dare le dimensioni?

      Rispondi
  16. Sara
    24 aprile 2014 at 5:10 pm (5 anni ago)

    Ciao, volevo sapere che strumento usi per fare le losanghe, che rimangono tutte unite tra loro. E buonissima ricetta!
    Grazie.

    Rispondi
    • Gelso
      24 aprile 2014 at 5:52 pm (5 anni ago)

      Ciao, uso un losangatore della tescoma a rullo. Anche a me rimangono attaccate, credo proprio che succeda a chiunque. Bisogna poi aprirle delicatamente con le mani per ottenere il reticolo… 😀 Spero di esserti stata d’aiuto! 😀

      Rispondi
  17. Paola
    28 aprile 2014 at 10:26 am (5 anni ago)

    e se si provasse senza lievito? ??

    Rispondi
    • Gelso
      28 aprile 2014 at 10:46 am (5 anni ago)

      Cara Paola, non ho mai provato senza lievito, non saprei, forse rimarrebbe eccessivamente dura…

      Rispondi
  18. elenina
    28 aprile 2014 at 3:38 pm (5 anni ago)

    Provo sempre tutti i tipi di frolla perchè adoro le crostate e proverò sicuramente anche questa ma non riesco ad immaginarmi la consistenza xchè dalle foto e da quel che dici tende a gonfiare e così la immagino morbida (come piace a me), però poi dici anche che tende ad essere un pò più dura di altre..forse l’unico modo di togliersi il dubbio è….prepararla!!!

    Rispondi
    • Gelso
      28 aprile 2014 at 8:46 pm (5 anni ago)

      Cara Elenina, la frolla gonfia in cottura e rimane morbida all’inizio, ma trascorsa qualche ora, o il giorno dopo, è più dura delle altre frolle, perché contiene molti meno grassi… mi piace molto la versione a crostata, crostatina o biscotto ripieno, con la confettura alle fragole è deliziosa e tende a rimanere più umida! 😀 Se la provi, fammi sapere! 😉

      Rispondi
  19. elenina
    29 aprile 2014 at 12:43 pm (5 anni ago)

    Grazie per la rapidissima ed esauriente risposta!!! La proverò durante il prossimo ponte festivo, quando, spero avrò un pò più tempo e ti farò senz’altro sapere…ora che ho scoperto il tuo blog (mi accorgo dal numero dei commenti che forse ero rimasta l’unica a non conoscerlo..), mi cimenterò in tante altre belle ricettine che ho adocchiato…..bravaaaaaaa!!!!!!!

    Rispondi
    • Gelso
      29 aprile 2014 at 3:59 pm (5 anni ago)

      Grazie Elenina, questa frolla è light, partendo da questo presupposto, e non da quello che debba per forza avvicinarsi al sapore e alla consistenza della frolla tradizionale al burro, è molto buona!!! 😀 A presto

      Rispondi
  20. elenina
    7 maggio 2014 at 2:17 pm (5 anni ago)

    Ti ho stressato tanto con le domande che trovo giusto aggiornarti sull’esito della “prova crostata”: mi é piaciuta veramente…é una buona alternativa alla frolla classica, anche se hai ragione quando dici che, rispetto a quella, ha caratteristiche diverse. Per me che non sono una amante del burro , é stata una bella scoperta tanto che dopo la prima ne ho già fatta un’altra!!!! Grazie per l’attenzione!!!!ciaooooo

    Rispondi
    • Gelso
      7 maggio 2014 at 4:57 pm (5 anni ago)

      Sono proprio contenta Elenina, allora io e te andiamo d’accordo. Certo il sapore del burro è buono, ma io faccio fatica a digerirlo e poi comunque è molto calorico! 😀 A presto! E grazie 😉

      Rispondi
  21. Aliiice88
    23 maggio 2014 at 1:43 pm (5 anni ago)

    Ciao ^^ Complimenti per il blog!
    io vorrei provare a fare con questa frolla una sorta di simil “biscotti cuor di mela”…secondo te è adatta?
    Grazie mille

    Rispondi
    • Gelso
      23 maggio 2014 at 1:47 pm (5 anni ago)

      Buongiorno Alice! Secondo me non è adatta, perché gonfia in cottura, meglio preferire una frolla “classica”!

      Rispondi
  22. Francesca
    31 maggio 2014 at 11:18 am (5 anni ago)

    ciao! che bellezza questa frolla, è buffissima.. l’ho provata per fare una torta di mele ma non avevo letto che andava riempita prima.. alla fine sembra che sia venuta fuori una focaccia di mele.. ahahah molto, molto buona! <3

    Rispondi
    • Gelso
      31 maggio 2014 at 2:05 pm (5 anni ago)

      Davvero? Eh si, gonfia! Se hai la foto postamela anche sulla mia pagina Facebook!!! 😀

      Rispondi
      • Francesca
        31 maggio 2014 at 2:11 pm (5 anni ago)

        a dire il vero.. è stata fatta fuori quasi subito XD ahahah ma la voglio riprovare e riempirla prima!!

        Rispondi
        • Gelso
          3 giugno 2014 at 8:57 am (5 anni ago)

          Anche io la sperimenterò con altri ripieni 😀 A presto!

          Rispondi
  23. Renna
    11 luglio 2014 at 12:56 pm (5 anni ago)

    Ciao! Ho provato la tua ricetta e mi ha davvero entusiasmato, non so ancora se ho fatto bene oppure no ma io l’ho lasciata cuocere qualche minuto in più del consigliato (parlo della crostata grande), utilizzando la “prova dello stuzzicadenti” sui bordi!
    Ti ringrazio ancora per questa ricetta alternativa al burro!
    Proverò altri tuoi suggerimenti,
    a presto

    Renna

    Rispondi
    • Gelso
      11 luglio 2014 at 3:05 pm (5 anni ago)

      Certo, hai fatto benissimo, bisogna regolarsi da forno a forno e anche in base allo spessore della crostata! 😀 A presto e grazie ancora! 😀

      Rispondi
  24. m rosaria
    24 agosto 2014 at 7:38 am (5 anni ago)

    ciao alice lo provata ‘si gnfia molto e gustandola anche ibiscotti sembra un pane dolce credo che sia megio la frolla classica

    Rispondi
    • Gelso
      24 agosto 2014 at 11:18 am (5 anni ago)

      Si, certo, la frolla classica è diversa, ma molto più calorica! 😀

      Rispondi
  25. m rosaria
    24 agosto 2014 at 7:49 am (5 anni ago)

    pero e stata divorata subito

    Rispondi
    • Gelso
      24 agosto 2014 at 11:18 am (5 anni ago)

      Ottimo, sono contenta!

      Rispondi
  26. Marika
    16 dicembre 2014 at 5:24 pm (5 anni ago)

    Ciao! Anche a me ispira un sacco la tua ricetta! ^.^
    Secondo te posso usare gli stampini in silicone per fare dei biscotti?

    Rispondi
    • Gelso
      16 dicembre 2014 at 6:50 pm (5 anni ago)

      Se intendi quelli ad espulsione si, altrimenti stampi da muffin direi di no… è pur sempre una frolla…

      Rispondi
  27. Sara
    2 novembre 2015 at 11:14 am (4 anni ago)

    Ciao, grazie per aver condiviso questa ricetta. Posso chiederti le dosi per lo stampo da crostata di diametro 30 cm e lo stampo per 28 cm di diametro (stampo furbo, quello con lo scalino)? Grazie 1000, ciao Sara

    Rispondi
    • Gelso
      2 novembre 2015 at 4:30 pm (4 anni ago)

      Ciao! Per quella da 30 cm una dose e mezza, per quella da 28 dovresti farcela con questa dose! 😉 Un caro saluto!

      Rispondi
  28. tatiana
    26 novembre 2015 at 5:49 pm (4 anni ago)

    Ciao!!!! Frolla a riposo…purtroppo non mi sono accorta di aver finito lo yogurt magro…e ho optato per uno yogurt al limone!!!! La farcirò con marmellata light fatta da me…ti farò sapere! grazieeeee

    Rispondi
    • Gelso
      27 novembre 2015 at 12:40 pm (4 anni ago)

      Fammi sapere!!! 🙂

      Rispondi
  29. Elisa
    13 febbraio 2016 at 6:51 pm (3 anni ago)

    Ho provato poco fa. Sinceramente sembra tutto tranne frolla. Purtroppo la frolla va fatta col burro, punto e basta! L’impasto oltre che gonfio risulta moscio e spumoso tipo savoiardo. No preferisco la classica. Più calorica, ma più gustosa e di soddisfazione!

    Rispondi
    • Gelso
      15 febbraio 2016 at 6:17 pm (3 anni ago)

      Certo, la frolla al burro è sicuramente un’altra cosa, ma devo dire che una bella crostata leggera con questa frolla a me non dispiace per niente! 😀

      Rispondi
  30. Teresa
    31 maggio 2016 at 11:21 am (3 anni ago)

    A me piacciono tanto la tua ricetta a me piace tanto fare dolci l’unica cosa ke non mi riesce a fare e il baba mi aiuteresti

    Rispondi
    • Gelso
      4 aprile 2017 at 4:08 pm (2 anni ago)

      non mi sono ancora cimentata!!!

      Rispondi
  31. Valery
    8 aprile 2017 at 11:35 am (2 anni ago)

    molto invitante, dici che posso usare la farina integrale?

    Rispondi
    • Gelso
      8 ottobre 2017 at 4:46 pm (2 anni ago)

      Ciao Valery, questa frolla è già di per se più dura delle altre, se poi utilizzi farina integrale ho paura che davvero resti eccessivamente secca. Però puoi sempre provare, al limite aggiungendo più liquidi e parte grassa (yogurt o un tuorlo) a presto!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *