Crea sito

Pane integrale con uvetta e nocciole

Pane integrale con uvetta e nocciole: un pane buono come un dolce!

Cari lettori,

come promesso eccovi una ricetta semplice per preparare un buon pane integrale fatto in casa. In questo caso ho voluto arricchire il mio pane con uvetta passolina siciliana, pinoli e nocciole Piemonte IGP. Ottimo da solo, è speciale se usato come base per affettati di una certa sapidità e formaggi semi-stagionati. Il suo sapore rustico e allo stesso tempo dolciastro si sposa alla perfezione, per contrasto, con pietanze dal gusto deciso e persistente. Per questa ricetta mi sono ispirata ad un pane che amavo molto degustare durante il mio soggiorno sul Lago Maggiore.

Ingredienti per una pagnotta rotonda medio-grande

  • 300 g di farina integrale bio
  • 200 g di semola integrale bio
  • 320 g circa di acqua tiepida
  • 7 g di lievito di birra essiccato
  • 2 cucchiaini di sale fino
  • 1 cucchiaino di miele
  • Sospensioni: 50-70 g di uvetta passolina arricchita con pinoli; 50-70 g di nocciole Piemonte IGP intere (tostate e spellate) o in granella.

Preparazione

  1. Mischiare le farine a secco, aggiungendo il lievito e il miele.
  2. Cominciare ad impastare, a mano o con planetaria con gancio a uncino, e continuare per circa 10-15 minuti, aggiungendo acqua tiepida a poco a poco (è possibile che la quantità di acqua possa variare in base alla qualità delle farine utilizzate e al loro grado di assorbimento).
  3. Aggiungere il sale non appena l’impasto comincia a formarsi.
  4. Trascorsi 10-15 minuti di lavorazione, aggiungere le sospensioni. E’ preferibile ammollare l’uvetta e strizzarla bene prima di aggiungerla all’impasto.
  5. Formare una palla, aiutandosi con un tarocco. Lasciare lievitare il pane per circa un’ora in una ciotola posta in luogo tiepido, coprendo l’impasto con pellicola trasparente per evitare l’ossidazione della superficie.
  6. Riprendere l’impasto allargandolo con le mani fino ad ottenere un rettangolo. Durante questa operazione i gas di lievitazione fuoriusciranno, è normale e previsto.
  7. Suddividere idealmente il rettangolo in tre parti uguali ed effettuare delle pieghe verso il centro, prima da destra poi da sinistra, ripiegando, cioè, l’impasto su se stesso. Questa operazione è importante per ottenere un pane di qualità migliore e per rafforzare la maglia glutinica.
  8. Ripetere le pieghe a tre allargando nuovamente il rettangolo ottenuto.
  9. Arrotondare ancora una volta l’impasto e lasciarlo lievitare per un’ora circa. Consiglio di lasciarlo riposare non più in ciotola, ma direttamente sulla teglia foderata con carta forno che userete per cuocere il pane.
  10. Trascorsa la seconda lievitazione, effettuare dei tagli sulla superficie del pane servendosi di un coltello o di una lametta affilata.
  11. Cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 45-50 minuti, a seconda dei forni.
  12. Lasciare raffreddare completamente il pane prima di procedere al taglio.

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *