Crea sito

Orzotto alla birra con mela rossa Cuneo IGP e speck

Orzotto mela rossa cuneo IGP ortoqui (1)

Cari lettori,

con la mela rossa Cuneo IGP ho preparato una ricetta… salata! Vi presento il mio orzotto alla birra artigianale con mela rossa e speck, un connubio di sapori tra il dolce della mela, l’aromaticità della birra e la salinità dello speck che dona un delicato gusto affumicato al piatto. Per una nota croccante, ho aggiunto dei gherigli di noci a fine cottura e, per rendere particolarmente cremoso il mio orzotto, l’ho mantecato, fuori dal fuoco, con del formaggio fresco.

Per questa ricetta ho scelto la mela Cuneo IGP Ortoqui, una mela dolce, succosa, dalla polpa leggermente granulosa, ma morbida al palato; se scegliete la varietà Gala, detta “estiva” e coltivata a Lagnasco, sceglierete una mela dalla buccia bicolore adatta al consumo quotidiano e anche alla preparazione di succhi di frutta. Presto nuove ricette con questo meraviglioso frutto piemontese!

separatore

Orzotto alla birra artigianale con mela rossa Cuneo IGP e speck

Tempo di preparazione: 10’

Tempo di cottura: 15’

Difficoltà: facile

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 250 g di orzo perlato a rapida cottura
  • 200 ml di birra chiara artigianale
  • 100 g di speck dell’Alto Adige a fette
  • 2 mele Cuneo IGP
  • 30 g di formaggio cremoso
  • Gherigli di noci q.b.
  • 1 scalogno
  • Olio extra vergine di oliva q.b.
  • 1 noce di burro
  • 1 rametto di rosmarino
  • Sale
  • Pepe

Orzotto mela rossa cuneo IGP ortoqui (2)

PROCEDIMENTO

Tritate finemente lo scalogno e lasciatelo stufare a fuoco bassissimo in una padella ampia con due cucchiai di olio per circa 8 minuti.

Inserite in padella lo speck a striscioline o a cubetti ricavati da un’unica fetta di speck più spessa e rosolatelo leggermente. Tenere da parte una fetta sottile di speck per la decorazione finale del piatto.

Tostate l’orzo qualche minuto nel soffritto precedentemente preparato, quindi sfumate con metà della birra.

Consiglio di dealcolizzare la birra prima di sfumare il risotto, scaldandola per cinque minuti in un pentolino a parte. Questa operazione, che spesso si fa per il vino, è molto importante perché permette di far evaporare l’alcool della birra prima che questo vada a modificare il sapore della pietanza aggiungendo ad essa note amare o acide non volute. E’ vero che in cottura l’alcool comunque evapora, ma se dealcolizziamo la birra in precedenza, il risultato ottenuto sarà migliore e andremo ad utilizzare solo la parte acquosa e aromatica della birra stessa senza compromettere il gusto della ricetta.

Quando il liquido sarà in parte evaporato, bagnate l’orzo con altra birra e portate a cottura con del brodo vegetale o acqua bollente. Salate e aggiungere un rametto di rosmarino per aromatizzare. A metà cottura aggiungere le mele tagliate a cubetti non troppo grandi.

Terminata la cottura, mantecate, fuori dal fuoco, con del formaggio cremoso, una eventuale noce di burro, delle noci tritate grossolanamente e del pepe macinato fresco. Servire l’orzotto all’onda, ben cremoso, con una decorazione veloce di roselline di speck e fette sottili di mela Cuneo IGP.

*gelso*

Scegliete solo le mele Cuneo IGP migliori, quello con il marchio Ortoqui! Le trovate in tutti i punti vendita Coop 😉

E presto saranno online, e trasmessi in tutte le Coop del nord ovest, i miei nuovi video girati con Ortoqui, per preparare ricette sfiziose a portata di tasche, tempo e territorio! Stay tuned, arrivano!

Orzotto mela rossa cuneo IGP ortoqui (1)

logo ORTOQUI-COOP

*gelso*

Seguitemi anche su Giallozafferano con i miei nuovi video sulla cucina del benessere e delle intolleranze e sulla mia pagina facebook, ci conto!

Piatti e stoviglie di Fontana Liste Nozze Cuneo

Orzotto mela rossa cuneo IGP ortoqui (3)

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

1 comment on Orzotto alla birra con mela rossa Cuneo IGP e speck

  1. Simona
    20 novembre 2015 at 10:49 am (3 anni ago)

    buono buono buono! un’alternativa bellissima e originale al “solito” risotto!
    Copio anche questa!!!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*