Crea sito

Minestra di azuki verdi

minestra di azuki verdi

Cari lettori,

quest’oggi a Cuneo c’è il sole ma le strade sono ancora piene di neve. Io e Edo siamo usciti ugualmente, ma per affrontare alcuni marciapiedi ci volevano gli sci da montare alle ruote del passeggino, dovrebbero inventarli! 😉 Fortunatamente Cuneo è anche chiamata la città del porticone, ha portici per tutta la città, peccato che sotto i portici ci siano anche una serie interminabile di negozi: tutte le volte che esco non rientro mai a mani vuote…devo lasciare a casa il portafoglio!

Ora è tempo di dedicarmi alla rifinitura del mio libro di ricette che uscirà nel mese di aprile. Chi fosse interessato può prenotarne una copia al mio indirizzo mail: gelso80@gmail.com indicando nome, cognome, numero di copie desiderate e eventuale indirizzo per la spedizione.

Ecco la ricetta:

MINESTRA DI AZUKI VERDI

DIFFICOLTA’: facile

TEMPO DI AMMOLLO: 6-8 h

TEMPO DI COTTURA: 40’

DOSI PER: 4-5 persone

I fagioli azuki verdi, chiamati anche fagioli mung o soia verde, anche se poco diffusi e conosciuti in Italia sono un alimento molto importante per chi segue una dieta vegetariana in quanto contengono una buona quantità di proteine vegetali. Inoltre sono ricchi di vitamine, sali minerali quali potassio, fosforo, calcio e magnesio e sarebbero in grado di abbassare il colesterolo. Sono più piccoli e rotondi rispetto ai fagioli borlotti o cannellini e hanno un gusto dolce e cremoso. L’alga kombu in cottura li rende più digeribili e evita gli effetti indesiderati che normalmente i legumi provocano. Ottimi in minestra, possono essere gustati anche in insalate dal gusto alternativo.

INGREDIENTI

500 gr di azuki verdi

1 carota

1 cipolla dorata

1 pezzetto di alga kombu

Salsa di soia

Olio extra vergine di oliva q.b.

PROCEDIMENTO

Mettere in ammollo i fagioli azuki per circa sei-otto ore.

Eliminare l’acqua di ammollo e cuocere i fagioli coperti di nuova acqua con una carota ed una cipolla tagliate finemente. Non occorre salare.

Aggiungere in cottura un pezzetto di alga kombu che aiuta a cuocere più velocemente i legumi e fa si che non diano problemi di gonfiore.

Una volta cotta la minestra, salare con salsa di soia a piacere e con olio extra vergine di oliva.

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

5 comments on Minestra di azuki verdi

  1. silvia - La Masca in cucina
    13 febbraio 2013 at 12:33 pm (6 anni ago)

    Ehi, e cosi’ anche tu nel Cuneese!
    Io sono a Frabosa, anche se sono Genovese, e ho l’hobby della scrittura. Per tre anni ho scritto su mentelocale.it e anche su altre testate in rete, ma alla fine solo le riviste su carta ti pagano: peccato che piazzare articoli su SCI mi sia riuscito solo due volte finora (in ogni caso e’ una gran bella soddisfazione: non lo si fa mica per denaro, anche se chiaramente non guasta!)
    Posso chiederti (non per far uscire un libro di ricette che ti faccia concorrenza!) come hai fatto a pubblicare un libro?
    Voglio dire… uno sponsor… ti hanno cercata… lo finanzi tu… sono indiscreta, ma sai perche’?
    Ho mille racconti nel cassetto (del mio Mac) e temo che non vedranno mai la luce se non sul web.
    Tuttavia, essendo all’antica, avere in mano una mia produzione ‘cartacea’ mi darebbe immensa soddisfazione!
    Se non ho ficcato troppo il naso, mi rispondi?
    Grazie!
    (eventualmente puoi far uso della mia mail)
    Ciao.
    Silvia

    Rispondi
  2. mario
    4 marzo 2014 at 10:16 pm (5 anni ago)

    ottima ricetta! Brava.

    Rispondi
    • Gelso
      5 marzo 2014 at 10:05 am (5 anni ago)

      Ti ringrazio, ti piacciono gli azuki verdi? Io li preparo o così, oppure insieme ad altri legumi e cereali… 😉

      Rispondi
  3. Sabina
    26 novembre 2014 at 1:41 pm (4 anni ago)

    Ho messo in ammollo i fagioli stamattina e la voglio provare! (La farò con il mio mitico aiutante Bimby) Quanto tempo devono cuocere? Sulla confezione non c’è indicato il tempo di cottura… I soliti 35-40 min dei fagioli? Grasssssie!

    Rispondi
    • Gelso
      26 novembre 2014 at 7:02 pm (4 anni ago)

      Si, 40 minuti abbondanti! In pentola a pressione un po’ meno! 😀 A presto!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *