Crea sito

Farro fave, pecorino e salame

Farro dicocco fave pecorino salame

Cari lettori,

domani sera mi trovate al Fuorisalone di Milano, e più precisamente nello showroom Aster Milano Duomo in via Larga 4!

Saranno due i cookingshow della serata, uno alle 18:30 e uno alle 20! Per l’occasione, ho studiato due ricette della tradizione rivisitate in chiave moderna e preparate con i migliori ingredienti della mia terra d’origine: le Marche! Sono lusingata di poter cucinare in una cucina made in Marche, la Aster, appunto, presentare i gusti che ricordano la mia infanzia vissuta a Fano e valorizzare la materia prima scelta per i due piatti con le padelle Flonal per piastra ad induzione!

Se siete curiosi di conoscere e degustare le mie ricette, passate a trovarmi! La prima ricetta in programma sarà un farro dicocco perlato, un cereale antico coltivato nel centro Italia, presentato con crema di fave alla menta, fave fresche, cubetti di pecorino marchigiano e salame morbido. Un tripudio di colori e sapori di stagione che adoro in questa versione “moderna”! Sono i classici ingredienti del pic nic del primo di maggio, quando si era soliti uscire dalle mura della città per vivere una giornata spensierata all’aria aperta, gustando pochi e semplici piatti freddi come la crescia al formaggio, il pecorino, il salame e le fave fresche, rigorosamente sgranate al momento e gustate dal baccello! Un nostalgico ricordo, seppur vago, della mia infanzia fanese, che rivive qui, in questo piatto semplice e molto saporito che proporrò domani sera a Milano!

Per la seconda ricetta ho pensato a dei passatelli fatti in casa e presentati asciutti con un sugo alla mediterranea! Curiosi?!

separatore

Farro fave, pecorino e salame

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 300 g di farro dicocco perlato marchigiano
  • 150 g di fave fresche sgranate
  • 2 foglie di menta
  • (Eventuale aglio gentile schiacciato)
  • 80 g di pecorino marchigiano fresco o semistagionato a cubetti
  • 50 g di salame semistagionato a cubetti o ciauscolo
  • Olio extra vergine di oliva di Cartoceto
  • Sale
  • Pepe

 

PREPARAZIONE

  1. Cuocere il farro in abbondante acqua salata. Quindi scolarlo bene mantenendo un mestolo di acqua di cottura da parte.
  2. Nel frattempo sbollentare le fave. Tenerne da parte 50 g da inserire a crudo nella ricetta.
  3. Frullare le fave con menta, olio, sale, pepe ed eventuale aglio ottenendo una crema corposa e saporita.
  4. Tagliare il pecorino e il salame a cubetti regolari.
  5. Spadellare il farro mantecandolo con due cucchiai crema di fave, acqua di cottura e olio,  ed aggiungendo, solo alla fine, il pecorino, le fave fresche ed il salame.
  6. Montare il piatto con l’aiuto di un ring creando degli strati di farro, crema di fave, pecorino, fave fresche e salame. Decorare il piatto con menta fresca e puntini di salsa di pomodoro in agrodolce ottenuta scaldando per breve tempo 100 ml di passata di pomodoro di qualità con un cucchiaino di zucchero, uno di aceto e un pizzico di sale. Decorare, altrimenti, con cubetti di pomodoro datterino,

Curiosità: Il farro dicocco è un cereale molto antico, risalente a 10.000 anni fa, coltivato anche nell’antico Egitto e menzionato persino nella Bibbia. Il farro, infatti, costituiva uno degli alimenti base degli antichi romani; con la sua farina si era soliti preparare il pane, tanto che quest’ultimo veniva consumato insieme dai coniugi durante la celebrazione del loro matrimonio (cumfarreatio). Abbandonata la sua coltivazione a favore di altri cereali quali il frumento, oggi lo si sta riscoprendo con coltivazioni concentrate soprattutto nel centro Italia. In particolare, per la mia ricetta, ho scelto un Farro dicocco perlato coltivato in territorio urbinate, nelle Marche. La differenza tra il farro (chiamato anche farro decorticato) e il farro perlato sta nel fatto che quest’ultimo è più raffinato poiché viene eliminata, durante il processo di lavorazione, la pellicola esterna chiamata anche glumetta. Per questo motivo, il farro perlato ha una cottura più veloce simile a quella del riso (20-25 minuti) tant’è che viene chiamato anche “Farrisum”.

Vi aspetto domani, 12 aprile, dalle ore 18.30 da Aster Milano Duomo!

Farro orizzontale

locandina aster

logo aster

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *