Crea sito

Danubio dolce, ricetta passo passo

danubiooriz

 

Cari lettori,

ieri pomeriggio ho preso parte ad un’interessante iniziativa promossa dai foodblogger di GialloZafferano: un evento online, con spiegazione passo passo, organizzato per dare la possibilità a chi voleva di imparare a realizzare questo gustoso e scenografico lievitato: il Danubio dolce, una pasta brioche molto soffice, farcita secondo i proprio gusti. Io ne ho fatti due, uno farcito con confettura di fragole e uno con crema di cacao e nocciole Venchi.

Un grazie particolare a Tina del blog Le ricette di Tina per la sua meravigliosa ricetta del Danubio dolce e per la pazienza con la quale ha seguito tutto l’evento, dal primo pomeriggio fino a tarda sera. A questo link trovate la sua ricetta del Danubio: http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/ricetta-danubio-dolce/

 

INGREDIENTI PER UN DANUBIO DOLCE (teglia da 26 cm di diametro)

 

650 gr di farina 00

250 ml di latte fresco intero

1 uovo

80 gr di zucchero semolato

50 ml di olio extra vergine di oliva

Un pizzico di sale

25gr di lievito di birra fresco

Per farcire: in questo caso crema al cacao e nocciole Venchi

Per la superficie: tuorlo d’uovo stemperato con del latte, granella di zucchero

 

PROCEDIMENTO

Il Danubio è un dolce che ha bisogno di due lievitazioni; nonostante ciò, è comunque molto semplice da preparare, anche per chi non è esperto.

Si comincia impastando metà della farina con un uovo, lo zucchero, l’olio e il lievito sciolto nel latte leggermente tiepido. Impastare gli ingredienti dapprima con un cucchiaio, poi con le mani, aggiungendo  man mano la farina fino a che il composto lo richieda (io non l’ho messa tutta, ne è avanzata circa 40 grammi). Aggiungere il pizzico di sale e impastare energicamente su una spianatoia per circa 10 minuti.

danubio impasto

Ottenuta una pasta liscia e omogenea, metterla a lievitare in un luogo riparato, coperta con un canovaccio, fino al suo raddoppio (io l’ho fatta lievitare circa un’ora. Il tempo di lievitazione varia anche in base alle condizioni climatiche e alla temperatura dell’ambiente, ieri era una giornata abbastanza calda).

lievitata

A questo punto, staccare dall’impasto delle palline di pasta di circa 70-75 grammi l’una, allargarle con le mani e farcirle con un cucchiaio di crema al cacao e nocciole Venchi. Richiudere a panino e disporre ogni pallina, leggermente distanziata, in una teglia a cerniera da 26 centimetri di diametro, imburrata e foderata con carta forno. Lasciar lievitare ancora per circa 20 minuti.

palline

Accendere il forno a 200 gradi, modalità statica. Intanto spennellare la superficie del Danubio dolce con tuorlo d’uovo e latte (nel primo Danubio ho utilizzato solo il tuorlo d’uovo ma il risultato è stato, forse, eccessivamente brunito) e cospargere con granella di zucchero.

con uovo

Infornare per i primi 5 minuti a 200 gradi, poi abbassare a 180 gradi e far cuocere per circa 30 minuti, a seconda del forno. Se vi pare che la superficie sia troppo scura, ma il dolce ancora non è perfettamente cotto all’interno, coprire la teglia con un foglio di carta da forno e continuare la cottura.

Sfornare e attendere il raffreddamento prima dell’estrazione dalla teglia.

Conservazione del Danubio dolce: consumato in giornata, mantiene bene la propria fragranza. Altrimenti, conservarlo all’interno di una busta chiusa e scaldarlo prima di gustare. Se non intendete consumare tutto il dolce, potete congelare i singoli panini e scongelarli all’occorrenza.

Dedico questo dolce a mia nonna Rosa. La tovaglia che vedete è ricamata a mano e faceva parte del suo corredo. Un grazie anche a Francesco per le rose che ogni anno fioriscono, sempre più belle, sul nostro balcone.

*gelso*

danubiovert

 

Se vi piacciono le mie ricette, potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

Grazie!

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

9 comments on Danubio dolce, ricetta passo passo

  1. Valentina
    11 luglio 2013 at 6:10 pm (6 anni ago)

    Splendida! Davvero splendida!
    Mi sa che mi tocca provarla 🙂
    un salutone grande!

    Rispondi
    • Gelso
      12 luglio 2013 at 12:31 pm (6 anni ago)

      grazie! Fammi sapere!

      Rispondi
  2. sara
    15 dicembre 2014 at 7:26 pm (5 anni ago)

    Ciao Gelso 🙂
    Se faccio l’impasto stasera e lo lascio lievitare fino a domani alle 14 3 troppo a lungo ? Mi consiglieresti un’alternativa ? Grazie un milione !

    Rispondi
    • Gelso
      16 dicembre 2014 at 6:51 pm (5 anni ago)

      Troppo lunga la lievitazione… se vuoi puoi farlo e tenerlo in frigo per la notte, poi procedi alla formatura il giorno seguente e fai lievitare le palline…

      Rispondi
  3. sara
    15 dicembre 2014 at 7:26 pm (5 anni ago)

    *è troppo a lungo

    Rispondi
  4. sara
    17 dicembre 2014 at 8:31 am (5 anni ago)

    Grazie ancora, proverò ! 😉

    Rispondi
    • Gelso
      17 dicembre 2014 at 4:42 pm (5 anni ago)

      Fammi sapere!

      Rispondi
  5. Roberta
    28 aprile 2015 at 3:48 pm (5 anni ago)

    Ciao! Bellissima ricetta! Ma hai anche la versione, sempre dolce, con il lievito madre? Ancora complimenti!

    Rispondi
    • Gelso
      1 maggio 2015 at 2:30 pm (5 anni ago)

      Al momento versione salata! 😀

      Rispondi

Leave a reply to Roberta Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *