Crea sito

Crostata alla pera Madernassa – ricetta senza burro né latticini

crostatasenzaburropera

Cari lettori,

come promesso, ecco un dolce senza burro davvero strepitoso: la crostata di pere Madernassa, una frolla leggera preparata senza burro, dal sapore caratteristico visto l’utilizzo, nel ripieno, della composta di pere Madernassa, una pera tipica del cuneese e in particolare della Valle Grana, lievemente aromatizzata con chiodi di garofano e cannella. Si tratta di una composta biologica, preparata senza zuccheri aggiunti, prodotta da Cascina Rosa, un’azienda di prodotti biologici di qualità superiore che ha sede a Caraglio, in località Bottonasco. La pera Madernassa è coltivata e lavorata direttamente nell’azienda citata. Per 130 grammi di frutta utilizzata, questa composta contiene soltanto 19 grammi di zuccheri totali. Per informazioni e contatti, visitate il sito http://www.cascinarosa.it . I loro prodotti possono essere anche ordinati online.

pera madernassa

cascinarosa

INGREDIENTI

330 gr di farina 00 Molino Chiavazza

100 ml di olio di semi di girasole

2 uova medie

8 gr di lievito in polvere per dolci

120 gr di zucchero semolato

380 gr di composta di pere Madernassa Cascina Rosa –  Caraglio Loc. Bottonasco (CN)

 

PROCEDIMENTO

Lavorare gli ingredienti per la frolla, poi avvolgere la pasta con pellicola trasparente e lasciarla riposare  almeno 30 minuti in frigorifero.

Riprendere la pasta e stendere 3/4 della frolla per la base.

Stendere la frolla in una teglia per crostate (24 cm) foderata con due fogli di carta da forno disposti incrociati per rendere più agevole l’estrazione della crostata dalla teglia.

Versare la composta di pera Madernassa sopra la base e decorare a piacere con la restante pasta frolla.

Infornare a 180 gradi per circa 25-30 minuti, a seconda del forno.

Estrarre la crostata solo quando sarà completamente raffreddata. Spolverizzare con poco zucchero a velo.

Buona crostata!

*gelso*

DSCN7044 - Copia

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *