Crea sito

Coda in umido con patate

Coda in umido con patate (7)

Cari lettori,

anche se la primavera è ormai arrivata anche qui a Cuneo, vorrei comunque proporvi un piatto con un taglio del quinto quarto come degna conclusione (la ricetta, per l’appunto, … di coda!) del progetto Tu di che taglio sei che ha visto l’elaborazione di 31 ricette con video, foto e vignette uscite dalla magica matita di Danilo Paparelli che confluiranno nell’omonimo volume edito da Araba Fenice in libreria dal 26 aprile! Un impegno di quasi due anni finalizzato ad avvicinare anche i meno esperti a tutti i tagli della piemontese descritti attraverso gustose ricette facilmente replicabili a casa.

Benché in Piemonte la coda venga impiegata quasi esclusivamente nei bolliti misti, cotta in umido con patate e verdure diventa un piatto unico rustico e corroborante, apprezzato soprattutto nelle fredde cene invernali. Preparata con una lenta cottura sul fuoco o sull’antico potagè utilizzando un taglio del quinto quarto e le migliori verdure dell’orto, è una pietanza ricca e saporita dalle carni particolarmente tenere e succose. E’ possibile arricchire il fondo di cottura con della pancetta a dadini o del lardo e riutilizzare il sugo che avanza per condire un buon piatto di pasta o anche la polenta.

Tudichetagliosei -Coda di bue (1)

Coda in umido con patate

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 kg di coda a pezzi

3 patate medie

1 carota

1 costa di sedano

1 cipolla

1 mazzetto aromatico

2 foglie di alloro

100 ml di vino bianco secco

300 ml di brodo

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

Olio extra vergine di oliva

1 chiodo di garofano

1 noce di burro

1 spicchio d’aglio in camicia

Sale

Pepe

 Coda in umido con patate (2)

separatore

PROCEDIMENTO

Rosolate i pezzi di coda precedentemente tagliati, sciacquati e asciugati, in olio e burro rigirandoli con due cucchiai di legno.

Coda in umido con patate (3) Coda in umido con patate (4)

Tagliate grossolanamente carota, sedano e cipolla e aggiungeteli in tegame insieme al mazzetto aromatico, il chiodo di garofano, l’aglio e l’alloro. Salare e pepare.

Coda in umido con patate (5)

Sfumate con del vino bianco secco, lasciatelo evaporare, quindi coprite la carne con del brodo bollente nel quale avrete stemperato il concentrato di pomodoro.

Coda in umido con patate (6)

Lasciate cuocere per circa due ore a fuoco basso e con coperchio, aggiungendo del brodo all’occorrenza per mantenere umida la carne. Introdurre in tegame le patate a cubetti piuttosto grandi e cuocere ancora per circa 30 minuti.  La carne sarà pronta quando comincerà a staccarsi dall’osso centrale. Se piacciono, insieme alle patate è possibile aggiungere anche dei piselli, oppure dei funghi.

Un piatto corroborante e saporito: segnatevi la ricetta per il prossimo autunno! 😉

Coda in umido con patate (1)

Vi aspetto numerosi alla presentazione del libro Tu di che taglio sei presso la sede di Terraviva a Busca domenica 26 aprile alle ore 11. Seguirà il Gran Galà della Carne, un ricco pranzo a base di prodotti del territorio e la piemontese come protagonista. Info qui.

Seguitemi anche sulla pagina facebook e sui social, ci conto!

*gelso*

In collaborazione con

grafica tudichetagliosei

Questa ricetta fa parte del progetto #tudichetagliosei in collaborazione con l’azienda buschese Terraviva e il vignettista Danilo Paparelli, un progetto annuale che intende promuovere tutti i tagli di carne bovina attraverso l’ideazione di ricette online, vignette a tema, videoricette e pubblicazione finale. La carne di Razza Piemontese, è considerata oggi tra le più pregiate al mondo grazie alle ottime caratteristiche nutrizionali e dietetiche, essendo una carne magra, tenera e saporita. 
Numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato che la carne bovina di Razza Piemontese, dal sapore inconfondibile, è particolarmente povera di grasso: lo 0,5-1% contro il 3% delle altre razze bovine. Ha infatti una concentrazione di grassi saturi piuttosto ridotta (37%) ed elevate percentuali di insaturi (63%), dati che hanno influenzato favorevolmente poi gli indici aterogenico e trombogenico, ponendo questo prodotto sugli stessi livelli del pesce. Si contraddistingue inoltre per una scarsa presenza di tessuto connettivo tra le fibre muscolari, che la rende particolarmente tenera alla masticazione. 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

2 comments on Coda in umido con patate

  1. Patrizia
    2 febbraio 2016 at 11:33 am (2 anni ago)

    Strepitosa! Domenica ho fatto un figurone con amici a pranzo, purtroppo la coda era piccola, quindi ho aggiunto un pò di polpa di manzo ben venata e mostosa e del biancostato a tocchetti… è venuto fuori un secondo morbido, profumato, ricco di sapore e con un puccio cheeeeeeeeeeee…. complimenti di cuore e grazie!

    Rispondi
    • Gelso
      2 febbraio 2016 at 3:44 pm (2 anni ago)

      Wow contentissima Patrizia!!! 😀

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*