Crea sito

Chiudi tazza a crostatina intrecciata

crostatine chiudi tazza (1)

Cari lettori,

ieri mi sono divertita a preparare dei simpatici chiudi tazza commestibili a forma di crostatina intrecciata, ideali da presentare su tazze o mug per servire the e tisane, o anche un cremoso cappuccino. Avevo notato sul web un passo passo fotografico e mi sono sempre ripromessa di provarli (Immagine dal web).

Crostatine chiudi tazza - schema

La scintilla è scattata quando ho acquistato delle mug con stampa intrecciata che mi hanno fatto subito ripensare ai chiudi tazza in pasta frolla. Ecco qui la mia ricetta con qualche piccolo personale segreto per riuscire al meglio in questa “impresa” culinaria!

 

INGREDIENTI PER 4 CHIUDI TAZZA

300 g di farina 00

150 g di zucchero semolato

120 g di burro freddo

1 uova intero

1 pizzico di sale

Scorza grattugiata di limone non trattato

crostatine chiudi tazza (7)

 

PROCEDIMENTO

Preparare la pasta frolla secondo il procedimento indicato qui. E’ possibile preparare anche altri tipi di frolla, come quella al cacao.

pasta frolla classica (2)

Riposare la frolla almeno un’ora in frigo, quindi dividerla a metà e stendere due distinte sfoglie spesse circa mezzo centimetro direttamente su carta forno, perché sia più agevole staccare le striscioline di frolla da lavorare ad intreccio. La pasta frolla a questo punto non dovrà essere troppo fredda, altrimenti tenderà a rompersi durante la lavorazione. Se si rompesse, niente paura: potete cercare di aggiustare l’intreccio, oppure rimpastare la frolla e cominciare da capo!

Tagliare le due sfoglie a striscioline con l’aiuto di un coltello affilato o di una rotella per pasta a lama liscia.

crostatine chiudi tazza (2)

Ora cominciare l’intreccio: abbassare le striscioline dispari (la prima, la terza, la quinta e così via) in una delle due sfoglie a strisce (come in foto) e sistemare una striscia di frolla, presa dalla seconda sfoglia a strisce, in senso orizzontale.

crostatine chiudi tazza (4)

Posizionare delicatamente le strisce di frolla abbassata di nuovo in alto e abbassare le strisce pari (la seconda, la quarta, la sesta e così via), continuando l’intreccio trama-ordito prelevando nuove strisce di pasta dalla seconda sfoglia.

crostatine chiudi tazza (5)

Proseguire fino a creare un tappeto intrecciato di frolla come quello che si vede nella foto sottostante. Riposare l’intreccio ottenuto in frigo per 15 minuti: sarà più facile in seguito tagliare delle crostatine regolari.

crostatine chiudi tazza (3)

Ora, tagliare dei dischi di frolla intrecciata del diametro delle tazze sulle quali vorrete poi posizionare il chiudi tazza. Fate pressione sulla frolla e ricavare dei dischi.

crostatine chiudi tazza (6)

Posizionare ogni crostatina su una teglia con carta forno e cuocere a 180 gradi forno statico per circa 15-18 minuti, a seconda dei forni.

crostatine chiudi tazza (10)

Con la pasta frolla avanzata potrete ripetere l’operazione e creare altre crostatine intrecciate, oppure potrete creare delle crostatine classiche alla confettura, cioccolato, o ancora realizzare dei biscotti semplici o farciti.

Buonissimi chiudi tazza a crostatina intrecciata! Vedrete che anche il momento del the diventerà un divertente pretesto per lasciare a bocca aperta i vostri ospiti!

*gelso*

crostatine chiudi tazza (9)

Potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

e anche su Google+ e Twitter ;)

Grazie!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

4 comments on Chiudi tazza a crostatina intrecciata

    • Gelso
      24 settembre 2014 at 6:32 pm (5 anni ago)

      Grazie! 😀

      Rispondi
  1. Erika
    24 settembre 2014 at 4:50 pm (5 anni ago)

    Sono perfetti! Bravissima! Presto li provo.
    Intanto oggi, spaghetto quadrato su letto di castelmagno, noccioline tostate e pere 😉 mannaggia non ho trovato i plin freschi ieri sera, erano già finiti…

    Rispondi
    • Gelso
      24 settembre 2014 at 6:31 pm (5 anni ago)

      Grazie Erika! 😀 Ma di dove sei tu?

      Rispondi

Leave a reply to Gelso Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *