Crea sito

Cena dei tre gamberi

@olivierotoscani0037

Foto O. Toscani

Cari lettori,

Avevo sentito parlare, e molto bene, della Franciacorta, ma a dire il vero non l’avevo mai visitata prima e il suo nome mi rimandava più al celebre vino che a un paesaggio, un luogo fisico; un fazzoletto di terra molto vario a livello orografico che si affaccia sul lago d’Iseo e che è celebre, appunto, per la coltivazione di uve Chardonnay, Pinot nero e bianco, ottime per la produzione degli omonimi spumanti.

DSC_0593

Foto F. Giuliani

La cantina Contadi Castaldi si trova ad Adro, in Franciacorta, a pochi chilometri dal lago e dalla città di Brescia, un luogo incantato immerso nel verde e circondato esclusivamente da vigneti. Un posto luminoso e soleggiato (Adro deriverebbe dal latino Ader, che significa luogo sereno, ardente e pieno di gioia, o anche da Adrusco, ovvero paese ricco di vigneti, in antica lingua mediterranea) che trasmette davvero un senso di pace e tranquillità.

@olivierotoscani0044

Foto O.T.

Il nome della cantina  nasce dall’unione di due termini: i Contadi, nel Medioevo, erano le antiche contee della Franciacorta, la cui economia ruotava attorno alla produzione agricola d’eccellenza, mentre  Castaldi era il nome dei signori al governo di queste terre.

Oggi la cantina occupa gli affascinanti spazi di un antico fabbricato un tempo destinato a fornace per la cottura di mattoni, la fornace Biasca. Quando, nella seconda metà del Novecento, la fornace fu dismessa, venne rilevata da Vittorio Moretti, ma solo negli anni ’80, dopo un attento recupero della struttura originaria, la attuale famiglia decise di trasformare l’antica fabbrica in cantina vinicola.

DSC_0598

Foto F.G.

Non lontano dalla cantina si trova l’Albereta, un’antica dimora di charme immersa nella collina di Erbusco (BS) dove sono stata splendidamente accolta nei due giorni trascorsi in Franciacorta.

albereta

Foto F.G.

Il termine Franciacorta indica tre aspetti distinti, ma collegati fra loro: un territorio, un vino e un metodo di vinificazione molto scrupoloso, secondo il quale si ottiene un prodotto di eccellente qualità, equiparabile allo Champagne francese, a partire dalla coltivazione di vitigni nobili, vendemmia a mano, rifermentazione naturale in bottiglia e successiva maturazione e affinamento sui lieviti.

DSC_0601

DSC_0627

@olivierotoscani0048

gallerie delle riserve0

Foto 1-2 F.G/ 3 O.T./ 4 di repertorio

La gamma di vini Contadi Castaldi va dal Franciacorta Brut, al Franciacorta rosé, al Franciacorta satèn, Franciacorta zero, Franciacorta soul satèn, Curtefranca bianco doc, Pinodisé. Io ho avuto la fortuna di poterli degustare in occasione della cena dei tre gamberi, un evento nazionale di grande rilievo organizzato dalla famiglia Moretti di Contadi Castaldi e che, per il terzo anno consecutivo, ospita gli chef delle sedici migliori trattorie d’Italia premiate dal Gambero rosso con il prestigioso riconoscimento dei tre gamberi.

cena dei tre gamberi

Ecco nel dettaglio il nome delle trattorie e degli chef:

Angiolina, loc Marina di Pisciotta ( SA)

Antichi Sapori, fraz Montegrosso Andria ( BT)

Armando al Pantheon  (Roma)

Ai Cacciatori, Cavasso Nuovo (PN)

Consorzio, Torino

Caffè La Crepa, Isola Dovarese (CR)

Locanda al Gambero Rosso, Bagno di Romagna (FC)

La Locanda delle Grazie, Curtatone (MN)

La Locandiera, Bernalda (MT)

La Madia, Brione (BS)

Osteria del Treno, Milano

Pretzhof, Val di Vizze/Pfitsch (BZ)

Tischi Toschi, Messina

Vecchia Marina, Roseto degli Abruzzi (TE)

Osteria della Villetta dal 1900, Palazzolo sull’Oglio (BS)

 

Ottimo cibo della tradizione preparato da mani sapienti con materie prime eccellenti e prodotti di stagione, ricette antiche scoperte e riscoperte, e in alcuni casi reinterpretate, abbinate ai vini Franciacorta Contadi Castaldi, per vivere una serata conviviale e dall’atmosfera semplice e familiare.

tavolo cena dei tre gamberi

Ecco il menù della serata del 10 marzo:

menù cena tre gamberi

ANTIPASTO

LA LOCANDA DELLE GRAZIE
Coppa e salame mantovano con giardiniera nostrana

Contadi Castaldi Franciacorta Brut s.a.

affettati

LA LOCANDIERA
Straccetti di melanzane in agrodolce

Contadi Castaldi Franciacorta Brut s.a.

melanzane

PRIMO PIATTO
ANTICHI SAPORI
Minestra di grano duro con funghi cardoncelli e ceci
con profumo di cime di rapa Contadi Castaldi Franciacorta Zero 2009

ceci
CAFFÈ LA CREPA
Gnocchi alla mulinera con ragù di coda di manzo
Contadi Castaldi Franciacorta Zero 2009

gnocchi la crepa

SECONDO PIATTO
AI CACCIATORI
Musèt cun brovade e polente
Contadi Castaldi Franciacorta Rosé 2009

muset

FORMAGGIO
OSTERIA DELLA VILLETTA DAL 1900
Stracchino di Vigolo e quartirolo
Contadi Castaldi Franciacorta Soul Satèn 2006

DOLCE
ANGIOLINA
Croccante con crema di ricotta di bufala al limone
Contadi Castaldi Pinodisé

dolce ricotta
ARMANDO AL PHANTEON
Torta antica Roma
Contadi Castaldi Pinodisé

dolce pantheon

Gli chef e i cuochi sono stati inoltre ritratti dal celebre obiettivo di Oliviero Toscani in un piccolo libro che parla di loro, della loro storia e della passione che mettono nel proprio lavoro e che traspare, genuina ed intensa, dagli scatti fotografici d’autore.

gruppo

L’appuntamento “Cena con le sedici migliori Trattorie d’Italia” è aperto al pubblico al costo di 55,00 euro (posti limitati). La prossima e ultima serata si terrà lunedì 17 marzo ore 20.

brindisi con cuochi

Prenotazioni:

Contadi Castaldi tel. 030 74 50 126 now@contadicastaldi.it

Arrivederci al prossimo anno!

*gelso*

Se vi piacciono le mie ricette (e i miei racconti)

potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

e anche su Google+ e Twitter ;)

Grazie!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *