Carciofi impanati

Share:
Condividi

carciofi ripieni (2)

Cari lettori,

oggi vi propongo una ricetta da leccarsi i baffi: i Carciofi impanati, davvero eccezionali nel loro gusto e profumo. Ne ho parlato anche nel mio libro di cucina, nella sezione dedicata al “sapore dei ricordi”; infatti, i carciofi cucinati in questo modo erano uno dei piatti forti di mia nonna Pina, ma erano una tradizione anche per i miei nonni materni. Anche mio marito mi racconta che questa era una ricetta che sua nonna, professoressa di Chimica ma anche ottima cuoca, preparava spesso in questo periodo.

Per questo piatto, solitamente, vengono usati dei carciofi medi, scartando le foglie più dure e pareggiando le punte. Questa volta ho usato le mammole, un tipo di carciofo più grande senza spine e dalle foglie molto compatte e carnose. Questo carciofo sembra un grande fiore dalle intense sfumature, si presta ad essere cucinato intero, al forno come ho fatto io. Si taglia il gambo, che è molto gustoso, e si pela accuratamente, eliminando la parte esterna più coriacea.

Le mammole contengono poche calorie e sono ricche di fibre, potassio, fosforo, calcio e magnesio. Inoltre, contengono cinarina, una sostanza che è in grado di aiutare la digestione stimolando la bile. Hanno proprietà depurative e diuretiche, proteggono il fegato ed aiutano ad abbassare il livello del colesterolo nocivo (da Lo spicchio d’aglio).

carciofi ripieni (1)

INGREDIENTI PER 3 PERSONE

3 Mammole medio-grandi

200 gr di pangrattato

50 gr di parmigiano grattugiato

Prezzemolo tritato q.b.

1 spicchio d’aglio

Olio extra vergine di oliva q.b.

Un bicchiere di acqua bollente

Mezzo bicchiere di vino bianco secco

Sale

Pepe

 

PROCEDIMENTO

Preparare la mollica di pane condita con prezzemolo, parmigiano, sale, pepe e aglio tritato finemente. Aggiungere a questa abbondante olio e lasciar riposare qualche tempo.

Intanto, pulire le mammole eliminando le foglie più esterne e il gambo. Dotatevi di guanti da cucina per non rischiare di macchiarvi le mani. Il gambo non va gettato: pelato accuratamente e tagliato a bastoncini è molto saporito. Si può cuocere insieme ai carciofi o utilizzare in altri piatti. Se non si utilizzano subito, consiglio di immergere i carciofi in acqua acidulata perché non si ossidino.

Aprire i carciofi con le mani e lavarli accuratamente. Poi scolarli e asciugarli, quindi riempirli con abbondante mollica di pane condita.

Disporre i carciofi ed i gambi su una pirofila da forno, condire con olio e bagnare con vino bianco e acqua calda. Salare.

Cuocere a 180 gradi per circa 45-50 minuti. Irrorare con il fondo di cottura e volendo coprire con della carta stagnola, da eliminare gli ultimi 10 minuti di cottura, per far gratinare meglio la superficie dei carciofi.

Gustare caldi. Una vera delizia!

Buon appetito!

*gelso*

carciofi ripieni (3)

Se vi piacciono le mie ricette, potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

e anche su Google+ e Twitter ;)

Grazie!

Print Friendly
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..
Vota questa ricetta:
Carciofi impanati
  • 4.00 / 55

2 thoughts on “Carciofi impanati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>