Cavolfiore verde al gratin in rosso

Vi piacciono i cavoli? Eccovi un’altra ricetta che prevede l’uso del simpatico cavolfiore verde, anche detto “cimone”. Il cavolfiore verde è un ortaggio invernale parente del cavolfiore bianco ma a differenza di quest’ultimo, non essendo stato racchiuso all’interno delle foglie, ha sviluppato la clorofilla, molto importante per la produzione di emoglobina.Il cavolfiore verde al gratin in rosso è una personale rivisitazione della ricetta del cavolfiore gratinato alla napoletana, che prevede l’uso del cavolfiore bianco, maggiormente diffuso in Campania. L’uso del cavolfiore verde (tipicamente siciliano) rende il piatto più colorato e più delicato al palato.

cavolfiore al gratin in rosso Ingredienti per 2 persone

  • 1 cavolfiore verde
  • 4 acciughe sott’olio
  • 4 cucchiai di pomodoro pelato
  • 1 spicchi di aglio
  • 2 cucchiai di olio
  • 50 g di pane grattugiato ( chi gradisce può arricchire ulteriormente aggiungendo 30 g di formaggio grattugiato)
  • una manciata di pinoli
  • 3o g di olive nere di Gaeta Ficacci
  • una manciata di pinoli
  • sale, pepe q.b
  • prezzemolo tritatoCAVOLFIORE VERDE AL GRATIN ROSSO

Preparazione

  1. Pulire il cavolfiore e ridurlo in cimette.
  2. Scottarlo in abbondante acqua salata per qualche minuto sino a che il cavolfiore risulterà cotto ma ancora tenace (non si deve disfare).
  3. Scolare le cimette di cavolfiore e disporle in una teglia da forno leggermente oliata.
  4. Con un mixer tritare l’aglio con l’olio, le acciughe, il pomodoro  e il pelato.
  5. Aggiustare il composto di sale e pepe e versarlo sul cavolfiore.
  6. Cospargere il tutto con il pan grattato e un giro di olio extra vergine di oliva.
  7. Aggiungere le olive nere di Gaeta (possibilmente snocciolate) e i pinoli.
  8. Infornare in forno caldo a 180-200° una decina di minuti sino a che sul composto di pomodoro si sarà formata una crosticina invitante.
  9. Appena sfornato cospargere con abbondante prezzemolo tritato e servire.cavolfiore al gratin in rosso_preparazione

 Lo sapevate che?

Per evitare che l’odore  del cavolfiore in cottura impregni ogni cosa propagandosi per ogni angolo della casa, mettete all’interno della pentola una fetta di pane ricca di mollica imbevuta di aceto o di limone. Questo vi consentirà di ridurre al minimo, se non addirittura evitare, il rischio di ritrovarvi una casa che “profuma” di cavoli.

Con questa ricetta partecipo al contest “Cavoli, che Ricetta!” del blog Pixelicious, di Sara.

bannercavolo72dpi

12 commenti su “Cavolfiore verde al gratin in rosso

  1. Ciao Valeria,
    Mi sono accorta che anche con l’altra ricetta partecipavi nella sezione antipasti… Le ricette devono essere una per categoria, come da regolamento, quindi con questa ti inserisco nei secondi, in fin dei conti non mi sembra per niente fuori luogo… Che dici? 🙂
    Sara

    • solaria M. il said:

      Grazie mille Sara! a dire il vero io ero indecisa in che categoria metterla perché a casa mia rappresenta una sorta di piatto unico. 🙂

  2. mary pacileo il said:

    una ricetta davvero genuina e salutare, dal gusto sicuramente buono e particolare, devo seguire questa tua ricetta, mi piace cambiare sapore alle cose

  3. Rosellina Micetta Caso il said:

    Oh mamma, che delizia! Mia nonna prepara sempre e solo pasta e cavolfiore, o frittelle di cavolfiore, era da tempo che volevo proporle qualche nuova ricetta per variare un po’ 🙂 meno male che c’è il tuo blog! 😀 le chiederò di prepararlo per il pranzo di domani, saranno almeno 6 giorno che cucina le scarole ad ogni pasto 😛

  4. adoro i cavolfiori ma in effetti quando li cucino scappano tutti da casa!!! non sapevo del trucco del pane…grazie del consiglio..lo provero’!

Lascia un commento

*