Spring Rolls: i miei involtini primavera

i miei spring rolls 2

Salve a tutti! 🙂

La cucina etnica è la mia passione e non potevo non condividere con voi la ricetta di una delle pietanze asiatiche che più adoro: gli involtini primavera.

Gli involtini che vedrete li ho preparati un bel po’ di tempo fa’, a quattro mani con la mia grandissima amica Lina! Solo ora mi decido a postarli, magari con un velo di nostalgia per il tempo che fino a qualche anno fa’ riuscivo a trascorrere con lei. Il tutto è stato realizzato prendendo spunto qua e là dalle mille ricette pubblicate online. E che altro dire: sono troppo buoni!

Ingredienti per gli involtini:

  • 2 bicchieri di farina 00 (oppure 1 bicchiere di farina 00 e 1 di farina di riso)
  • 2 bicchieri di acqua
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 cavolo verza (o cavolo cinese)
  • 2 o 3 carote
  • 1 finocchio
  • 150 g di germogli di soia ( vi consiglio di usare quelli della Bonduelle e assolutamente non quelli marcati “Auchan”, perché sinceramente hanno davvero un cattivo sapore e rovinerebbero il gusto dell’involtino)
  • 2 cipollotti

Ingredienti per la salsa agrodolce:

  • 50 ml di aceto di vino rosso
  • 50 g di zucchero
  • 60 g di concentrato di pomodoro
  • 250 ml di acqua
  • 2 cucchiai di salsa di soia Kikkoman (potete acquistarla comodamente da casa su Asia-Market.it, il mio e-shop di fiducia di prodotti asiatici)
  • 30 g di amido di mais

Procedimento per la preparazione degli involtini

i miei spring rollsFare una pastella sciogliendo la farina nell’acqua fredda e lasciare riposare il tutto per un’oretta (a piacere aggiungere un pizzico di sale). Nel frattempo lavare per bene le verdure, asciugarle e tagliarle a julienne. Fare soffriggere in poco olio il cipollotto, e dopo qualche minuto aggiungere le carote, il finocchio, il cavolo verza e solo infine i germogli di soia. Aggiustare di sale e lasciare insaporire il tutto giusto qualche minuto ricordando che le verdure dovranno rimanere croccanti. Togliere la padella dal fuoco e lasciare che le verdure si raffreddino. Trascorsa l’ora di riposo della pastella, ungere una padellina e fare delle crepes, ricordando che non dovranno risultare  sottili e bianche.Una volta che le crepes saranno pronte, e le verdure fredde, porre una cucchiaiata di verdura al centro di ogni crepe; dopodiché piegare i due lembi orizzontali (il destro ed il sinistro) leggermente verso il centro della crepe per poi arrotolarla su se stessa partendo dall’estremità inferiore e muovendosi verso quella superiore.Per sigillare ogni singola crepe fare una “colla” di acqua e farina, sciogliendo un paio di cucchiai di farina in un po’ d’acqua. A questo punto lasciare gli involtini in frigo a riposare una mezz’oretta ed infine friggere in olio bollente. Servire caldi, accompagnati da salsa agrodolce. Chi lo desiderasse, può tranquillamente congelare gli involtini prima di friggerli, in modo da averli sempre pronti all’occorrenza.

Procedimento per la preparazione della salsa agrodolce

Sciogliere l’amido di mais nell’acqua fresca, incorporare l’aceto, la salsa di soia e lo zucchero. Mettere il tutto in una casseruola antiaderente e cuocere a fuoco lento. Non appena il composto arriva a bollore incorporare il concentrato di pomodoro, mescolare per bene e togliere dal fuoco.

Nota: Un’alternativa valida alla frittura è la cottura nel forno a microonde con funzione crisp per circa 7-8 minuti, ungendo per bene il piatto crisp e rigirando gli involtini di continuo. Ovviamente fritti sono buonissimi, ma devo dire che anche così non sono per niente male!

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Dahl di lenticchie rosse con miglio e zucca Successivo Panini latte & verdurine

Lascia un commento

*