Crea sito

Risotto zafferano piselli e tartare di salmone

Risotto zafferano piselli e tartare di salmone

Risotto zafferano piselli e tartare di salmone

Ingredienti

Riso per risotti per due persone circa 250/300 grammi

Piselli freschi, in questo periodo sono di stagione

Zafferano qb

Brodo di verdure salato

Qualche fettina di porro

Tartare di salmone fresco qb

Olio di oliva qb

Un pezzetto di burro

Procedimento

Se seguite le mie ricette lo avrete già letto, ribadisco spesso che il risotto in realtà è un piatto complesso, richiede attenzione, tempo e costante presenza, va “accudito” come se fosse un bambino, tassativamente si fa tostare e deve essere cucinato con il brodo ben caldo, sempre girato. Se non avete tempo allora, optate per un semplice piatto di pasta. La cottura deve essere molto ma molto al dente, quasi cruda, noi siamo abituati dalle nostre mamme o nonne diversamente, a cuocerlo troppo, in realtà cuocendolo di meno, risulta anche molto più digeribile. Siete pronti? Proviamo?

Scaldate il brodo e lasciatelo sobbollire,

Tostate il riso senza bruciarlo, aggiungere il porro tritato, i piselli, poco olio e lasciate che insaporisca bene. A questo punto sfumiamo con il brodo caldo, girando il riso in continuazione, fino a quando il liquido non si sarà assorbito completamente, aggiungere altro brodo e così via, fino a quando non sarà pronto.

Al momento di mantecare il riso, si toglie dal fuoco, premessa; ci sono due scuole di pensiero per unire lo zafferano, la prima è di lasciarlo sciogliere nel brodo e poi aggiungerlo diluito, oppure metterlo direttamente dentro al risotto, secondo me è meglio diluirlo in poco brodo se si usano i pistilli, se invece usiamo quello macinato, va bene aggiungerlo direttamente nel risotto alla fine, aggiungiamo anche il burro, altro brodo e mantechiamo bene fino a quando non sarà diventato cremoso.

Sistemiamolo nei piatti con del salmone tagliato striscioline , il piatto è finito, fatemi sapere se la ricetta vi è piaciuta.