Crea sito

Risotto con toma di Lanzo speck e uva spina.

Risotto con toma di Lanzo speck e uva spina.

Risotto con toma di Lanzo speck e uva spina.

Buongiorno, in questi giorni fa molto caldo ma io non riesco proprio a rinunciare a questi piatti, sono stata una giornata in montagna e così ho comprato un bel pezzo di Toma di Lanzo dal contadino, vi piace questo formaggio  ? Io lo adoro, ho pensato di preparare un risotto particolare che senza dubbio vi piacerà, ho aggiungo dello speck e lo ha reso davvero sfizioso.

Perché ho usato questa qualità di riso? Parboiled ? Perché  è una modalità di trattamento dei chicchi di riso dall’inglese partially boiled, parzialmente bollito,  per salvaguardarne il contenuto di micronutrienti vitamine e sali minerali e consentire cotture prolungate.

La Toma di Lanzo è un formaggio a latte vaccino crudo intero o parzialmente scremato per affioramento, a pasta molle o semidura, di media stagionatura, la forma è cilindrica a facce piane e scalzo diritto o leggermente convesso, crosta liscia e di colore paglierino/grigiastro, può essere presente il tipico avvallamento su un piatto dovuto alla tradizionale tecnica di formatura che impiega solo il telo in fibra naturale, non viene usato alcuno stampo.

Pasta giallo paglierino con occhiatura piccola e diffusa, consistenza tra il morbido e il semiduro ha l’aroma caratteristico, armonico e delicato, legato alle varietà stagionali della flora, risultando più intenso e fragrante con la stagionatura.

La Toma di Lanzo prende il nome dal centro principale di smercio collocato all’imbocco delle quattro vallate che di qui si diramano: Valle di Viù; Valle di Ala, Valle Grande e Valle del Tesso.

 

 

Risotto con toma di Lanzo speck e uva spina.

ingredienti

Riso  parboiled Riso vignola biologico 100 grammi a persona

cipolla di tropea

qualche fetta di toma di Lanzo Dop

uva spina mezzo cestino circa per due persone (250 grammi di riso)

pepe nero macinato

speck qualche fettina

burro quanto basta

brodo

olio evo un cucchiaio

rosmarino

un bicchiere di vino bianco secco.

Procedimento

Risotto con toma di Lanzo speck e uva spina.

Piccole varianti per il risotto, se non amate l’uva spina potete usare le pere e in alternativa tostare lo speck nel forno e metterlo croccante.

In una casseruola versare l’olio evo e un pezzetto di burro.

Fare sciogliere il burro e aggiungere la cipolla tritata con il rosmarino, dopo circa 10 minuti, sfumare con il vino bianco e poi coprire con un mestolo di brodo.

Lasciare cuocere a fiamma bassa, girando di continuo, fino a quando il brodo non si sarà asciugato, aggiungerne dell’altro, quando il riso risulterà “al dente” togliere dal fuoco, e mantecare con poco brodo, altro burro pepe e toma e uva spina tagliata a pezzi, aggiungere lo speck e servire molto caldo.

Consiglio; è molto importante che il riso sia tanto al dente quando lo mantecate, per evitare di portare a tavola un risotto scotto, evitate di sostituire il burro con olio e di farlo asciugare troppo, non è bello da vedersi e nemmeno da mangiare.

Risotto con toma di Lanzo speck e uva spina.

Risotto con toma di Lanzo speck e uva spina.

Risotto con toma di Lanzo speck e uva spina.

Risotto con toma di Lanzo speck e uva spina.

Risotto con toma di Lanzo speck e uva spina.

 

Sort by:   newest | oldest | most voted
Simona
Guest
10 months 14 days ago

Sublime, non aggiungo altro !

wpDiscuz