Crea sito

Risotto alla zucca marsala e amaretti

Risotto alla zucca marsala e amaretti

Sono ormai 3 anni circa ,  che uso il Riso Vignola e riesce sempre a stupirmi, il loro impegno è sempre alto, amano ciò che fanno e si vede.

Quando assaggio per la prima volta una loro novità resto sempre incantata, mi viene in mente natura, tradizione, innovazione, cura, benessere, sicurezza e salute.

Oggi ho voluto provare il riso arborio coltivato sempre con il metodo della pacciamatura, come vi ho spiegato le scorsa volta 

Metodo che permette un grande risparmio d’acqua e di essere coltivato senza l’uso dei pesticidi.

Oggi vi propongo una ricetta autunnale, che sa della mia regione, il Piemonte.

Facile da preparare ma che vi farà fare sicuramente un figurone.

Risotto alla zucca marsala e amaretti

 

Ingredienti dose per circa 2 persone

Riso arborio biologico coltivato con il metodo della pacciamatura di Riso Vignola circa 250 grammi

Due amaretti non troppo grandi

Zucca circa 200 grammi

Un cucchiaio di panna da cucina

Qualche fettina di cipolla rossa

Burro circa 80 grammi o comunque quanto basta

Brodo vegetale ben caldo

Un bicchiere di Marsala all’uovo

Pecorino romano o parmigiano, quello che preferite.

sale qb

Un cucchiaio di concentrato di pomodoro

Procedimento

 

Lavare la zucca, togliere i semi e i fili, cuocerla a vapore per poco, quando i rebbi della forchetta entrano nella polpa, levarla dal fuoco, tagliarla a pezzi con la buccia (della zucca si mangia tutto) metterla dentro al boccale di un frullatore.

In una padella grande, mettere a tostare il riso, girando in continuazione con un mestolo di legno, facendo attenzione che non diventino scuri.

Frullare la zucca con un pò di brodo e panna da cucina, fino a quando non avremo ottenuto una crema.

Non appena il riso sarà ben tostato, aggiungere la cipolla rossa tritata e metà burro, più un cucchiaio di concentrato di pomodoro, rosolare tutto per pochi istanti, sfumiamo con Marsala.

Quando sarà un pò evaporato, aggiungere il brodo, poco alla volta, lasciandolo asciugare ogni volta, girando in continuazione il riso in modo che liberi tutto l’amido, andiamo avanti così fino a metà cottura, dove aggiungeremo la crema di zucca e altro brodo, girando di continuo, quando il riso risulterà al dente, lasciare asciugare il brodo, mantechiamolo lontano dalla fiamma con formaggio grattugiato e il burro restante, aggiustiamo di sale, versiamolo nei piatti, e sistemiamo sopra al risotto, briciole di amaretto.

Questa è la mia versione, spero vi piaccia,

Se volete rendere il risotto ancora più particolare, potete sporcare i bordi del piatto con poco cacao amaro.