Crea sito

Panini alla birra con lievito madre

Panini  alla birra con lievito madre

Panini alla birra con lievito madre

Nella cucina più antica si usava il termine cumpanaticum (oggi companatico) per indicare ogni preparazione che poteva accompagnarsi al pane, sottolineando il suo ruolo fondamentale.

Il pane era noto all’homo habilis, veniva preparato macinando fra due pietre dei cereali, e il prodotto così ottenuto era a sua volta mescolato con acqua,  veniva poi cotto su una pietra rovente.

Successivamente gli Egizi , scoprirono la fermentazione, con cui un impasto lasciato all’aria veniva cotto il giorno dopo; ne risultava un pane più soffice e fragrante.

Per gli Egizi il pane non era solo una fonte di cibo ma anche un’importante risorsa.

L’arte della panificazione passò poi in Grecia i quali divennero ottimi panificatori, ne producevano più di 100 qualità.

Gli  ingredienti erano vari, come latte, olio, formaggio, erbe aromatiche e miele, furono anche i primi a preparare il pane di notte.

Il pane è così intimamente legato alla vita dell’uomo che ne è diventato parte integrante

Ingredienti

Panini alla birra con lievito madre

140 grammi di lievito madre attivo

470 grammi farina 00
235 grammi parte liquida composta da, 150 di birra e il rimanente di acqua tiepida

meno di mezzo cucchiaino di miele

sale quanto basta

2 cucchiai abbondanti di olio extravergine di oliva Visconti Storie di Terra 

Procedimento

Panini alla birra con lievito madre

Il giorno prima, più o meno a metà mattinata, attivate il lievito madre rinfrescandolo, prendete il pezzo che vi serve e lo lasciate lievitare.

La sera verso le 20, mettete tutti gli ingredienti nella planetaria, compreso il lievito, impastate fino a quando il composto non si sarà ben incordato, lasciate lievitare coperto da pellicola trasparente bucherellata in un posto ben al caldo, fino al giorno dopo.

La mattina seguente, prendiamo il nostro impasto, lo idratiamo molto  bene con una miscela di acqua e olio di oliva, lo dividiamo in 4/5 pezzi, gli diamo la forma di una palla, lo incidiamo, una spruzzata di miscela  acqua e olio, spolverata di farina e lo lasciamo lievitare al caldo, circa 3 ore o comunque fino a quando i panini non saranno lievitati, facendo attenzione che non si allarghino troppo, devono lievitare in altezza e poco in larghezza.

Riscaldiamo l forno portandolo a 220 gradi, ventilato.

Sul fondo mettiamo una piccola teglia piena di acqua, per fare in modo che durante la cottura il pane sia in un ambiente ben idratato.

Inforniamo i nostro panini, cuociamoli per circa 20/25 minuti o comunque fino a quando non saranno dorati, per verificare che sono cotti, capovolgerli, dare un colpetto con le nocche, se suonano a vuoto sono pronti,  altrimenti li rimettiamo in forno ancora poco.

Lasciateli completamente raffreddare su di una gratella.

 

Panini alla birra con lievito madre

Panini alla birra con lievito madre

Panini alla birra con lievito madre