Crea sito

Mandu ravioli coreani con pollo e verdure

Mandu ravioli coreani con pollo e verdure

Mandu ravioli coreani con pollo e verdure

I mandu  sono dei ravioli di carne della stessa famiglia dei ravioli cinesi.

Sono stata in Corea questa estate e li ho mangiati sia di carne che di verdure, sono leggermente meno saporiti di quelli giapponesi o cinesi, ma comunque buoni, possono essere al vapore oppure fritti nell’olio ben croccanti.

Oggi vi propongo la versione di carne con pollo, leggeri ma saporiti.

Ravioli coreani con pollo e verdure

Ingredienti

Per la pasta ;

Farina 00 quanto basta

te matcha

erbetta verde

acqua qb

sale

Per il ripieno

pollo

verza o cavolo verde

cipollotti

cipolla

porro

zenzero

carota

pepe giapponese e coreano o normale

gomabura (olio di sesamo rosso)

salsa di soia

aglio

Per la salsa

Salsa di soia

aceto di vino di riso

peperoncino tritato

Procedimento

Ravioli coreani con pollo e verdure

Dividete la farina in due parti uguali, in due ciotole diverse.

Fate bollire le erbette, scolatele e frullatele assieme al del te matcha (poco)

In una ciotola unite la polpa verde preparata con le erbette alla farina, un mestolo di te matcha e ancora farina, fino a quando non avremo ottenuto un impasto compatto, morbido ed omogeneo.

Nell’altra ciotola, aggiungete solo acqua e create un panetto bianco della stessa dimensione.

Con un coltello grosso e affilato, riducete in poltiglia il pollo.

Tagliate a pezzetti molto piccoli tutte le verdure.

Prendete una padella, fatela scaldare, non appena sarà ben calda, aggiungete olio di semi, versate le verdure e soffriggetele per qualche istante, sfumatele con del te matcha oppure solo brodo di verdure, non appena si saranno cotte, scolatele ed unitele al pollo, condite con della soia e gomabura.

Mescolate bene fino a quando il composto non sarà diventato simile ad una crema.

A questo punto con gli impasti, formiamo due salamini lunghi, uno bianco e uno verde.

Allarghiamo la parte verde e posizioniamoci nel mezzo l’impasto bianco, avvolgiamolo completamente con il verde, andiamo avanti ad allargare il salamino con le mani, con l’aiuto di un coltello affilato tagliamo dei cilindri di media grandezza.

Con un mattarello possibilmente non troppo grande, allargate i  cilindri fino a formare dei dischetti dentro i quali andremo a  posizionare nel mezzo un mucchietto di impasto, richiudendoli formiamo una mezza luna e poi uniamo le due estremità, ottenendo una specie di tortellino chiuso.

Li possiamo cuocere a vapore , bolliti oppure fritti o alla piastra.