Crea sito

La Ferrata di Manfredonia

La farrata è una torta rustica che tradizionalmente si serve a Carnevale nella città di Manfredonia. Si chiama così perché composta di farro o grano,  altri ingredienti sono ricotta, maggiorana, cannella, sale e pepe.

Pare che l’origine di questo rustico così antico risalga ad epoche romane e che venisse servito durante i riti matrimoniali che venivano celebrati spezzando e offrendo agli sposi una focaccia di farro (grano). Questi, mangiandola consacravano la loro unione. Oggi viene consumato a Manfredonia soprattutto nel periodo di carnevale. In seguito divenne un tipico prodotto quaresimale.

La Ferrata di Manfredonia

La Ferrata di Manfredonia

La Ferrata di Manfredonia

INGREDIENTI PER LA PASTA SFOGLIA

INGREDIENTI PER IL RIPIENO

  • 500 grammi di ricotta fresca di pecora
  • 500 grammi di farro (o grano) cotto o precotto Se il grano lo prendete fresco, QUI trovate il metodo per lavorarlo
  • 2 mazzetti di menta maggiorana fresca o secca
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • cannella q.b
  • 2 tuorli d’uovo sbattuti per spennellare la sfoglia superiore
Procedimento

La Ferrata di Manfredonia

La sera prima, preparate la sfoglia unendo farina acqua e sale, versando gli ingredienti poco alla volta, fino ad ottenere un impasto di consistenza media, non troppo morbido ma elastico, avvolgete tutto nella pellicola trasparente e lasciate riposare per tutta la notte.

Scolare bene la ricotta in modo che fuoriesca tutto il siero; pulite, lavate e asciugate le foglioline di menta maggiorana fresca.

Versare in una scodella la ricotta, il grano, la menta maggiorana, il sale e il pepe, amalgamate bene e lasciate riposare e insaporite per circa 50 minuti.

Stendete con un mattarello l’impasto in forma tonda e con un coppa pasta,  ricavate tanti cerchi, ripassateli ancora con il mattarello, fino a raggiungere uno spessore di circa 2 mm.

Prendere le sfoglie che fungeranno da base e mettete al centro due cucchiai di farcitura di ricotta precedentemente preparata con un pizzico di cannella se gradito, spennellate i bordi con le uova sbattute.Sovrapporre l’altra sfoglia circolare che fungerà da coperchio e chiudere ripiegando i bordi verso l’interno con le mani a mo’ di calzone, pizzicare e chiudere bene i lembi.

Cospargere con un pennello la sfoglia superiore e i bordi.

Bucherellare la parte superiore con uno stuzzicadenti o con i rebbi di una forchetta per evitare che fuoriesca il ripieno; preparare delle teglie ricoperte da carta da forno o cosparse di olio e farina e infornare a 180° per circa 30 minuti. Appena le farrate risulteranno ben dorate saranno pronte.

La Ferrata di Manfredonia

La Ferrata di Manfredonia

La Ferrata di Manfredonia

La Ferrata di Manfredonia