Crea sito

Arista di maiale al latte aromatizzata con liquore alla frutta secca

Arista di maiale al latte aromatizzata con liquore alla frutta secca

Arista di maiale al latte aromatizzata con liquore alla frutta secca

 

Per la cottura ho usato la padella in pietra ollare della ARTESTONE GAGGI ARTISTICA  davvero ve la consiglio, è fantastica, si possono preparare piatti anche senza grassi, mi trovo davvero bene e va sia sul fuoco che nel forno.

Avete mai cucinato l’arista ? Io l’adoro! La preparo spesso, e questa è la mia ricetta segreta… 😉

Il termine arista si riferisce alla schiena del maiale macellato, fino al lombo.

L’arista è un piatto tipico della cucina toscana, fatta arrosto oppure allo spiedo, aromatizzata.

La leggenda vuole che il termine arista sia nato a Firenze nel 1439, durante il concilio ecumenico della Chiesa romana e greca, voluto da Cosimo il Vecchio,  nella sua città.

Durante un pranzo infatti, pare che il cardinale greco Basilio Bessarione, dopo aver assaggiato un arrosto abbia esclamato: “Aristos!” (“il migliore” in greco).

I fiorentini presenti credettero che quel nome indicasse uno specifico pezzo di carne e, trovandolo simpatico, lo ripeterono così tanto che la lombata di maiale fu poi appellata col termine di arista.

L’arista di solito viene preparata dal macellaio legata con pezzi di frutta, prosciutto, oppure pancetta, nel caso fatevela fare così.

Per la marinatura dovete avere

Arista di maiale al latte aromatizzata con liquore alla frutta secca 1

  • latte qb
  • liquore alla frutta secca BOMAPI almeno mezzo bicchiere  non è molto alcolico 20 volumi non è tanto, magari ne mettete anche un po’ di piu’ ‘.
  • bacche di ginepro
  • pepe nero
  • noce moscata
  • 4 carote grosse
  • mezza cipolla rossa
  • uno spicchio d’aglio
  • desano
  • alloro
  • rosmarino
  • alcune fette di mela
  • alcune fette di arancio
  • olio di oliva extravergine due cucchiai

 

Procedimento

11118546_10205657669434591_1348145013_n

Mettete l’arista dentro ad un capiente contenitore,  unite le verdure tagliate a pezzi, la carota, la cipolla rossa, l’alloro, il rosmarino, l’aglio,le bacche di ginepro, la noce moscata, il pepe, il latte e il liquore alla frutta secca e il latte.

La marinatura deve coprire il pezzo di arista. La mettete nel frigo a marinare per almeno 5 o 6 ore.

Trascorso il tempo, prendete una padella ,mettete dell’olio di oliva extravergine e fate soffriggere solo l’arista senza verdura, deve rosolare bene sia da una parte che dall’altra, a questo punto unite qualche pezzo di cipolla e carota, fate soffriggere un po’ e poi versate tutta la marinatura, fate cuocere così per almeno 15 minuti.

A questo punto, trasferite la padella nel forno (quella che uso io va sia nel forno che sul fuoco), continuate la cottura in forno, facendo attenzione che non asciughi troppo, nel caso aggiungete altro latte o brodo.

Cuocete nel forno a 190, statico, per circa 20/30 minuti, almeno fino a quando la nostra arista non sara’ di un bel colore dorato, e il latte non si sara’ un po’ rappreso.

Al termine aggiustate di sale.

Nel frattempo , prendete tutte le verdure che si trovano dentro la padella con il latte e le frullate.

Affettate l’arista e servite con le fettine di frutta e la salsa ottenuta, piu’ un filo di olio extravergine e altro pepe.

 

La ricetta è un po’ lunga ma vi dico che ne vale davvero la pena.

NB: per una salsa al latte ancora piu’ appetitosa, aggiungeteci a freddo qualche cucchiaio di panna densa da cucina.

 10959230_10205061358887200_954850360_n

11119359_10205657669794600_289684363_n11173507_10205657668674572_1380163201_n11173723_10205657668834576_1669807043_n11118339_10205657669114583_557286062_n