zucchine ripiene di tonno di Gabriella

Come sempre sono alla ricerca di (o mi invento) ricette senza uova e/o latticini, che in casa mia evito, se posso. Ebbene, mi sembrava di ricordare che nel libro dell’Artusi ci fosse una ricetta di zucchine ripiene, definita “leggera”, a base di tonno.

L’ho trovata, però ne sono rimasta delusa. E non certo perché non apprezzi i piatti del Maestro, ma perché i suoi “zucchini di magro”, non erano quello che speravo: sono sì a base di tonno e non di carne, ma anche di uova e parmigiano. Niente: tali  ingredienti non sono certo adatti alle allergie di mio marito  ( uova, latte e latticini).

Così mi sono messa a lavorare con la mia testa, senza cercare ispirazione altrove.

E ho realizzato questo piatto non male:

Zucchine ripiene di tonno di Gabriella

Si tratta di zucchine non solo ripiene di tonno, ma anche senza uova, latte o latticini. Tanto sapore per tutti, anche  allergici e intolleranti

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 3 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

secondi

  • 5-6 Zucchine (di media grandezza)
  • 160 g Tonno sott'olio
  • 2 cucchiaini Semi di chia (in poco latte vegetale)
  • 4-5 cucchiai Pangrattato
  • 1 Scalogno
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 ciuffo Prezzemolo
  • 1 cucchiaino Olio evo
  • 2 cucchiai Salsa di soia (se gradita)
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. La cosa più delicata e impegnativa è quella di svuotare le zucchine senza sciuparle. Io preferisco sempre tagliarle in due – tre pezzi, in modo da ottenere dei tronchetti, che poi svuoto completamente aiutandomi con un cucchiaino e/o, se serve, con un coltello da tavola. Più la zucchina verrà svuotata, più il risultato finale sarà migliore, non solo dal punto di vista estetico, ma anche per quanto concerne il gusto.

    Cospargere un po’ di sale all’interno di ogni pezzetto, per far perdere parte del liquido di vegetazione.

  2. Nel frattempo mettere a bagno per qualche minuto in poco latte vegetale non dolcificato i semi di chia, finché non avranno raggiunto una consistenza gelatinosa. Frullare assieme il tonno scolato di una buona parte de suo olio, l’aglio, lo scalogno, il prezzemolo, parte dell’interno delle zucchine, i semi di chia insieme al latte vegetale con il quale sono stati a mollo, e 4-5 cucchiai di pan grattato, fino ad ottenere una giusta consistenza (come di un impasto per polpettine molto morbide). Aggiustare il sapore con il sale e un po’ di salsa di soia, se gradita.

  3. A questo punto riempire i tocchetti di zucchine svuotati ed asciugati con l’impasto preparato, e aggiustarli sul fondo di una friggitrice ad aria unta con pochi spruzzi di olio evo. Dopo un’altra spruzzatina d’olio sulla superficie delle zucchine, chiudere la friggitrice, e far cuocere circa 20 minuti a 230° .

  4. Termino questa semplice ricetta con una frase che usa l’Artusi per la sua, quella che non ho potuto usare: “Se li farete con attenzione, vi riusciranno tanto buoni da non crederci”.Frase che in effetti si adatta a tante ricette, anche alle più semplici

  5. Precisazioni:

    • I tempi e le temperature di cottura possono variare a seconda della friggitrice ad aria: ognuno si deve basare sulla propria esperienza, e sulle istruzioni della friggitrice.
    • Le zucchine così preparate si possono cuocere anche nel forno elettrico (ma con le temperature estive la mia cucina si trasformerebbe essa stessa in un forno..) o nel fornetto estense. In quest’ultimo caso si possono usare anche le due teglie in dotazione, disposte su due piani, come spiegato nelle istruzioni del fornetto stesso.
    • I semi di chia in questa ricetta sostituiscono le uova: hanno la funzione di aggregare i vari ingredienti del ripieno, senza far acquistare al piatto retrogusti sgradevoli. Poiché sono semi oleosi (costituiti da grassi “buoni”) non occorre aggiungere molto olio al piatto

Note

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Treccia dolce Successivo Strudel in versione leggera