Pizza senza pizza

Parecchi anni fa, quando ancora mio figlio era un bambino, spesso mi chiedeva: “Mamma, me la fai la pizza senza pizza?”

E io, tutta orgogliosa, mi mettevo a preparare questo piatto facilissimo che mi permetteva di far bella figura con mio figlio, in genere grande estimatore solo della cucina altri.

In effetti ero riuscita a rendere gradevole, accattivante, questo manicaretto adatto a mamme come me, che allora non sapevo proprio da dove cominciare per fare un impasto per pizza degno di questo nome.

dav

E poi, perfino un ristorante di Firenze, dove ci recavamo spesso, aveva nel menù proprio questa voce: “Pizza senza pizza”.

E’ un piatto che ha bisogno di poca perizia, ma occorre saperlo presentare nel modo giusto: in terrine individuali, e appoggiate sulla tavola con una bella protezione (sottopiatto in vimini o legno), e tante raccomandazioni ai commensali, perché stiano attenti a non scottarsi.

Ingredienti per 2 terrine:

    • una scatola o due di polpa rustica di pomodoro
    • uno spicchio d’aglio
    • sale quanto basta
    • olio evo, senza esagerare
    • origano, basilico
    • 100 grammi di mozzarella per ciascuna terrina
    • Dei contenitori in coccio individuali, che reggano le alte temperature
    • Pane casereccio a fette, abbrustolito, o fette tipo Wasa, a piacere.
la salsa al fuoco

 

Preparare la salsa di pomodoro, concentrandola bene, perché perda gran parte della sua acqua. Attualmente mi attengo alla ricetta di Giovanna Buono https://blog.pianetadonna.it/msp/salsa-per-pizza-light/. L’autrice fa soffriggere in pochissimo olio uno spicchio d’aglio, aggiunge la polpa di pomodoro, il  sala, e tiene al fuoco per una mezz’ora, riparando il pentolino con una reticella, per proteggere la cucina dagli schizzi, quindi aggiunge origano e basilico, se graditi.

 

Portare il forno sui 200°, mettere in ognuna delle terrine la salsa, la mozzarella a pezzetti, un altro po’di origano e basilico, e tenere a “cuocere” (se così si può dire), finchè la mozzarella non sarà sciolta. Servire in tavola nelle stesse ciotoline, e accompagnare con le fette del pane preferito, meglio se tostato.

E la pizza? La pizza non c’è, c’è solo il suo condimento..

Precedente fiori di zucca fritti in friggitrice ad aria, senza latticini né uova Successivo pizza in estense su refrattaria