frittelline di mele

 

fritt blogEra un po’ che cercavo un dolce di carnevale che potesse andare bene anche per mio marito: “non uova, non latte e latticini, sì… golosità”. E che andasse bene anche a me: con indice glicemico non elevato.
Niente: la schiacciata fiorentina , le chiacchiere , gli struffoli, i pur semplici dolci della nostra tradizione contengono tuttavia o uova, o burro, o latte o proprio tutti e tre gli ingredienti di cui sopra.
Non amo inventare le ricette, ma questa volta mi sono buttata.
Frittelle di mele a modo mio
Qualche bella mela dolce e matura
Farina integrale finissima
Pinoli ( diciamo ½-1 bustina)
La scorza grattugiata di un limone non trattato
Due bei pizzichi di cannella in polvere
Acqua minerale frizzante freddissima
Qualche cucchiaio di fruttosio (la quantità dipende dai gusti e dalla dolcezza delle mele)
Un pizzico di sale
Abbondante olio di arachidi
Sbucciare le mele e ridurle a pezzettini. Fare una pastella piuttosto fluida (ma non liquidissima, perché assorbirebbe troppo l’olio di frittura), con la farina e l’acqua, aggiungervi i pinoli, la cannella, lo zucchero, la scorza grattugiata del limone (solo la parte gialla).
Versarla sulle mele ed amalgamare il tutto.

fritt olio blog
Scaldare l’olio, provandone la temperatura versandoci dentro un pochino di pasta: quando l’olio sfrigolerà allegramente , vorrà dire che si è raggiunta la giusta temperatura. Versare la pastella con le mele a cucchiaiate, e rigirarle una sola volta durante la cottura. Si otterranno frittelle di un bel colore dorato, da spolverizzare di fruttosio a velo e da mangiare subito, belle calde.

Precedente Verdure al cartoccio Successivo da oggi si cambia!

Un commento su “frittelline di mele

  1. Marisa Milani il said:

    Brava Gabriella…queste frittelle le voglio proprio provare ,anche io devo tenere d’occhio l’indice glicemico!

I commenti sono chiusi.