frittelline di mele senza latte o uova, e non fritte

A carnevale è davvero difficile mettere d’accordo tutte le mie esigenze in fatto di dolcetti. Perchè non vorrei rinunciare ai sapori dell’infanzia (mio padre preparava delle deliziose frittelline di mele). E d’altra parte mi piacerebbe gustarle in famiglia, con mio marito che è allergico a uova e latte. Infine, per quanto riguarda me, non mi piace introdurre nella mia dieta cibi fritti, no davvero. In questa ricetta, incredibilmente,  sono riuscita in quella che mi era  sembrata una missione impossibile: ottenere frittelle con gli aromi e i sapori di tanti anni fà, fra l’altro senza bisogno di latte o uova ( che non erano presenti nemmeno in quelle del mio babbo). E il fatto di non averle fritte me le ha fatte gustare a cuor leggero. Ve lo confesso: senza olio o strutto le ho trovate anche migliori: nessun pericolo che si imbevano troppo di condimento grasso, per il semplice motivo che..non ce n’è!

  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 2 Mele Golden (a pezzetti)
  • 6 cucchiai Farina tipo 1 o 0
  • 1 Scorza di limone (grattugiata)
  • 2 cucchiaini Cannella in polvere
  • 1/2 bicchiere Acqua gassata (freddissima)
  • 2-3 cucchiai Zucchero (o "stevia" quanto basta)

Preparazione

  1. Preparare una pastella di giusta consistenza, nè troppo liquida, ma nemmeno troppo soda, mescolando la farina, lo zucchero o la stevia e la cannella in polvere. Questo è un passaggio semplice, ma delicato, perchè la consistenza della pastella va sperimentata personalmente, per non avere frittelle nè troppo basse nè troppo dure.

  2. Quindi unire alla pastella le mele a pezzettini mescolate con la scorza di limone grattugiata. Nella foto è mostrato l’aspetto che dovrà avere l’impasto.

  3. Con l’aiuto di un cucchiaio e un cucchiaino ho sistemato sulla base antiaderente di una teglietta apribile quadrata ( che uso raramente),unta con pochissimo olio (per sicurezza) dei mucchietti di impasto. A me, con le quantità che ho indicato, ne sono venuti 10. Mettere in forno ventilato già portato a 220°, e far cuocere per 8-10 minuti, o poco più: regolatevi osservando la doratura delle frittelline

  4. Personalmente, questa volta ho cotto le mie frittelline nella friggitrice ad aria, e mi sono comportata così: per 8 minuti le ho tenute alla  temperatura di 220 gr, poi le ho tolte dalla friggitrice, le ho girate e le ho fatte cuocere per altri due minuti alla stessa temperatura. Volendo,  spolverizzare la superficie con un po’ di zucchero a velo.

  5. Le mie frittelline sono venute proprio bene: leggere, digeribili e profumatissime. Fra l’altro sono buone calde, ma anche fredde di frigorifero. E mantengono la loro morbidezza perfino nel caso le volessimo riscaldare. Cosa aggiungere? Che sono davvero soddisfatta.Sì, perchè in fondo questi dolcetti, pur così semplici, hanno avuto bisogno di un certo studio da parte mia, perchè risultassero perfetti (a mio parere, naturalmente) sia per il gusto che per la consistenza.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Cipolline in agrodolce superveloci Successivo e se parlassimo di Tiroide, di Ipotiroidismo?