Crea sito

Triglie al cartoccio

Triglie al cartoccio

 

Le triglie sono sempre state uno dei miei pesci preferiti nonostante siano – ammettiamolo – davvero piene di spine! Quando ero piccola le pulivo con estrema pazienza e precisione certosina, crescendo invece ho perso la pazienza e quindi, se posso, tendo a comprare quelle più grandi che hanno spine più facilmente individuabili in mezzo alla polpa.

Questa ricetta è estremamente semplice, infatti quando sono fresche le triglie sono talmente saporite che non mi piace caricarle di condimenti e preferisco limitarmi a quelli che, pur esaltandone le caratteristiche, mi consentono di apprezzarne il gusto autentico.

 

ingredienti per 4 persone:

• 8 triglie medie  • 4 spicchi d’aglio  • 2 pomodori secchi  • prezzemolo  • olio extravergine d’oliva  • sale

 

La preparazione delle triglie al cartoccio è davvero semplice e veloce! Innanzitutto apro con delle forbici la pancia dei pesci ed elimino le interiora, se preferite questa operazione potete farla fare anche al vostro pescivendolo di fiducia. Sciacquo le triglie in acqua corrente, facendo attenzione a pulire bene anche l’interno della pancia in modo che non rimangano residui amarognoli di interiora. Volendo posso eliminare anche le squame ma non è necessario perchè tanto il pesce andrà spellato una volta cotto. Tampono le triglie con la carta assorbente.

Preparo un trito di prezzemolo, aglio e pomodoro secco. Farcisco ad una ad una l’interno delle pance delle triglie con il trito ed un filo d’olio, le adagio in un pezzo di carta forno e aggiungo anche all’esterno un po’ di trito ed un filo d’olio. Salo e chiudo bene il cartoccio, in questo modo il vapore rimarrà all’interno del pacchetto agevolando la cottura dei pesci. Si possono anche preparare cartocci da 2 triglie in modo da ottenere già le porzioni per ogni commensale.

Sistemo tutti i cartocci in una teglia ed inforno in forno già caldo a 220°C per circa 20 minuti.

Servo le triglie calde dentro il cartoccio.

 

 

 
 

1 Comment on Triglie al cartoccio

  1. Andrea
    Ottobre 9, 2014 at 3:48 pm (6 anni ago)

    Troppo buono!