Crea sito

Empanadas

12177355_10207993732663803_54095935_o

Oggi finalmente in cucina con… Natalì, in altre parole CUCINA ARGENTINA!! :)

Le empanadas sono dei fagottini succulenti di cui esistono tantissime versioni: possono essere ripiene di formaggio, di tonno, di prosciutto e formaggio, ma questi con la carne macinata sono i più classici e per questo motivo li abbiamo scelti! Anche la cottura può essere duplice: c’è chi preferisce friggerli per un risultato ancora più goloso, sebbene ahimè più calorico, chi invece preferisce cuocerli al forno, come nel nostro caso! In Argentina costituiscono un vero e proprio pasto unico, ma io penso che siano perfette anche per un aperitivo o un buffet per il loro formato piccolo e maneggevole! In linea di massima vanno via come il pane, quindi dubito che vi avanzeranno, in caso contrario potete tranquillamente congelarle crude o cotte e sarà sufficiente metterle in forno per portarle nuovamente in tavola calde e fragranti! :)

 


ingredienti per circa 24 empanadas:

Per la pasta: ▪ 500 gr di farina 00 ▪ 100 gr di strutto ▪ acqua ▪ sale   Per il ripieno:  ▪ 500 gr di carne macinata di bovino  ▪ 1 peperone grande o 2 piccoli  ▪3 cipolle bionde ▪ 2 cipollotti  ▪ 2 uova   ▪ 60 gr di olive verdi denocciolate  ▪ olio extravergine di oliva  ▪ sale  ▪ pepe nero   Per guarnire:  ▪ 1 uovo

 

Per prima cosa preparo la farcia, in questo modo avrà poi il tempo per raffreddarsi quando dovrò farcire le empanadas. Metto a cuocere in un pentolino colmo d’acqua le due uova in modo che diventino sode. Nel frattempo trito finemente le cipolle e le metto a soffriggere in una padella capiente insieme all’olio d’oliva. Quando saranno diventate morbide aggiungo il peperone tagliato a cubetti piccoli e lascio cuocere a fuoco vivace per qualche minuto. A questo punto aggiungo la carne trita, sale e pepe e faccio insaporire la carne fino a quando sarà cotta. In ultimo aggiungo le olive tagliate a pezzetti, le uova triturate anch’esse ed il cipollotto tritato finemente, faccio saltare per un minuto questi ingredienti ed il ripieno è pronto. Lo lascio raffreddare. In alcune ricette si aggiunge al ripieno l’uva passa, ma personalmente non la amo nelle preparazioni salate, dunque la lascio come ingrediente facoltativo.

Preparo l’impasto mescolando prima la farina con il sale e lo strutto, ed aggiungendo piano piano l’acqua tiepida fino a quando avrò ottenuto un composto morbido ed elastico.

Stendo l’impasto abbastanza sottile con un mattarello e con un coppa pasta (o una ciotolina) ricavo dei dischi di sfoglia del diametro di circa 8-10 cm. Verso all’interno uno o due cucchiai di composto, inumidisco i lembi del disco di pasta con acqua in modo da sigillarli e chiudo il disco a metà. Sigillo bene i bordi con i polpastrelli e poi eseguo la tipica chiusura repulgue cucendo i lembi di pasta verso l’interno nel fagottino in modo da formare una trecciolina. Proseguo fino al termine dell’impasto e del ripieno.

Sistemo le empanadas in una teglia rivestita di carta forno, le spennello con l’uovo sbattuto e le inforno a 200° C per circa 20-30 minuti, fino a quando saranno dorate in superficie. In questo modo l’impasto risulterò friabile e croccante ed il ripieno cremoso. In alternativa posso anche friggere le empanadas in abbondante olio di semi, in questo caso non sarà necessario spennellarle con l’uovo sbattuto.

Servo le empanadas calde.

 

12171209_10207993837266418_1672892904_o

12167805_10207993730663753_493991159_n

12167993_10207993727223667_1246734021_n

 
 

Comments are closed.