Pastigliaggio

Sono sempre pronta a sperimentare. Qualche tempo fa vi ho parlato della gum paste. Oggi invece vi parlo del pastigliaggio. E’ una pasta malleabile che serve per decorazioni particolari quali fiori o sculture, si riesce a stenderlo in modo molto sottile. Non ha bisogno di amido per essere lavorato, anzi è fondamentale ungersi un poco le mani con del grasso vegetale o strutto. Inoltre, contiene una piccola percentuale di aceto che serve per accelerare l’asciugatura., ma che non pregiudica il sapore. Può essere colorato durante la preparazione o anche dopo che è stato prodotto. Considerata la velocità con cui asciuga è bene dividere l’impasto in piccoli pezzi lasciando quelli inutilizzati avvolti bene in pellicola. Si conserva per parecchio tempo.

la ricetta che ho usata l’ho vista qui e qui e che riporto tale e quale

425 gr di zucchero a velo (sempre quello comprato)
75 gr di maizena
15 gr di glucosio
5 gr di colla di pesce
8 gr di aceto bianco
45 gr acqua

lasciare ammollare la colla di pesce nell’acqua, aggiungere il glucosio e sciogliere bene a bagnomaria. aggiungere l’aceto e versare nella ciotola del robot  dove si saranno mischiati zucchero a velo e maizena. azionare e lasciare mischiare bene. Rifinire la lavorazione su un tavolo unto di margarina o strutto.

Condivido con voi la mia prova di pastigliaggio.Un piccolo bocciolo di rosa.

Print Friendly
Vota questa ricetta:

Pastigliaggio

  • 4.00 / 55

10 Comments on Pastigliaggio

  1. Lucia
    16 settembre 2012 at 15:46 (2 anni ago)

    Ciao!! devo provarci.. io in questi giorni sono alle prese con la gum paste e nuove bamboline.. grazie per questa ricettina!!

    Rispondi
  2. antonella
    16 settembre 2012 at 17:50 (2 anni ago)

    quanto tempo si mantiene e come?????

    Rispondi
    • fornoincantato
      16 settembre 2012 at 20:55 (2 anni ago)

      l’ho appena fatta antonella, non ti so ancora dire. per ora è avvolta in pellicola trasparente ben stretta e dentro una scatola di plastica. vedremo…

      Rispondi
  3. Ginestra
    16 settembre 2012 at 21:55 (2 anni ago)

    Mi fido e provo :) devo fare le ali delle winx ;) grazie cummari :D un baciuzzo

    Rispondi
  4. lory&elisa
    18 settembre 2012 at 21:25 (2 anni ago)

    non conoscevo questa pasta, sono rimasta ancora alla pdz…ma mi piace sperimentare quindi… grazie

    Rispondi
  5. adele59
    20 settembre 2012 at 18:00 (2 anni ago)

    il pastigliaggio è commestibile?????

    Rispondi

Leave a Reply