Come pulire il pesce, istruzioni

Oggi ho deciso di darvi qualche istruzione su come pulire il pesce, se per caso non l’ha già fatto il vostro pescivendolo.

come pulire il pesce | istruzioni | fata antonella

Iniziamo dall’esterno:

1. Bisogna togliere le pinne, se possibile tutte altrimenti almeno quelle grosse e spinose, tirandole verso l’alto e recidendole alla basa con le forbici.

2. Bisogna ripulire il pesce dalle squame, soprattutto se grosse e cornee, mettendolo sul piano di lavoro e tenendolo per la coda, aiutandosi con uno strofinaccio per avere più presa, raschiare la pelle dalla coda verso la testa. C’è un attrezzo apposito (squamapesce) ma chi, come me, non ce l’ha va bene anche il dorso di un coltello. Per evitare che le squame vadano per tutta la cucina si può mettere il pesce nel lavandino con un pochino d’acqua.

Poi passiamo all’interno:

1. Se i pesci sono molto piccoli non sarebbe necessario, ma se anche voi siete come mio suocero ed avete tempo allora potete pulirli.

2. Si incide il ventre con un taglio che va dalla zona anale al mento e poi entrando con le mani si svuota. Ho letto che c’è anche un altro sistema, io non l’ho mai fatto, che per correttezza vi descrivo: si estraggono assieme interiora e branchie entrando con un dito piegato ad uncino nelle aperture ai lati della testa.

3. Si sciacqua il pesce sotto l’acqua corrente per togliere ogni residuo.

4. Si lascia sgocciolare bene e poi si asciuga ulteriormente o con un canovaccio o con un carta da cucina.

5. Nel caso della trota eliminare anche la riga rosso sangue che ricopre la spina centrale

A questo punto potete cuocere i pesci , ma se volete dei filetti ecco come procedere:

1. Prima di tutto occorre avere un coltello dalla lama lunga e flessibile.

2. Se i pesci sono tondi si taglia intorno alla testa, lungo il dorso e la pancia. Si mette il coltello tra la polpa e la lisca e, muovendosi verso la coda, si ricavano i 2 filetti. Se invece i pesci sono piatti si incide intorno alla testa, lungo il dorso e la lisca centrale e poi si separano i due filetti per lato.

Di solito la pelle si lascia anche se non viene mangiata ma perché aiuta a proteggere, nella cottura, la delicata polpa. Se però è troppo grassa o dovete toglierla si procede come per la sfilettatura, ovvero passando un coltello lungo e flessibile fra la pelle e la polpa. Nel caso dei filetti metterli sul piano di lavoro con la pelle verso il basso, poi tenendo saldamente un lembo di pelle già separato dalla parte della coda si fa passare il coltello tenendolo piatto. Se il pesce è troppo viscido strofinare mani e pesce con sale grosso o farina di mais.

 A questo punto BUON PESCE a tutti.

 Se vi capita di avere la Rana Pescatrice o Coda di Rospo per tagliarla a tranci andate al post: Coda di rospo con crema di piselli

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Porri aromatici, ricetta dietetica Successivo Arrivederci , Poesia

Un commento su “Come pulire il pesce, istruzioni

  1. Che bel tutorial, io sono totalmente incapace in questo….evviva le mamme 🙂 Ne approfitto per invitarti al mio nuovo contest appena partito “Mangiare ti fa bella” …ricette sane e con poche calorie ma senza rinunciare al gusto! Ti aspetto!! Un bacione!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.