Ciambella della vigilia, ricetta dolci

La Ciambella della Vigilia è forse l’unica torta che mi è sempre riuscita bene e che ho fatto, dopo il disastro del Danubio Dolce, da portare in azienda.
La Ciambella della Vigilia è una ricetta che avevo trovato sul Manuale di Nonna Papera, regalatomi dai miei genitori un natale degli anni ’70 e che ho tuttora, che spiega in maniera un pò stravagante le ricette e le origini di esse. Ecco che cosa dice a proposito di questa torta:
“Siamo infatti alla vigilia…delle Crociate! Gran daffare quindi un pò dappertutto; nei castelli, nei villaggi e nelle città. Tutto il mondo cristiano si sente moralmente impegnato a liberare la Terra Santa dai Turchi e i Turchi sono naturalmente decisi a non mollare. In ogni modo, mentre il fabbro prepara la cotta per il suo signore, Nonna Papera dà un’occhiata alla ciambella per vedere se è cotta!” Questo nel capitolo “Scattano i mille ovvero siamo intorno all’anno 1000”.

ciambella della vigilia ricetta dolci fataantonella

Dopo un pò di storia passiamo alla ricetta, che non è proprio indicata per chi è a dieta:

La Ciambella della Vigilia

Ingredienti:

  • Zucchero gr.250
  • Burro gr.250
  • Farina Manitoba gr.250
  • Uova 4
  • Scorza d’arancia e/o di limone
  • Sale un pizzico
  • Burro o pochissimo Olio per ungere la teglia
  • Pane grattugiato

Procedimento:

  1. Tritare le scorze degli agrumi.
  2. Far sciogliere lentamente il burro senza farlo bollire.
  3. Schiacciare 15 amaretti sino a ridurli a pezzetti piccolissimi, non proprio polvere.
  4. Mettere le uova intere in una zuppiera, unire lo zucchero e montare bene con il frullino.
  5. Aggiungere un pò per volta la farina, aggiungendola solo quando è stata tutta assorbita.
  6. Nella stessa maniera aggiungere le scorze ed infine il sale.
  7. Quando tutti gli ingredienti sono amalgamati bene aggiungere il burro e mescolare bene finché è tutto assorbito.
  8. Ungere la teglia per ciambella con un pò di olio.
  9. Spolverare con il pane grattugiato e vuotando quello che non è rimasto attaccato alle pareti.
  10. Mettere in forno freddo a 180 gradi sullo statico per 30 minuti.
  11. Lasciare la Ciambella della Vigilia a raffreddare in forno.

Volendo nell’impasto si può aggiungere anche altri ingredienti:

  • Amaretti triturati ma non troppo fine (come ho fatto io che no tritati 15 – se volete che si senta di più il gusto aumenate la quantità)
  • Pinoli interi
  • Uvetta ammollata in un pò di liquore
  • Frutta secca tagliata a pezzetti
  • Frutta fresca tagliata a pezzi

Altra cosa che si può fare è mettere al posto del pane grattato degli amaretti triturati grossolanamente ( io ne ho usati 8) e poi lasciati sul fondo quelli che non sono rimasti appiccicati al burro/ olio

ciambella della vigilia ricetta dolci fataantonella

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Ricetta Danubio dolce, un piccolo disastro Successivo Carcoforo Alpe Piovale, trekking

2 commenti su “Ciambella della vigilia, ricetta dolci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.