Petto di pollo alla carbonara

Petto di pollo alla carbonara ricetta semplice di fantasie a tavolaRappresenta l’ideale per chi desidera liberare la propria fantasia in cucina, nel rispetto dei sapori tradizionali. E’ il prodotto per eccellenza che non manca mai nella dispensa di ogni casa, ed è spesso la soluzione alla ricetta della giornata. Si può fare in tantissimi modi, grigliato, al forno, al limone, alla pizzaiola, al vino, alla birra ect. ect. ma sicuramente mai lo avete fatto alla carbonara. Un piatto semplice e dai sapori nuovi.

Ingredienti per 2 persone:

–          4/6 petti

–          2 uova fresche

–          1 limone

–          Sale, parmigiano, prezzemolo q.b.

Preparaziome:

In un recipiente battete le uova con il succo di un limone, una spolverata di parmigiano e un po’ di prezzemolo.

Petto di pollo alla carbonara ricetta semplice di fantasie a tavola

Petto di pollo alla carbonara ricetta semplice di fantasie a tavola

 

 

 

 

Intanto in una padella fate soffriggere, in olio di oliva, uno spicchio di aglio che  una volta imbiondito toglierete, poi dorate un pò per parte i petti di pollo, quindi salate leggermente.

Petto di pollo alla carbonara ricetta semplice di fantasie a tavolaPetto di pollo alla carbonara ricetta semplice di fantasie a tavola

 

 

 

 

Petto di pollo alla carbonara ricetta semplice di fantasie a tavola

 

 

 

 

Togliete dal fuoco e versate sopra il preparato con le uova. A questo punto riportate la padella sul fornello per alcuni minuti finchè l’uovo non inizi ad raggrumarsi.

Petto di pollo alla carbonara ricetta semplice di fantasie a tavola

 

 

 

 

Servite ben caldi con una spolverata di parmigiano e prezzemolo.

Petto di pollo alla carbonara ricetta semplice di fantasie a tavola

 

 

 

 

BUON APPETITO

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Tonnarelli alla lupara Successivo Piccantino di Rosa

Un commento su “Petto di pollo alla carbonara

  1. Emanuela il said:

    Che bell’aspetto! Deve essere squisito…..certamente per la mia dieta è un pò pesantino, ma lo proverò lo stesso! Complimenti al cuoco!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.