Maionese cacio e pepe pastorizzata

Maionese cacio e pepe pastorizzataMaionese cacio e pepe pastorizzata. La Maionese pastorizzata o cotta, è una ricetta semplice e veloce dalla consistenza liscia e corposa. La Maionese pastorizzata si prepara con olio e aceto riscaldato così da minimizzare i rischi per la salute. Il procedimento di pastorizzazione, riduce il rischio di contrarre un’infezione da salmonella. La maionese cacio e pepe pastorizzata, molto più sicura, e si può conservare in frigorifero per molti giorni, sicuramente una salsa adatta a tutte le occasioni.

Ingredienti:

  • 1 uovo intero
  • 150 gr. di olio di semi di girasole
  • 15 gr. di aceto di vino bianco
  • 3 cucchiaini di pecorino romano
  • Pepe q.b.
  • Sale q.b.

Procedimento:

In un bicchiere alto per frullatore ad immersione mettete l’uovo intero sale, pepe e i tre cucchiaini di pecorino. Pesare l’Olio e l’aceto in due contenitori e mettere da parte, dopo averli riscaldati a circa 75°(non devono fumare). Prendete l’aceto caldo e mettetelo nel bicchiere con l’uovo e amalgamate qualche secondo con il frullatore. Quindi aggiungere l’Olio caldo, precedentemente pesato, rigorosamente a filo e farlo scendere lentamente, montando a velocità alta, muovendo in su e in giù il frullatore. La maionese inizierà a montare, versare l’olio fino a quando vi renderete conto che la maionese a raggiunto una consistenza liscia e corposa. Versare la Maionese cotta ancora calda in un barattolo di vetro, precedentemente lavato, sterilizzato e ben asciutto. Poggiare il coperchio sul barattolo ma non chiuderlo, per non far creare vapore all’interno dello stesso, ma anche per non far asciugare troppo la Maionese cotta durante il tempo del raffreddamento. Appena completamente fredda, chiudere il barattolo e conservare in frigo per circa un mese.

Maionese cacio e pepe pastorizzata Maionese cacio e pepe pastorizzataBUONA CUCINA

Seguitemi anche su:  facebook1 Seguitemi su facebook googleplus1  Seguitemi su googleplus  Seguitemi su twitter

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Radicchio trevigiano e stracchino Successivo Polpo e patate

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.