Bombette pugliesi

Sono un perfetto cibo da strada, le bombette pugliesi: tanti sono i chioschi che le preparano, e le servono poi in scatolette di cartone. In Puglia, è uno dei piatti preferiti. Il suo nome lo spiega bene: si tratta di un bocconcino di carne arrotolata, una sorta di involtino che, una volta addentato, si traduce in una vera e propria esplosione di gusto. Diffuse un po’ in tutta la regione, le bombette sono originarie della Valle d’Itria, la regione della Puglia centrale compresa tra Bari e le province di Brindisi e Taranto. Si trovano in moltissime macellerie, coi loro ingredienti semplici, e quel sapore che sa di campagna: le fettine di capocollo (la coppa di maiale), tagliate sottili e al loro interno, i cubetti di quel formaggio saporito. L’importante è la cottura: deve essere lenta, preferibilmente fatta alla brace poiché, in questo modo, i grassi vengono espulsi in modo graduale e la carne diventa tanto morbida da sciogliersi in bocca. Se non si ha una brace a disposizione, si può ripiegare su di una padella oppure sul forno, disponendo le bombette sul fondo di un tegame o di una padella (anche in questo caso, la cottura dovrà comunque essere lenta).

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    1 ora
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    20 pezzi
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Fettine (Maiale) 20 fette
  • Pancetta 20 fette
  • Formaggio (Capocollo) 150 g
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Innanzitutto in macelleria chiedere delle fettine di capocollo tagliate sottili. Quindi disponete le fettine di carne su un tagliere e farcite con cubetti di formaggio caciocavallo, una fettina di pancetta, sale e pepe, quindi arrotolate e richiuse manualmente usando uno stuzzicadenti, sino a creare un vero e proprio “fagottino”. Disponete le bombette pugliesi sul fondo di un tegame o di una padella con un goccio d’acqua, e cuocete a fuoco lento, fin quando saranno ben dorate, poi servile calde.

    BUONA CUCINA

    Seguitemi anche su:  facebook1 Seguitemi su facebook googleplus1  Seguitemi su googleplus  Seguitemi su twitter

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Polpo e patate

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.