Crumpets con cioccolato al sale

il primo (bruciato sotto)

Dunque. Sono sempre stata fortemente attratta dal piglio critico con il quale le MTC girls prendono in considerazione un libro al mese, scelgono ognuna le ricette che preferiscono, e le riproducono, e con un microscopio le sezionano, dando analisi minuziosa di tutto: gli ingredienti, la precisione delle indicazioni della ricetta, i consigli su come eseguire al meglio.

Ora c’è la possibilità di partecipare a questo progetto, qua le indicazioni, in maniera non impegnativa, e seguendo le orme delle avanguardiste; è l’ideale per me, che sono così ammirata, e ammirevole nei confronti di qualcuna, che trovate qua e qua per esempio. Ammirazione silente, non commento quasi mai, ma leggo sempre, e ho tantissime delle loro ricette salvate dei miei link di cose da fare. Da loro ho imparato molto: da Stefania come fare il caramello per esempio, o il gelato senza gelatiera, o come riutilizzare il caffè avanzato facendo un semifreddo a dir poco eccezionale (che mi ha suggerito direttamente lei, io avevo chiesto aiuto per usare il caffè rimasto). Da Patty ho imparato come fare le bombette di carote (una cosa fantasmagorica, magica, ‘ste tortine alle carote e mandorle, così umide, così buone…), ricetta che cercavo da una vita, oppure l’arroz de leche.

E ora ho la possibilità di fingermi una dell’MTC anche io! :)

Ho scelto una ricetta di Patty, la trovate qua. L’avevo salvata nei preferiti appena l’aveva pubblicata. E’ stato proprio amore a prima vista. Ve la propongo per questo MTC Redone!

eccoli i crumpets

Non ho variato molto: al posto delle gocce di cioccolato ho usato cioccolato al sale di Modica che ho ridotto in scaglie, e che avevo comprato quest’estate (scorsa estate dovrei dire, sigh). Vale la pena fare un attimo di pubblicità per la dolceria presso cui ho fatto rifornimento. Si chiama Antica Dolceria Bonajuto ed è la più famosa di Modica -cittadina patrimonio Unesco tra l’altro-, nonchè la più antica della Sicilia. Qua trovate spiegazione di come si produce il loro cioccolato, a freddo. Vale la pena fare una lettura, o un salto, se ne avete la possibilità :) .

Ingredienti per 7 crumpets (a Patty ne sono venuti diversi… penso che il numero sia assolutamente variabile sulla base delle misure del coppapasta utilizzato):

  • 120 gr di farina 00
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di brown sugar (io avevo solo zucchero di canna, e ho usato quest’ultimo)
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di sale
  • 195 ml di latte intero
  • mezzo cucchiaio di olio di semi
  • 1 uovo grande
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia (io non li avevo, omessi)
  • 1 cucchiaio e mezzo di gocce di cioccolata (io ho usato, come dicevo prima, il cioccolato al sale, ridotto in scaglie)

In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti secchi: farina, cacao, i due zuccheri, il lievito e il sale.
In un’altra ciotola mescolare il resto: uovo, latte, olio.
Unire il tutto e mescolare. Aggiungere le scaglie di cioccolato.

il composto
Far raffreddare per mezz’ora in frigo.
Su una piastra antiaderente a fuoco medio, unta appena, appoggiare il coppapasta imburrati e versare cucchiaiate del composto per uno spessore di circa 1.5cm. Quando la superficie fa le bolle (ci vorranno c.ca 5/7 minuti) girarli e cuocerli dall’altro lato per altri minuti, circa 3.  Spolverare con zucchero a vel0 e mangiare, oppure ricoprire di marmellata alle mele, come ho fatto io.

i primi 3

Ora un’analisi critica:

  1. il primo l’ho bruciato, la parte sotto: il fuoco era troppo alto, io sono sempre troppo impaziente, e patatrac: il primo era bruciacchiato… ehm, nero proprio. Non l’ho fotografato per non ledere la mia dignità. Per i successivi sono stata paziente.
  2. Sarà che ho usato il cioccolato al sale, ma il cucchiaino di sale mi sembrava un goccino troppo. Non so se era l’unione di sale e cioccolato al sale, ma la prossima volta metterò solo mezzo cucchiaino di sale.
  3. Non ho imburrato il coppapasta, non avevo letto. Quindi non si sono staccati proprio perfettamente, ma il risultato è stato ottimo lo stesso.
  4. Ho un dubbio Patty. Quando la prima parte è cotta, come lo giro? Vale a dire, tolgo il coppapasta e il composto non versa dagli angoli e giro il crumpet senza danni, per finire di cuocerlo? Perchè la mia procedura è stata:
    1. ok è cotto un lato
    2. devo girarlo
    3. argh, come lo giro?
    4. niente panico
    5. prendo un guantone per non rischiare ustioni e giro il coppapasta e con una paletta faccio scendere il crumpet

Il punto 4 è stata la mia difficoltà!

Per il resto: grazie Patty, davvero. Erano buonissimi. Si sono conservati anche per la colazione del lunedì (li ho fatti sabato sera per la colazione della domenica).

Les jeux sont faits.

uno lo ricopriamo di marmellata va

 

Be Sociable, Share!
Questa voce è stata pubblicata in Ricette - dolci e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Crumpets con cioccolato al sale

  1. Patty scrive:

    Ti adoro! Non sai quanto mi faccia felice questo post. Perché tu rispondi a tutte le nostre speranze fiorite dal momento in cui abbiamo cominciato lo Starbooks. Hai preso fra le tue mani il progetto e lo hai fatto tuo e spero che continuerai a partecipare perché da Aprile, ovvero nei prossimissimi giorni, ci sarà una bellissima sorpresa che vi coinvolgerà personalmente.
    Intanto ti dico che le stesse difficoltà che hai avuto tu con i Crumpets, le ho affrontate io. Il primo l’ho bruciato.
    Il secondo ho preso le misure e sono stata brava e per girarlo, quando vedi che sopra ha già fatto le bollicine (che significa che sotto è cotto), devi solo togliere il coppapasta e con una paletta girarlo con delicatezza. Dopo il coppapasta non ti serve più. Anche se dovessero smontarsi un po’ i bordi, non importa, l’asimmetria è insignificante e poi puoi sempre tagliare eventuali strabordi con il coppapasta. Ma lui ti serve solo per la prima parte di cottura.
    Spero questi ti aiuti se li rifarai. Ti abbraccio forte e ti ringrazio di cuore, non sai quanto. Un bacione forte…..metto il link del tuo post sulla pagina Starbooks su FB.
    Pat

    • falentina scrive:

      Anche io ti dico Grazie, un grazie con la G maiuscola. :)
      Al prossimo giro. Non penso che mancherò. :)

  2. alessandra scrive:

    Corro il rischio di ripetere le stesse cose che ha scritto Patty poco fa, ma ha centrato il punto: è proprio questo quello a cui aspiravamo, quando abbiamo varato il progetto dello Starbooks- Redone: leggere le ricette in modo critico, senza aver paura di far notare gli eventuali errori, nostri o dell’autore del libro. Con umiltà, senza spocchia, ma con la spontaneità e la freschezza di chi ama la cucina in modo sincero e sfrutta il web come opportunità per crescere. Io stasera conosco un blog che mi era sfuggito- e anche questa, è una opportunità della rete!
    grazie ancora e buona serata

    • falentina scrive:

      Grazie Alessandra, sono davvero onorata… il fatto è che le belle parole fanno sempre un gran bene :)

  3. cristina b. scrive:

    ciao fale, piacere di conoscerti! sei stata bravissima :)
    non ho mai fatto i crumpets e credo che anch’io mi sarei trovata in difficoltà con i coppapasta :)
    grazie per aver partecipato nel perfetto spirito dello starbooks!

  4. Mapi scrive:

    Rischio di ripetermi anch’io, quindi passo direttamente ai ringraziamenti per esserti messa in gioco insieme a noi. :-)

    Pure io ogni volta che faccio crepes, pancakes o pastelle cotte alla piastra brucio regolarmente il primo pezzo, poi riesco a calibrare bene calore e tempi e gli ultimi pezzi sono sempre i migliori. ^_^

    Complimenti per la splendida riuscita dei tuoi crumpets e… ti aspettiamo ancora!!!