Torta alla confettura di frutta

torta alla confettura

C’era una volta una sfida. Si vabbè non voglio farla troppo avventurosa questa favola, perchè non lo è affatto, anzi, nasce come un gioco che mi piace fare, ossia sostituire in una ricetta alcuni ingredienti con altri che hanno la stessa funzione ma sono altra cosa. Questa volta è toccato allo zucchero che in una torta da forno è stato sostituito dalla confettura di frutta. Un pò come avevo fatto già per i miei plum cake, ma partendo questa volta da una montata burro e ricalibrando zuccheri e liquidi. Non sono calcoli impossibili ma un pò impegnativi, da nerd della cucina, ve li evito molto volentieri 😀 Quello che non vi evito però è il risultato, che mi ha lasciato senza parole. Non mi aspettavo un dolce così buono, di un soffice che, parola di goloso, non avevo mai provato prima in una torta da forno. E poi ha di buono una cosa fondamentale: il gusto e l’aroma lo scegliete voi scegliendo il gusto della confettura da usare. Potete scegliere quella che preferite, l’unica condizione è che contenga il 46% di zuccheri, cioè 46 gr su 100 gr di confettura ed è un dato che leggete sull’etichetta. Poi ho voluto esagerare nella sfida, e ho usato una farina molto particolare inviatami dal Molino Grassi come campionatura per partecipare al loro contest. Questa farina si chiama Manitoba della linea QB, ed è tutto l’opposto di quello che uno dal nome si aspetterebbe, ovvero è una farina debolissima (110 W), miscela di grano tenero Manitoba coltivato in modo biologico, farro spelta e segale. Ha aggiunto ad un dolce già buono quel tocco in più che lo ha reso davvero speciale. Bhe si lo ammetto, sta volta ho un sorriso a 32 denti per la gioia di quello che ho sfornato, quindi, vi spiego come fare.

TORTA ALLA CONFETTURA

Dose per una tortiera da 24 cm

  • 250 gr di burro
  • 250 gr di confettura al 46% di zucchero
  • 85 gr di miele
  • 110 gr di tuorli
  • 250 gr di farina 00 (io farina Manitoba Q.B. del Molino Grassi)
  • 2 gr di sale
  • 12 gr di lievito per dolci

Con le fruste montare il burro, che non deve essere freddo di frigorifero, con il miele e il sale. Lavorarlo per una decina di minuti fino a che non si abbia una bella massa areata e bianca, per poi aggiungere un cucchiaio alla volta la confettura. Di seguito è la volta dei tuorli, aggiungendone sempre un pò alla volta e facendo assorbire prima di aggiungerne altro. Smettere di montare e aggiungere la farina setacciata con il lievito, versandone a pioggia un pò alla volta e miscelando con una spatola larga dal basso verso l’alto delicatamente. Versare il composto in una teglia imburrata e infarinata, e lisciare la superficie prima di infornare in forno caldo a 175°C modalità statico. grigliaCuocerà per circa 35/40 minuti e in ogni caso controllare la cottura con la classica prova stecchino, cioè pungendo con uno stecco al centro del dolce, questo vien fuori pulito se è cotto. Sfornare, lasciar intiepidire e poi sformare lasciando raffreddare completamente su di una gratella. Io a dolce freddo ho decorato con zucchero a velo per un’esigenza fotografica 🙂 ma non essendoci zucchero nella ricetta, volendo rimanere in tema si può omettere questo passaggio o al massimo decorare con la confettura ponendo sul top della torta un anello di diametro più piccolo, riscaldare in un pentolino o a microonde la confettura e versandola sul dolce allargandola con un cucchiaio fino ai bordi dell’anello, per lo spessore di un paio di millimetri. Poi rimuovere l’anello.

Io non lo so perchè, forse potrebbe spiegarmelo un tecnologo alimentare, ma la confettura dona a questa torta una morbidezza davvero incredibile, e il gusto è davvero molto intenso. Per il dolce nella foto di copertina ho usato confettura di lamponi, per quello invece nella foto della fetta, confettura di albicocche, ma poi lo abbiam provato anche alle fragole, frutti di bosco, arancia, pesche. Cambia il sapore, cambia il colore del nostro dolce, ma quello che non cambia mai è la bontà che almeno in casa mia ha conquistato tutti, non riesco a sfornarlo che ho già i piccolini con il piatto in mano che aspettano una fetta 😀 Essendo venerdì Santo, io ed Eva ci tenevamo a farvi i nostri più cari auguri per una serena Pasqua colma di pace, e per non perderci di vista vi lascio come sempre la via per trovarci in giro, cioè sulla nostra pagina FB e nel nostro gruppo “Pasticciando con i Fables” che è diventato ormai una comunità di folli appassionati come noi che sfornano come i pazzi. Sorridete sempre, Claudio 😉

Blog_IMG_3161

“Con questa ricetta partecipo al contest di Molino Grassi”

1-impastando_CONTEST_2-1024x883Torta alla confettura Torta alla confettura Torta alla confettura Torta alla confettura Torta alla confettura Torta alla confettura Torta alla confettura Torta alla confettura Torta alla confettura Torta alla confettura Torta alla confettura 

Precedente Brioche multicereali al miele con frutta fresca Successivo Polpette di carne e ricotta

16 commenti su “Torta alla confettura di frutta

  1. Che bella foto!!! E che bella torta! Io per una così ti lascio tutte quelle con creme e cioccolato 😉 non sono una tecnologa ma azzardo una spiegazione: la pectina della confettura è una fibra solubile in grado di legare l’acqua per questo motivo potrebbe funzionare da emulsionante e conferire sofficità al dolce…

    • Fables de Sucre il said:

      Grazie per i complimenti Vale, da te sono molto apprezzati. Per la pectina, non lo so, perchè in realtà dovrebbe già essere legata nella confettura, e aver subito anche un processo di cottura e gelatinizzazione, quindi non so che ruolo possa avere in una seconda cottura. E’ uno sfizio che però appurerò… 😉

  2. ciao Claudio!!!
    questo tuo post mi fa sorridere…non solo l’unica che oltre a pasticciare in cucina (con i dolci più che altro) si mette a fare calcoli, percentuali, proporzioni, sostituzioni dopo aver consultato tabelle di composizione degli alimenti. 🙂
    (ammetto che sto diventando matta per comprendere il bilanciamento della frolla…che vedo diverso a seconda di chi lo racconta)

    quindi…applaudo al tuo esperimento riuscito!
    che permette di dolcificare scegliendo ogni volta un aroma diverso. bella trovata!

    ciao!!! e buona Pasqua!

  3. Non ho mai sentito qualcosa di così buono! Complimenti! Io purtroppo non avevo la vostra farina ma ho usato una farina di kamut del Molino Rossetti. Ha unaconsistenzaincredibile e come da voi detto il sapore é fantastico. Mi chiedevo potrei usare confettiera base di fruttosio!?? In che percentuali!?? Grazie mille e ancora complimenti, buona pasqua!

  4. serena il said:

    deve essere favolosa!!!
    ma se volessi farla con il lievito madre? per problemi alimentari, tollero solo quello…

    • Fables de Sucre il said:

      Il lievito chimico non è mai sostituibile con il lievito madre che invece sostituisce il lievito di birra…

  5. serena il said:

    mi piacerebbe molto fare questa torta ma posso solo tollerare lievito madre…come potrei modificare la ricetta usando quello?
    grazie!!!

    • Fables de Sucre il said:

      Ma questo è un dolce con lievito chimico, che non è mai sostituibile con il lievito madre che invece va usato nei lievitati in sostituzione del lievito di birra. Stai facendo una leggera confusione…

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.