Tiramisù con pavesini mono porzione

Tiramisù con pavesini.

E’ uno dei nostri dolci preferiti, parlo a nome anche di Claudio e ve ne sarete resi conto dalla massiccia presenza di TIRAMISU’ in tutte le forme che abbiamo sul blog. Dalla ricetta più elaborata a quella più easy, tutte senza l’uso di uova crude ovviamente. Abbiamo il Tiramisù di Iginio Massari in chiave moderna, abbiamo il classico Tiramisù con uova pastorizzate sempre Massari, abbiamo la Crostata Tiramisù che è stato un successone e vi è piaciuta tanto e poi la freschissima Cheesecake Tiramisù dall’effetto WOW. Ed è proprio da quest’ultima che “ho rubato” la crema per fare il Tiramisù con pavesini mono porzione, amichevolmente chiamato da noi anche Tiramisù 5.0. Vi dico solo che nell’ultimo mese, l’ho già fatto quattro volte, ed è la stessa crema al mascarpone delicata e leggera che ho usato anche per il Tiramisù alle Fragole. Poco sforzo, massima resa. Mi piace soprattutto perchè mantiene perfettamente la forma dei ciuffi e potete dressarla con il vostro beccuccio preferito e fare tante decorazioni diverse.

Tiramisù con pavesini:

(Dose per una pirofila rettangolare 22×18 h 6 cm
oppure 4 bicchieri da 250 ml)

Per la crema inglese:

  • 45 g di tuorlo d’uovo
  • 55 g di zucchero
  • 190 g di latte intero fresco
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 6 g di gelatina in fogli

Per la crema al mascarpone:

  • 200 g di crema inglese
  • 400 g di mascarpone
  • 240 g di panna fresca
  • 50 g di zucchero

Per il montaggio: 

  • 100 ml di caffè espresso
  • 10 g di zucchero
  • 50 g di pavesini (o se preferite altro)

NOTE: 

  1. Potete fare il Tiramisù con pavesini anche in un’unica teglia rettangolare, vi ho messo le misure come facciamo sempre prima degli ingredienti. I miei bicchieri sono belli grandi, quindi ne sono usciti quattro. Se usate bicchieri più piccoli ovviamente ve ne varranno un paio in più.
  2. Ho usato i PAVESINI per questo tiramisù perchè facendolo mono porzione il classico savoiardo avrebbe occupato troppo volume e non mi sarebbero venuti tre strati. Ma nulla vi vieta di usarli se vi piace di più.
  3. Ho fatto questa crema più volte, ho notato che cambiando marca al Mascarpone cambia la consistenza della crema. Se il mascarpone è troppo morbido vi conviene mettere UN GRAMMO di gelatina in più, altrimenti non terrà la forma dei ciuffi (sempre che li vogliate fare, chiaro). Viceversa se il vostro mascarpone è bello sodo, potete tranquillamente metterne UN GRAMMO in meno.
  4. Una volta fatta la crema DOVETE assolutamente metterla in frigo per permettere alla gelatina di far addensare il composto, quindi calcolate bene i tempi, ci vogliono 30/40 minuti circa.
  5. Leggete BENE la dose di gelatina, parlo di SEI GRAMMI e non sei fogli.
  6. Lo ZUCCHERO è in tre dosi, non ho sbagliato, nel post indico la dose per ogni singola preparazione.
  7. La PANNA è quella fresca da montare non zuccherata.

Procedimento:

Per prima cosa fate il caffè espresso, una volta pronto versatelo in un piatto fondo, zuccheratelo e mescolate bene, mettetelo da parte a raffreddare.

Nel frattempo facciamo una CREMA INGLESE portando il latte a bollore sul fuoco. Contemporaneamente, a parte, in una ciotola mescoliamo insieme i tuorli con i 55 g di zucchero e i semi estratti dalla bacca di vaniglia.

A bollore, togliere il latte dal fuoco e versarlo sui tuorli mescolando con una frusta. Ottenuto un composto omogeneo, riportare sul fuoco e sempre mescolando raggiungere la temperatura di 82°C misurati con un termometro da cucina.
Spegniamo la fiamma e versiamo in una ciotola di vetro filtrando con un colino. Pesiamone 200 g scartando il resto.

Idratiamo la GELATINA in fogli ammollandola in acqua FREDDA, dopo circa 10 minuti strizziamola bene e aggiungiamola alla crema inglese solo dopo che questa sia scesa di temperatura SOTTO i 60°C. Mescoliamo bene con una frusta per sciogliere bene la gelatina.

Nel frattempo in una ciotola ampia lavoriamo con il cucchiaio per ammorbidirlo il MASCARPONE che avremo lasciato un paio d’ore a temperatura ambiente. 

Aggiungiamo alla PANNA fresca gli altri 50 g di zucchero mescolando per farlo sciogliere, e montiamolasciando lucida e non ferma (semimontata).

Quando la crema inglese avrà raggiunto la temperatura di circa 30°C possiamo aggiungerla in più volte al mascarpone mescolando con una fusta per avere un composto omogeneo.

A questo poi andremo ad aggiungere la panna semimontata sempre in più volte e mescolando sempre con una spatola larga delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare il composto avendo così una cremamorbida e vellutata.

Mettiamo la ciotola con la CREMA al MASCARPONE in frigo ad addensarsi per circa 30/40 minuti, senza coprila. Per verificare la densità della crema basterà prelevarne un cucchiaino, se resta il segno è pronta.

Inserite metà della crema nella sac a poche e il resto lasciatelo in frigo, aggiungete la crema man mano che vi serve per non scaldarla con le mani, per fare il decoro che vedete in foto ho usato un beccuccio grande RIGATO come QUESTO che a me piace molto, ma potete usarlo anche a stella, liscio o quello che avete.

Prendete i bicchieri, le ciotoline o la pirofila che avete deciso di usare e fate uno strato di crema sul fondo. Semplicemente con la sac a poche fate tanti ciuffetti tutti attaccati fino a coprire il fondo.

Potrebbe essere necessario, soprattutto se fate le mono porzioni, tagliare a misura i biscotti per inserirli nel bicchiere, fatelo prima di inzupparli. Basta semplicemente un coltello.

Bagnate i biscotti pochi secondi nel caffè e fate uno strato sopra la crema. Altro giro di crema a ciuffi, biscotti inzuppati, crema, ancora biscotti (terzo strato) ed infine crema per terminare il bicchiere.

Spolverate con cacao amaro e conservate il tiramisù con pavesini in frigo almeno due ore prima di servirlo.

Insomma chissà ancora quante versioni di tiramisù verranno dopo il 5.0 😉 

Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook,o nel nostro allegro e sempre in fermento Gruppo FB, passate a trovarci vi aspettiamo. Eva

Precedente Tiramisù alle fragole Successivo Zucchine sabbiose facilissime

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.