Tartufi di cioccolato di Montersino

Tartufi di cioccolatoQuesto è un dolcetto da fare al volo di quelli che se ti invitano a pranzo all’ultimo momento, oppure ti chiama un’amica che passa dopo cena a bere il caffè potete fare senza impazzire. Ci vogliono circa 20 minuti di lavoro e 1 ora di frigo. Confezionati sono carini anche da regalare come cioccolatini. Era una domenica triste e piovosa e avevo deciso di non cucinare, questi sono senza cottura e quindi perfetti, non stavo mica cucinando! Fate attenzione perchè non riuscirete a smettere, infatti ho ridotto parecchio la ricetta di Luca Montersino che la dava per 80 tartufi, io ne ho fatti 20, so furba 😉 . Inoltre in corso d’opera ci siamo resi conto che rispetto alla ricetta del libro, c’erano state delle correzioni che riportiamo di seguito. Se vi servissero da regalare o per una festa di compleanno: raddoppiate semplicemente tutti gli ingredienti. Cioccolatosi e golosissimi, pronti in un attimo come vi dicevo prima.

Tartufi di cioccolato:

(Dose per 20 tartufi da 25 gr l’uno, circa)

  • 125 gr di biscotti secchi
  • 50 gr di zucchero a velo
  • 75 gr di granella di nocciole
  • 25 gr di burro (possibilmente chiarificato)
  • 40 gr di pasta di nocciole
  • 100 gr di cioccolato fondente
  • 65 gr di cioccolato al latte
  • Cacao in polvere

Il burro chiarificato in questa ricetta viene utilizzato a scopo di una lunga conservazione del prodotto, se volete farlo da voi QUI trovate come fare. Se invece consumate i tartufi nel giro di un paio di giorni massimo potete usare il burro normale che non compromette la riuscita della ricetta.

Ponete i biscotti secchi all’interno di un canovaccio pulito, ripiegatelo in maniera da contenere i biscotti e con il batticarne riduceteli a piccoli pezzettini. Raccogliete i biscotti sbriciolati in una ciotola. A bagnomaria sciogliete i due cioccolati dopo averli ridotti grossolanamente a pezzi, una volta sciolti spegnete il fuoco, unite il burro e la pasta di nocciole. Mescolate bene in maniera che il composto sia omogeneo. Aggiungete al composto di cioccolata anche la granella di nocciole, sempre mescolando bene facendo in modo che si distribuisca in maniera omogenea e infine lo zucchero a velo e i biscotti secchi sbriciolati. Fate riposare il composto in frigo, per circa 1 ora, coperto con pellicola.

1536733_695289233837761_1377771765_n

Toglietelo dal frigo, versate in un piatto fondo del cacao in polvere, formate delle palline irregolari con le mani e fatele rotolare nel cacao in maniera da ricoprire tutta la loro superficie. Adagiatele su un piattino e lasciatele riposare a temperatura ambiente almeno un paio d’ore prima di servire.

Se vi piace il cioccolato non ci sono dubbi che questa ricetta fa per voi. Sono deliziosi, golosi e troppo carini. Eva

Vi invitiamo a fare un giro sulla nostra Fanpage su Facebook e nel nostro gruppo, Pasticciando con i Fables, dove è nata una bella comunità di appassionati che si aiuta gli un gli altri e dove organizziamo dei “facciamolo insieme”. 😉 

1530361_693502897349728_2011072587_n

1506768_693502924016392_1472322834_n

Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato Tartufi di cioccolato 

Precedente Canederli alla Trentina Successivo Patate al forno con verza e asiago

17 commenti su “Tartufi di cioccolato di Montersino

  1. Greta il said:

    meravigliosi… mi pare che nella lista ingredienti manchi il quantitativo di pasta di nocciole… forse è lo stesso del burro chiarificato????
    Complimenti per tutte le ricette interessanti

  2. francecsa il said:

    Luca nel video tempera il cioccolato , a te sono venuti bene anche senza il temperaggio o hai dimenticato di scrivere il passaggio? Grazie

  3. Laura il said:

    Fatti più volte!! Deliziosi … spariscono in un attimo. Volevo aggiungerli alle ceste di Natale, per quanto tempo si conservano?

  4. silvia il said:

    Ciao eva 🙂
    Avrei due domande da farti:
    -devo usare la granella di nocciole o la pasta di nocciole?! Perché negli ingredienti dice pasta mentre nella ricetta mi sembra che dica granella
    -meglio usare cacao dolce o amaro per ricoprire i tartufi?!

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.