Tagliatelle con asparagi e gamberetti

Tagliatelle con asparagi e gamberetti

Naturalmente dopo aver giocato a fare le tagliatelle fresche non potevo lasciarvi senza una bella idea per condirle. E quindi, in una giornata tipica primaverile ho scelto dei colori delicati che la ricordassero anche nel mio piatto. La ricetta della mia primavera è: una giornata di sole, relax, amici e un piatto di tagliatelle con asparagi e gamberetti. Veloci e gustose! Per assaporare ancora una volta gli asparagi che si trovano in questo periodo dell’anno.

Tagliatelle con asparagi e gamberetti:

(Dose per 6 persone)

  • 500 gr di tagliatelle fresche al’uovo
  • 300 ml di panna liquida
  • 500 gr di asparagi verdi
  • 150 gr di gamberetti
  • Sale
  • Pepe
  • Olio EVO

Per prima cosa, se volete fare le tagliatelle in casa la ricetta la trovate qui. Ricetta, foto e passaggi tutto spiegato, vi consiglio di provarci almeno una volta, da molta soddisfazione e ci si rilassa. Detto questo, procediamo con il condimento. Poniamo sul fuoco una pentola con l’acqua per bollire la pasta. Nel frattempo gli asparagi vanno lavati e con un coltello tagliate gli ultimi due cm del gambo, la parte più dura. Se sono molto grossi con un pelapatate potete eliminare la parte esterna, anche se io non lo faccio (solo nel caso degli asparagi verdi). Tagliateli a rondelle ogni cm circa, tranne le punte che terremo da parte in un piattino. Metteteli a sbollentare in un pentolino con dell’acqua a freddo e ponete sul fuoco. A bollore raggiunto contate 5 minuti e poi aggiungete anche le punte. Lasciate sbollentare per altri 5 minuti e poi scolate. a questo punto in un padella larga, versate la panna liquida con un cucchiaio di olio EVO e lasciate cuocere qualche minuto a fiamma bassissima. Versate nella panna gli asparagi e i gamberetti (avendoli io usati in salamoia, li ho solo sciacquati sotto l’acqua). Aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere qualche minuto sempre a fiamma molto bassa. Quando l’acqua bolle, salate e tuffate le tagliatelle. A cottura ultimata scolatele, tenendovi poca acqua di cottura e versatele nella padella del condimento, mantecate bene distribuendo il sugo il maniera omogenea e servite.

Questo è tutt’altro che un semplice piatto di tagliatelle, questa è una sinfonia di sapori paradisiaca. E se la pasta l’avete fatta voi, vale doppio. Buon pranzo! Eva

Precedente Pollo al curry con riso basmati Successivo Panini semidolci da buffet

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.