Spatzle con speck ricetta

Spatzle con speck ricetta

Oggi avevo voglia di spatzle, ma non avevo gli spinaci per farli verdi che sono i miei preferiti in assoluto (trovate la ricetta qui), guardo fuori dalla finestra e nevica “aBBEstia” non ci penso nemmeno ad uscire di casa. Quindi ho ripiegato su questi bianchi, si fanno davvero in un attimo, ma che dico, ci si impiega meno che a cucinare un piatto di pasta. Hanno tre ingredienti che solitamente non mancano a nessuno: farina, uova e acqua. Sono velocissimi e versatili, li potete condire come più vi piace, dal sughetto elaborato, alla panna, oppure come ho fatto io con burro, erba cipollina e speck. Se siete sprovvisti di attrezzo per spatzle potete usare uno schiacciapatate a fori larghi e tagliarli con il coltello man mano che l’impasto scende. Garantito che il tempo per prepararli sarà minore a quello impiegato per leggere la ricetta.

 Spatzle con speck:

(Dose per 4 persone)

  • 400 gr di farina 0
  • 2 uova intere
  • 350 gr di acqua
  • 10 gr di sale
  • Un pizzico di noce moscata

Per condire: 

  • 1 mazzetto di erba cipollina
  • 40 gr di burro
  • 150 gr di speck

Setacciare la farina in una ciotola con i bordi alti, aggiungere uova sbattute, sale e la noce moscata e mano a mano che mescolate aggiungete l’acqua. Mescolare molto bene con la frusta a mano oppure con l’aiuto del frullino elettrico. Il composto deve risultare liscio. Facendo la prova del cucchiaio deve essere  molto denso, ma soprattutto passatemi il termine, deve essere pesante, per formare la goccia quando viene tagliato dal carrellino. Facciamo bollire dell’acqua, una volta raggiunta l’ebollizione saliamo e aggiungiamo un cucchiaio di olio EVO. Nel frattempo tagliamo a straccetti le fettine di speck e in una padella le rosoliamo con una noce di burro, all’ultimo aggiungiamo anche l’erba cipollina tagliata.

1526678_703546433012041_1159268095_n

Per formare gli spatzle come vi ho detto prima, da noi si trova ovunque l’attrezzo che vedete in foto, potete trovarlo QUI. Se non lo avete, potete sostituirlo con il passaverdura, oppure lo schiacciapatate se avete quello con il fondo intercambiabile. Basta che abbia dei fori grandi. Posizionandolo sopra la nostra pentola, riempiamo il carrellino e facciamolo scorrere avanti e indietro, facendo cadere tutti gli spatzle nell’acqua. Basteranno 5/6 minuti  e verranno tutti a galla,potete scolare e versare direttamente nel burro con lo speck. Servire caldi e con una spolverata di formaggio grattugiato.

Semplicissimi, veloci e gustosi. A me piacciono con abbondante spolverata di formaggio grattugiato. Buon pranzo! Eva

Vi invitiamo a fare un giro sulla nostra Fanpage su Facebook e nel nostro gruppo, Pasticciando con i Fables, dove è nata una bella comunità di appassionati che si aiuta gli un gli altri e dove organizziamo dei “facciamolo insieme”.

1003407_703425376357480_376304169_n

Spatzle con speck ricetta Spatzle con speck ricetta Spatzle con speck ricetta Spatzle con speck ricetta Spatzle con speck ricetta Spatzle con speck ricetta Spatzle con speck ricetta Spatzle con speck ricetta Spatzle con speck ricetta Spatzle con speck ricetta 

Precedente Crostata di mele con meringa Successivo Bigne con crema chantilly

14 commenti su “Spatzle con speck ricetta

  1. Eva, ma se una in casa non ha l’attrezzo per “colarli” nell’acqua – ossia io! – come può ovviare??? Mio figlio li adora, soprattutto agli spinaci, ma mi tocca sempre comprarglieli…

      • Sempreva il said:

        Annalisa, se gli piacciono così tanto ti conviene comprarlo! Si fanno davvero in pochi minuti, sia bianchi che agli spinaci, manco a dirlo quelli fatti in casa hanno tutto un altro sapore!!! So che Claudio ha visto all’auchan di Bari l’attrezzino per farli, ormai si trova ovunque! 😀

  2. Marzia il said:

    Appena provati. Ho fatto un po’ di caos non avendo l’attrezzo adatto e non trovando il cambio a fori grandi per lo schiacciapatate… mi sono arrangiata, e sono venuti esteticamente così così… ma di gusto ottimi! Conditi con quello che avevo in casa: prosciutto e salsa di noci.
    Vedrò di procurarmi l’attrezzo (che dio me la mandi buona… dalle mie parti non si trova nulla) e proverò quelli agli spinaci.
    Grazie Eva questo blog sta diventando indispensabile per me.

  3. Alessandra il said:

    Io l’attrezzo ce l’ho, ma mi ci incarto sempre quando li faccio, e soprattutto mi rimane appiccitao un sacco di impasto che non riesco a far andare dentro… mi sembra un grosso spreco. che sbaglio?

  4. antonietta filardi il said:

    io uso latte al posto dell’acqua e farina di semola risultano molto più sodi.
    Splendido il vostro blog, mi incanta!
    Antonietta

  5. daniela il said:

    eva…..mi tocca andare,indovina dove?all’auchan di bari per il “carrellino”.io sto in provincia.di bari,naturalmente.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.