Spaghetti al pesto

Spaghetti al pesto

Non so voi, quindi parlo per me, vi posso dire che il basilico lo adoro. In tutte le sue forme, in ogni piatto, il colore, il profumo il suo sapore. E cosa c’è di meglio del pesto fatto in casa  per gustarlo? Nulla. Quindi oggi, spaghetti al pesto, veloci, colorati e saporiti. Non so se posso chiamarlo alla genovese, mia madre l’ha sempre fatto così e io anche. Visto che mi piace tanto, perchè cambiare? Vediamo come fare il pesto veloce.

Spaghetti al pesto:

(Dose per 4 persone)

  • 320 gr di Spaghetti
  • 30 gr di Basilico fresco
  • 20 gr di Pinoli
  • 20 gr di Formaggio grattugiato
  • 1 gr di Sale
  • 1 Spicchio d’aglio
  • 20 gr di Olio EVO

Mettiamo per prima cosa l’acqua per cuocere la pasta in una pentola alta e con il coperchio sul fuoco. Nel frattempo laviamo velocemente all’interno di un colino le foglie del basilico, senza strofinarle sotto l’acqua corrente. Scoliamo bene e prediamo una ciotola grande e con i bordi alti e inseriamo tutti gli ingredienti: basilico, formaggio grattugiato  sale, aglio, pinoli e olio EVO. La ciotola grande ci servirà poi per mantecare gli spaghetti. Se avete un mortaio, naturalmente gli ingredienti andranno messi al suo interno e pestati fino ad ottenere il pesto. Le prossime due righe invece, sono vietate ai cultori del pesto deboli di cuore: perchè se siete sprovvisti di mortaio, come lo sono io, useremo il frullatore ad immersione e in due minuti netti il pesto avrà preso la giusta consistenza. Nel frattempo l’acqua bolle, salate e tuffate gli spaghetti. Se il pesto risulta troppo legato per i vostri gusti, aiutatevi con un paio di cucchiai dell’acqua di cottura della pasta e mescolate bene, fino ad ottenere una crema sostanziosa. Portate a cottura la pasta, scolatela e versatela nella ciotola del pesto. Mantecate gli spaghetti e servite.

Tac. Fatto. Veloce, inebriante e buonissimo. Potete anche farne tanto in una volta sola e poi congelarlo in piccole porzioni subito pronte all’uso. Ma ora che il basilico sta crescendo sul balcone, godiamocelo fresco e surgeliamo per l’inverno, non possiamo restare senza! Eva

558024_562330890466930_107423767_n

 

Precedente Muffin alla vaniglia e mirtilli Successivo Torta di rose alla nutella

4 commenti su “Spaghetti al pesto

  1. Anche io adoro il basilico e faccio il pesto in estate con quello che raccolgo dalle mie piante sul balcone. Non diciamolo ai cultori ma anche io uso il mixer 😉
    Buon 1° maggio carissimi!!

  2. sandra il said:

    Massì che lo puoi chiamare “alla genovese”, ti autorizzo io, genovesissima che ho visto fare il pesto nel mortaio da mia nonna l’ultima volta trent’anni fa.
    Il mortaio di marmo è filologicamente corretto ma bisogna trovarlo divertente.
    La ricetta è perfetta, io sono un’integralista solo sulle aggiunte di noci, mandole (son mica uno scoiattolo!) o altre porcherie tipo burro, ricotta e diomiperdoni, panna. Bene l’aggiunta di acqua di bollitura della pasta per stemperarlo nel piatto (ho visto gente che lo scaldava nel microonde!).
    ciau!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.