Pollo al forno

Pollo al forno. 

Da noi a Trento il giorno di mercato è il giovedì, quando ero piccola e mia madre lavorava, il giovedì si mangiava il pollo con le patatine, l’adoravo. Contrariamente ai miei figli, sono una fan del petto e non delle cosce, così anche adesso nessuno litiga. Come vi ho detto e ridetto in tutti questi anni di blog, pollo e bambini è un binomio che va a braccetto. Basta fare il pollo e i piatti saranno lindi e puliti a fine pasto. Per noi però il giorno del pollo al forno dal giovedì è passato di diritto alla domenica, quando si ha più tempo da dedicare al pranzo, quando la mattina scorre lenta e senza stress. Apparentemente potrebbe sembrare una ricetta facile, di fatto lo è, ci vogliono solamente alcune accortezze per servire a tavola un pollo al forno con la pelle croccante ma la carne tenera e succosa. A noi piace veramente tanto, servito con patate arrosto (manco a dirlo). Mi preme sottolineare che se anche voi decidete di andare sul classico e di cucinare il pollo al forno con patate, dovrete cucinarle in una teglia a parte altrimenti si bagneranno troppo con il fondo di cottura del pollo e non avrete delle patate croccanti. Oltretutto è un piatto che piace sempre a tutti e fatti due conti un pollo intero costa veramente pochissimo, quindi sfamate quattro persone con pochi euro, vuoi mettere? 😉

POLLO AL FORNO: 

  • 1 kg di pollo intero
  • 1 cucchiaio di sale grosso
  • 3 rametti di rosmarino
  • 1 rametto di origano
  • 4 foglie di alloro
  • 2 spicchi di aglio
  • Olio EVO

Suggerimenti

  1. Per prima cosa dovrete lasciare a temperatura ambiente il pollo per circa 30/40 minuti, altrimenti passare dal freddo del frigo al forno caldo allunga i tempi di cottura.
  2. Non togliete la pelle al pollo altrimenti in forno rischia di seccarsi troppo.
  3. Per un pollo intero da un chilo si calcola circa un’ora di cottura, ma se volete proprio essere certi della cottura perfetta (ve lo consiglio) misurate la temperatura della coscia infilando un termometro da cucina a sonda, se raggiunge gli 85°C è perfettamente cotto.
  4. Se il vostro pollo pesa più di un chilo, aumentate i tempi di cottura.
  5. Potete usare gli aromi che preferite, anche paprika, curry, limone, peperoncino, ma non lesinate con l’olio EVO, non deve galleggiare nell’olio ma deve essere unto in maniera omogenea.
  6. Se conoscete il vostro forno, mettete le cosce (più grasse e carnose) nella parte dove scalda di più e il petto dove scalda meno. 🙂

PROCEDIMENTO: 

Mentre aspettiamo che il pollo torni a temperatura ambiente possiamo accendere il forno a 220°C in modalità statica.

In un mixer inserite gli aromi e il sale grosso e frullate, otterrete così un sale aromatico. Sbucciate anche gli spicchi di aglio e teneteli da parte.

Ungete il fondo della teglia con un filo d’olio, posatevi al suo interno il pollo, ungetevi le mani con un cucchiaio d’olio e massaggiate il pollo in tutte le sue parti, anche nella cavità. Iniziate a cospargetelo anche con il sale aromatico, sempre aiutandovi con le mani in maniera che il mix vi aderisca bene.

Ricordatevi di salarlo anche all’interno e poi mettete nella cavità anche i due spicchi d’aglio.

Quando avrete finito, appoggiatelo nella teglia con il petto verso il fondo e quando il forno raggiunge la temperatura impostata infornate per circa un’ora totale, ma passati trenta minuti circa abbassate il forno a 180°C, giratelo e proseguite la cottura per altri trenta minuti, irroratelo con il fondo di cottura ogni dieci minuti, in maniera che non secchi troppo.

Per il tocco finale potete accendere il grill gli ultimi 5 minuti per dare ulteriore croccantezza alla pelle.

Quando a metà cottura giro il pollo, solitamente infilo sotto anche una teglia di patate tagliate a spicchi e condite, così finiscono di cuocere assieme.

Una volta sfornato il pollo, va fatto riposare cinque minuti appoggiando un foglio di alluminio sulla teglia, ma senza sigillarla.

Finito il riposo è arrivata l’ora di tagliarlo e litigarsi “petto o coscia?” 😛

Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook e nel nostro numeroso e super attivo gruppo Pasticciando con i Fables, passate a trovarci vi aspettiamo. Eva

Precedente Diamantini all'arancia Successivo Pan d'arancio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.