Pan carré al burro

Pan carré al burro

E chi lo compra più? Questo pan carré al burro è una nuvola, altro che di cartone come quelli confezionati. Aggiungo pure che è senza conservanti e non puzza di alcool, ingrediente presente in quelli industriali, andava detto. Quindi capisco che è molto comodo aprire la confezione e tostare, ma vi assicuro che è semplice e veloce. Ma ci sono un sacco di comodità che abbiamo abbandonato per mangiare del cibo migliore, per cui da oggi ci facciamo anche il pane in cassetta, con la ricetta straordinaria del maestro Iginio Massari. Quando assaggerete questo pan carré non potrete che darmi ragione. Leggiamo la ricetta.

Pan carré al burro:

(Dose per uno stampo da 1 kg)

  • 545 gr di Farina 00
  • 330 gr di Latte
  • 25 gr di Lievito di birra
  • 80 gr di Burro ammorbidito
  • 10 gr di Sale
  • 5 gr di Zucchero

Nella ciotola della planetaria mettiamo la farina, il latte tiepido (22° circa) e il lievito sbriciolato. Facciamo partire e quando l’impasto comincerà a formarsi aggiungiamo il sale, lo zucchero e il burro ammorbidito in più riprese. Continuate a lavorare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Naturalmente se lo fate a mano l’ordine di inserimento degli ingredienti è identico. Avremmo ora un impasto morbido ma gestibile. Ribaltatelo sull’asse senza infarinare, lavoratelo a mano e arrotondate. Lasciamo riposare l’impasto coperto da pellicola o a campana con la ciotola della planetaria per 15 minuti circa. Quando avrà puntato, sgonfiatelo con le mani e formate un filoncino, che andrà piegato a metà e arrotolato su se stesso prima di esser messo nella cassetta. Con questo metodo si evita di far rientrare al centro il pan carré per collassamento una volta che sarà cotto. Coprite con pellicola, Il pane dovrà lievitare fino a raggiungere i due terzi dello stampo. Con 25 gr di lievito ci vuole circa 1 ora e mezza, se diminuite la dose i tempi si allungano. Io ho usato (finalmente) quella bellissima cassetta che vedete in foto (potete trovarla QUI), voi lo potete fare tranquillamente nello stampo del plum cake, sempre che sia della misura giusta, ossia per 1 kg di impasto. Il mio stampo misura 10 x 10 x 30, giusto per aiutarvi a fare i conti. Cercate di usare stampi adatti soprattutto perché se l’impasto è eccessivo, risulterà compatto vicino alla crosta, in caso contrario avrà grandi buchi e non sarà adatto per fare i toast. Dopo queste doverose precisazioni, possiamo accendere il forno a 180° statico e cuocere il pane.

PhotoGrid_1368127769809

I tempi di cottura per questa pezzatura sono di circa 45 minuti, nella cassetta. Se lo cuocete nello stampo del plum cake, tenete d’occhio che non si colori troppo la superficie, in tal caso potete coprirlo con un foglio di alluminio. Una volta terminata la cottura, girate lo stampo in modo da far uscire il pane e fatelo raffreddare su una gratella per almeno 5 ore, altrimenti non riuscirete a tagliarlo. Per tagliarlo dovrete usare un coltello seghettato e non schiacciare ma appunto segare. Per fare fette da tostare la misura è circa 5 mm di spessore. Farcite a piacere e tostate sia salato che dolce.

Questo pane profuma un sacco la cucina mentre cuoce, eccezionale, morbido e gustoso. Davvero niente a che fare con quello comprato e questa volta davvero mi sento di insistere con questo paragone perché c’è un abisso. Noi l’abbiamo mangiato a cena facendo dei classici ma buonissimi toast e per colazione con la marmellata di fragole. Aspetto anche il vostro parere… Eva

947232_572302342803118_1095880454_n - Copia

601658_572302356136450_1080602175_n

 

Precedente Bavarese alla fragola con cuore fondente Successivo Sciroppo di sambuco

49 commenti su “Pan carré al burro

    • Sempreva il said:

      Certo! Impasta, poi toglilo dalla macchina segui le istruzione e quando lo formi lo rimetti in macchina, quando è pronto puoi cuocere! Ti verrà più cicciotto ovviamente… 🙂

  1. Hai ragione: vuoi mettere la bontà di un pan carrè fatto in casa, dove sai cosa ci metti dentro, altro che storie! Se poi è fatto anche con il lievito naturale meglio ancora ma non disdegno nemmeno il tuo fatto con ldb. Mille volte meglio di quelli industriali!!

  2. Bellissimo !!! Complimenti!!!! Io l’ho sempre fatto in due stampi da plum cake chiuso da una placca di alluminio con un peso sopra per non farlo gonfiare, ma devo dire che il tuo stampo è quello che ci vuole… dove lo hai comprato??? ciao

  3. Claudia Picciau il said:

    L’ho fatto anch’io, nelle forme da pane a forma di fiore e stella. Sono venuti dei canapè carinissimi. Buooooono! Complimenti, as usual!!! 😀

  4. carolina il said:

    Due domande! In forno come si fa?
    E poi… è molto calorico in pan carré al burro?
    cmq complimenti, sembra proprio buono, devo provarlo!

  5. Silvia il said:

    Ho bisogno di sapere come si conserva (a parte nel congelatore) e per quanto tempo si mantiene? Grazie e complimenti è stupendo…presto lo farò!!

  6. anna maria il said:

    Salve eva sono anna ho fatto il pane in cassetta buonissimo ma purtroppo è collassato al centro in quanto non ho ben capito come va messo nello stampo puoi rispiegarmelo? Grazie mille il vostro blog è stata una meravigliosa scoperta…mi sto divertendo molto

  7. Silvia_pinturikkia il said:

    Che meraviglia!Con questo impasto posso mettermi alla prova anche io, notoriamente titubante e negata con i lievitati 😉

    • Fables de Sucre il said:

      Ciao, calcola sempre il 70% del peso del burro per correggere oltre che la quantità di grasso la diversa densità.

  8. Antonio il said:

    Bellissima ricetta complimenti a te e Claudio, però ho una domanda: ho uno stampo da plum-cake 30×10 e solo 6cm di altezza. Secondo te si può fare lo stesso ? Ho paura che il mio stampo sia troppo basso e l’impasto non rimane sù

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.