Melanzane saporite sott’olio

Melanzane saporite sott'olio

Racchiudere l’estate e i suoi sapori in un vasetto, quando disponiamo della verdura e della frutta fresca non ci sembra questo granché. Ma vi posso assicurare che durante l’inverno saremmo ben contenti di averlo fatto. Dobbiamo fare come le formichine e prepararci le scorte per l’inverno, quando le melanzane si troveranno solo a 4 euro e provenienti dalla Turchia (ho sparato a caso, ma neanche tanto!). Sono passaggi semplici, ci danno anche il tempo di combinare tanto altro nel mezzo. Le conserve vanno fatte con calma, proprio come si fa con i passatempi. Magari voi fatelo quando trovate le melanzane in offerta a prezzi stracciati, io per esigenze di blog e mettere on line la ricetta mi sono presa in tempo. Come dicevo prima i passaggi sono pochi e semplici, li avevo fotografati tutti comunque, per fare la solita bella griglia di foto esplicative. Poi è morto il pc, il mio. E con lui sono morte anche un sacco di foto di ricette già pronte. Per pura fortuna ho recuperato giusto due foto, che sono quelle che vedete nel post. Per quando riguarda i passaggi, magari leggete due volte. 😉

MELANZANE SAPORITE:

(Dose per 3 vasetti da 200 gr circa)

  • 1 kg di melanzane
  • 1 lt di olio EVO
  • 150 gr di olive snocciolate
  • 1/2 filetti di acciuga sotto sale
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 4 spicchi d’aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1/2 lt di aceto bianco
  • Sale

Per prima cosa procuratevi dei barattoli con relativo coperchio dove conservare le melanzane, dovrete sterilizzarli anche se sono nuovi. L’operazione non è faticosa ma lunga, quindi vi consiglio di iniziare a sterilizzare i barattoli un paio d’ore prima dell’utilizzo.

Per prima cosa dovrete pelare le melanzane, tagliarle a rondelle spesse 5 mm e successivamente tagliare ogni rondella a listarelle sempre di 5mm, circa.
Mano a mano ponete le listarelle a strati in un colino o uno scolapasta, cospargete ogni strato con il sale grosso e continuate così fino ad esaurimento.
Coprite il tutto con un piatto e poggiatevi sopra un peso (io ho usato una pentola piena d’acqua), in maniera da tenere il tutto premuto. Lasciatele sgocciolare per una notte.
(Potete vedere le foto di questo post per capire come compongo “la torre”) 🙂
La mattina seguente prendete le melanzane e  sciacquatele per eliminare il sale, strizzatele delicatamente senza romperle e poggiatele sopra della carta assorbente da cucina e tamponatele per asciugarle.
In una pentola portate ad ebollizione l’aceto e sbollentatevi poche melanzane alla volta per 2/3 minuti circa. Per poche intendo: non tutte assieme, magari sbollentatele in tre volte.
Per preparare il trito ponete nel boccale del mixer: aglio, acciughe, prezzemolo, olive e capperi e tritate grossolanamente, non deve diventare una pasta.
Ponete le listarelle di melanzane in una ciotola, aggiungete il trito e mescolate bene, in maniera che si distribuisca in maniera omogenea.
Prendete i vasetti che avete precedentemente sterilizzato e iniziate a riempirli con le listarelle di melanzane condite. Ogni paio di cm fermatevi e coprite con l’olio EVO.
Cercate di non lasciare spazi vuoti o bolle d’aria, per evitare questo piegate un canovaccio e battete leggermente il vasetto. Pressatele bene, anche con l’aiuto di un cucchiaio. Fermatevi comunque a 2 cm dal bordo del vaso e coprite bene con l’olio EVO. Una volta pieno, vi consiglio di usare un pressino di plastica per tenere premute le melanzane sotto il livello dell’olio.
Chiudete ermeticamente i vasi, etichettateli e poneteli in dispensa.
Il giorno dopo comunque controllate, se si fosse abbassato il livello dell’olio rabboccatelo.

Se vi state chiedendo cosa sia un pressino, eccolo:

pressini_salva_aroma_gusto_plastica

Aspettate almeno 1 mese prima di consumarle, tenetele in un luogo fresco e asciutto, possibilmente al buio. Va benissimo la credenza. Si possono conservare per un anno, una volta aperto il vasetto conservatelo in frigo, avendo cura di ricoprirle d’olio EVO. 
Vi invitiamo a fare un giro sulla nostra Fanpage su Facebook e nel nostro gruppo, Pasticciando con i Fables, dove trovate tutti gli amici che ci seguono e che si cimentano nelle nostre ricette. Eva

11653414_976500889049926_1829635593_n

Precedente Gelato al caramello ricetta Successivo Sorbetto ai lamponi

11 commenti su “Melanzane saporite sott’olio

    • Sempreva il said:

      Ciao Simona, l’olio svolge un azione isolante, proteggendo l’alimento dall’attacco di microorganismi aerobi e viene spesso abbinato ad altri metodi conservativi, nel nostro caso l’aceto. Le conserve sott’olio non hanno bisogno di essere sterilizzate, me è essenziale che non vi sia acqua o aria nei barattoli. Ecco perchè è indispensabile asciugare bene il prodotto da mettere sott’olio ed eliminare le bolle d’aria. Basterà controllare dopo 24 e dopo 48 ore che l’olio ricopra e superi il livello degli alimenti per una corretta conservazione. 🙂

  1. Simona il said:

    Ciao! Volevo chiedere per quale motivo in alcuni barattoli dopo 24 ore dalla chiusura dei barattoli in alcuni si siano create delle bollicine d’aria nell’olio…ho fatto tutto come si doveva…apro e ripremo bene le melanzane?? Non so cosa fare ma non vorrei buttare via tutto!!! Grazie

    • Sempreva il said:

      Ciao Simona, si certo, sbattile un pochino su un canovaccio piegato in modo da farle salire, metti ancora un goccio d’olio e via. 🙂

  2. Simona il said:

    Grazie! Sei stata gentilissima! Questa mattina ho ricontrollato e mi sembrerebbe tutto ok! Ho già provato a ringraziarti ieri ma senza successo! Quindi ora chiudo bene i vasetti e metto in dispensa!

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.