Lemon curd – crema al limone

lemon curd

Questa cremina leggera, dolce e vellutata mi ha fatta impazzire. Ma sentite come suona bene gi√† il nome: lemon curd. ūüôā Prima di farla in casa l’avevo solo assaggiata fatta in pasticceria, ma ora ho la consapevolezza che tutto (o quasi) √® riproducibile a casa, ed √® molto pi√Ļ buono e sano. E’ a base di succo di limoni, che a me piacciono molto, ma non √® particolarmente acida o stucchevole ma davvero equilibrata. Spalmata su biscotti, adatta per farcire crostate e tartellette, potete anche alleggerirla con della chantilly o panna e usarla per farcire i rotoli o pasta genoise, ma vi assicuro che va bene anche mangiata a cucchiai. A mio gusto, abbinata alla meringa √® la morte sua, la nota acidula¬†smorza il dolce della meringa per un connubio perfetto. Freschissima e facile da fare, potevamo volere di pi√Ļ?¬†

LEMON CURD: 

(Dose per 500 gr circa di crema)

  • 100 ml di succo di limone (circa 3 limoni)
  • 3 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 125 gr di burro
  • Buccia grattugiata di un limone bio

Per prima cosa lavate i limoni e con uno spremi agrumi ricavatene il succo, pesatelo e versatelo in una ciotola adatta alla cottura a bagno maria. Grattugiate anche la buccia di un solo limone ed aggiungetela al succo spremuto assieme allo zucchero. Mescolate con una frusta e ponete sul fuoco a bagnomaria a scaldate fino a bollore leggero. A parte in un’altra ciotola sbattete le uova con una frusta. Tenete sempre controllato il succo di limone e zucchero sul fuoco mescolando delicatamente. Appena inizia il bollore togliete dal fuoco e versate a filo sulle uova, mescolando energicamente e senza mai smettere (o le cuocete!). Una volta amalgamato tutto il succo, riponete la ciotola a bagnomaria sul fuoco e portate a 82¬į.¬†Se non disponete di un termometro, togliete dal fuoco¬†quando la crema avr√† raggiunto una consistenza tale da velare il dorso del cucchiaio, la cosiddetta nappatura.

 10486864_793828537317163_416701063_n

Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire fino a 50¬į, se volete accelerare i tempi preparatevi una ciotola con acqua e ghiaccio, immergetevi la ciotola con la crema e mescolate per farla raffreddare in fretta. Raggiunti i 50¬į aggiungete in 4 volte il burro che avrete precedentemente preparato a cubetti, mescolando sempre con la frusta energicamente fino al completo assorbimento. A questo punto, passatela con il frullatore ad immersione per renderla liscia e omogenea, copritela con pellicola a contatto e lasciate raffreddare.¬†

Se vi serve per un guscio di frolla la potete colare appena raffredda, se invece la dovete usare con la sac a poche, allora lasciatela raffreddare in frigo che prende consistenza. Questa crema al limone è davvero un asso nella manica per non fare sempre la solita crema pasticcera. Come base per crostatine alla frutta è perfetta. Fatene quello che volete, la ricetta la trovate sempre qui. Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook, e il nostro allegro gruppo dove ci scambiamo consigli e ricette Pasticciando con i Fables, passate a trovarci vi aspettiamo. Eva

10423946_794934597206557_3993537571909784213_n

 

1978860_794934427206574_7325401273535616372_n

 

Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta Lemon curd ricetta 

 

18 thoughts on “Lemon curd – crema al limone

    • Si si io l’ho fatto, ho fatto dei ciuffi come decorazione. Per√≤ l’ho conservata in frigo. Nei biscotti invece si √® solidificata. Tu falla raffreddare in frigo, vedrai. ūüôā

  1. non pensavo fosse cosi’ semplice, devo provarla, mi sembra divina!!!!Bel blog, chiarissime le spiegazioni!!!Complimenti!!!Se vi va fate un salto anche da me!!!Baci Sabry

  2. Ciao eva io vorrei usarla per fare delle cupolette da mettere sopra delle tartellette quindi dovrebbe essere abbastanza dura da poter essere smodellata dagli stampini posso aggiungere gelatina? E se si quanta? Grazie anna

    • Ciao Anna, se coli il curd nelle forme a semisfera quando √® ancora tiepido e lo congeli, poi dovrebbe mantenere la forma anche senza gelatina, ma se vuoi proprio andare sul sicuro, puoi usare 5 gr di gelatina in fogli. ūüôā

Rispondi