Gnocchi di patate alla Sorrentina

gnocchi di patate alla sorrentina

Quando penso agli gnocchi di patate ho sempre in mente una scena: casa della nonna, sul tavolo una lunga asse infarinata e una distesa di gnocchi. Pensare che vedevo tutto così grande, ed ora che l’asse della nonnina l’ho ereditata io, mi viene da sorridere perchè non è poi così grande. Gli occhi dei bambini vedono meraviglie anche dove non ci sono! Resta il fatto che quando la vedevo cucinare io ne ero affascinata. Questa nonna che faceva tutto in un batter d’occhio e faceva il pranzo per tutti. In ginocchio su una sedia avevo il compito di passare gli gnocchi sui rebbi della forchetta per fargli venire tutte le righe, era un compito importantissimo! Quindi, gli gnocchi di patate restano uno dei miei piatti preferiti sia per i ricordi, sia per la facilissima esecuzione. Vediamo come fare gli gnocchi della nonna.

Gnocchi di patate alla Sorrentina:

  • 1 kg di Patate lessate
  • 300 gr di Farina 0
  • 1 Uovo
  • 20 gr di Sale
  • Q.b. Noce moscata

Per il condimento:

  • 2 Pomodori
  • Mezza cipolla
  • 1 Mozzarella
  • Basilico
  • Formaggio grattuggiato
  • Olio EVO
  • Sale
  • Pepe

Lessate le patate con la buccia. Ancora calde,senza fare la fatica di sbucciarle, tagliatele a metà appoggiando sul fondo dello schiaccia patate la parte senza buccia, schiacciate e vedrete che la buccia resterà attaccata alla parte superiore. Una volta schiacciate tutte le patate, disponetele a fontana. Nel mezzo, mettiamo metà della farina, il sale, la noce moscata e l’uovo leggermente sbattuto. Iniziate a lavorare con la forchetta e quando non sarà più possibile con le mani, aggiungendo man mano la restante farina. Se vi sembra ancora troppo appiccicoso (dipende dalle patate) potete spolverare l’asse con altra farina, vi consiglio di aggiungerne poca, per ottenere dei gnocchi morbidi. L’impasto deve risultare maneggevole, appena appiccicoso e morbido. Con l’aiuto di un tarocco tagliatelo e fate tanti rotoli lunghi una ventina di cm e larghi due. E poi tagliate ogni cm e mezzo. Spolverate l’asse con farina e adagiate gli gnocchi sparsi e leggermente distanti fra loro. Se così non vi basta, potete passare ogni gnocchetto sui rebbi della forchetta per decorarli.

PhotoGrid_1359224771246

Nel frattempo sbucciate i pomodori, privateli dei semini e tagliateli sottilissimi. Fate rosolare in una padella poca cipolla tagliata fine con olio EVO, appena imbiondisce aggiungete i pomodori. Mettiamo a bollire in una pentola l’acqua che servirà a cuocere gli gnocchi. Tuffateli nell’acqua salata, con l’aiuto di una schiumarola pochi alla volta. Regolate la salsa di pomodoro con sale e pepe. Man mano che salgono a galla scolateli con la schiumarola e metteteli nella padella con il pomodoro. Quando saranno tutti pronti, fateli saltare un paio di minuti nella salsa di pomodoro. Spegnete il fuoco e aggiungete basilico, mozzarella e formaggio gratuggiato. Ora, a casa mia li abbiamo mangiati così. Ma per farli davvero alla sorrentina doc, dovrete metterli in una pirofila da forno, spoverare con abbondante formaggio gratuggiato e infornare a 200° per 10/15 minuti, fino a doratura. Sfornare e servire caldi.

E come diceva sempre la nonna: “Ridi ridi che la mamma ha fatto i gnocchi!”… ma che voleva dire? Eva


 

 

Guarda anche

Rispondi