Girelle salate con bietoline

Girelle salate con bietoline

Era una giornata all’insegna dell’adrenalina! La sera me ne andavo allegramente senza figli (evento raro) al concerto di Giorgia. Biglietto non numerato, che sta anche a significare: biglietto economico, fare la fila all’apertura dei cancelli, accaparrarsi il posto migliore (come se ci fosse un posto migliore). Ma la cosa peggiore è: saltare la cena. No, non si può dai godersi un concerto con i crampi allo stomaco e i vocalizzi dello stesso per la fame! Quindi, mentre nella mia adolescenza avevo un altro tipo di preparazione ai concerti ora la mia priorità è diventata: prepararmi la cena al sacco. 😀 Nel mio frigo era riposto un mazzetto di bietoline, delle girelle salate per racchiuderle mi sono sembrate un ottima idea. Anche ai miei vicini di gradini (a proposito di posto migliore) all’Arena di Verona deve essere sembrata un’ottima idea, perchè quando ho aperto il mio cartoccio il profumo delle girelle ha fatto girare i loro sguardi verso il contenuto. Non avete mai visto delle girelle salate? Volete sapere come farle? Allora vi lascio la ricetta. L’impasto è molto semplice e si presta a mille combinazioni, capisco che non a tutti possono piacere le bietoline. Potete farcirlo al gusto pizza, ricotta e spinaci o farlo completamente vegetariano con delle verdure saltate in padella, l’unica cosa che vi sconsiglio di usare sono i pomodori freschi perchè bagnerebbero troppo la pasta.

GIRELLE SALATE: 

(Dose per 10 girelle)

  • 550 gr di farina 0
  • 5 gr di lievito di birra fresco
  • 280 gr di acqua
  • 60 gr di uova intere
  • 5 gr di zucchero
  • 75 gr di burro morbido
  • 15 gr di sale

Per farcire: 

  • 200 gr di prosciutto cotto
  • 125 gr di mozzarella
  • 1 mazzetto di bietoline

Per prima cosa versiamo nella ciotola della planetaria la farina e l’acqua, lasciandone pochina in un bicchiere (presa dal totale della ricetta) per sciogliere il lievito di birra con lo zucchero. Mescolate bene e versate anche quello nella planetaria e azionate la macchina. Appena prende corpo aggiungete l’uovo in due volte, lasciando che l’impasto assorba bene la prima dose prima di aggiungerne ancora, altrimenti diventa vischioso e ci vuole un sacco di pazienza per recuperarlo. Quando anche l’ultima dose di uovo sarà stata assorbita, è il momento del sale. Il burro dovrà essere a pomata, quindi potete lasciarlo un paio d’ore a temperatura ambiente oppure passarlo pochi secondi a microonde, facendo attenzione a non fonderlo. Inserite il burro a cucchiaini e lasciatelo amalgamare completamente all’impasto. Portate a incordatura: dovrete ottenere un impasto liscio, omogeneo, elastico e coeso. Una palla attorno al gancio e pareti della planetaria perfettamente pulite vi faranno capire che l’incordatura è avvenuta. Ribaltatelo sull’asse senza infarinare, anche se è leggermente appiccicoso e con l’aiuto di un tarocco: pirlatelo, fatene una bella palla che metterete a riposare per 1 oretta in una ciotola leggermente unta d’olio EVO e coperto con pellicola (o canovaccio umido). Prendiamo poi l’impasto e ribaltiamolo sulla spianatoia infarinata, infariniamolo su tutti i lati e stendiamo un rettangolo, aiutandoci con il mattarello, con uno spessore di 5/6 mm circa. Ricopriamo l’intera superficie con le fette di prosciutto cotto, lasciando pulito solo il bordo superiore (quello opposto a noi, per capirci) per gli ultimi 2 cm, altrimenti non riusciamo a chiuderlo. Ricopriamo il prosciutto con le bietoline, che io ho messo crude poichè erano molto tenere ma voi le potete anche prima scottare in acqua bollente oppure usare quelle surgelate, e completiamo la farcitura con degli straccetti di mozzarella qua e là. Ora lo dobbiamo arrotolare, Con la giusta misura: nè troppo stretto, nè troppo lento. Partiamo dal lato che abbiamo verso di noi e con entrambe le mani iniziamo ad arrotolare la pasta delicatamente fino a chiudere. Posiamo il nostro rotolo al centro di una striscia di pellicola. che ci saremo preparati, chiudiamo a caramella e poniamolo in frigo per 1 oretta, questa operazione ci permetterà di tagliarlo meglio a fette.

10351760_763097273723623_1509292648786672414_n

Passata l’oretta al freddo, prepariamoci due leccarde rivestite di carta forno, preleviamo il nostro rotolo dal frigo, liberiamolo dalla pellicola e con l’aiuto di un coltello grande e liscio tagliamo a fette ogni 2 cm circa, mi raccomando deve essere affilato altrimenti si schiacciano, perdendo la forma. Mettiamo le girelle che abbiamo ottenuto a lievitare fino al raddoppio lasciando dello spazio fra loro per permettere la crescita in lievitazione e lo sviluppo in cottura. Copriamo con pellicola lasciandola morbida, solo appoggiata alle girelle, senza tirare per non rovinarle. Avvenuto il raddoppio, ci vogliono circa 3 ore, accendiamo il forno a 180° statico e mentre aspettiamo che raggiunga la temperatura spennelliamo le girelle con tuorlo e latte. Inforniamo per circa 22/25 minuti, fino a coloritura. Sforniamo le girelle e mettiamole a raffreddare su una gratella.

Facili e carine da morire. Soffici e con un gustoso ripieno, la prossima volta cambio anch’io il ripieno e me le faccio al gusto pizza con tanto origano. 😉 
Vi lascio e vi do appuntamento alla prossima, indicandovi la via per trovarci in giro, cioè sulla nostra pagina FB e nel nostro gruppo “Pasticciando con i Fables dove ci scambiamo consigli, ricette e pasticciamo in compagnia. Eva

10402681_766390260060991_3248005393863520580_n

 Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline Girelle salate con bietoline

Precedente Torta fragole pistacchi e creme brulee Successivo Torta mascarpone fragole e champagne

14 commenti su “Girelle salate con bietoline

  1. Marisa il said:

    Ciao eva ricetta che arriva a fagiolo. Pensa che neanche un’oretta fa mio figlio mi ha chiesto un pan brioche salato, basta con la Nutella ha detto fallo con pomodoro e mozzarella (anche perché a lui piace solo quello non mangia salumi di nessun tipo) e poi ho visto questa fantastica ricetta. Ora però mi chiedo che pomodori metto anche perché cacciano acqua, pelati, polpa passata che mi consigli? Poi proseguo allo stesso modo?

  2. maria il said:

    Ciao, le voglio fare per domani sera, e siccome adesso ho un po’ di tempo le vorrei impastare, che ne dici se procedo come da ricetta fino a fare il rotolo, lo metto in frigo e domani mattina lo taglio e metto le girelle a lievitare?

  3. Elisabetta il said:

    Cara Eva, non potendo mangiare tutti i tipo di formaggio per intolleranza alimentare con cosa potrei sostituire la mozzarella?

  4. maria il said:

    Ciao Eva, le ho provate, adesso sono in forno a cuocere, ma sono venute enormi, si sono allargate tantissimo con solo 2 ore di lievitazione, oltretutto ne sono venute molte più di 10, ne sono 16. speriamo che il sapore sia buono, ti farò sapere

    • Sempreva il said:

      Ciao Maria, forse oggi fa più caldo e la lievitazione è stata accelerata, io ho scritto CIRCA 3 ore… ma sono sempre da considerare i volumi di lievitazione. 😀 Per quanto riguarda le misure, forse il tuo era un rettangolo molto più grande del mio. A me ne sono venute solo 10. 🙂

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.