Gelato alla nocciola ricetta

Gelato alla nocciola

C’era una volta una profonda sensazione, direi più consapevolezza, che vagheggiava in un caldo pomeriggio estivo, di quelli afosi e torridi, che ti tolgono anche la voglia di respirare per non emettere altra aria calda nella stanza: niente ti rinfresca come una coppa di gelato! Quando poi il gelato te lo fai da te, e ti scegli i gusti che preferisci, con materie prime di ottima qualità, tutto naturale, senza coloranti, conservanti, porcherie varie e chi più ne ha più ne metta, insomma, allora davvero ti si allarga un sorriso a trentadue denti, e corri in cucina a prendere il cucchiaino. Ammetto che la mia passione per i gelati non sta al passo con il mio essere blogger, preparo, mangio, ma non faccio a tempo a fare foto e postare ricette. Che volete, il gelato ha la caratteristica di sciogliersi, bisogna essere svelti…a papparselo 😀 comunque almeno i migliori cerco di condividerli con voi, come questo gelato alla nocciola, un grande classico ma che rimane fra i miei preferiti e non diventa mai banale. Quindi visto che fa caldo e si scioglie, non perdo altro tempo, ecco la ricetta.

GELATO ALLA NOCCIOLA

  • 490 gr di latte intero fresco
  • 135 gr di zucchero
  • 13 gr di destrosio
  • 170 gr di panna liquida
  • 35 gr di latte in polvere magro
  • 4 gr di farina di semi di carrube
  • 50 gr di pasta di nocciole

Mescolare gli ingredienti in polvere, e cioè lo zucchero, il latte in polvere, il destrosio e la farina di semi di carrube. Unire il latte e la panna e metterli sul fuoco a scaldare fino ad un lieve bollore, e versare sugli ingredienti in polvere, mescolando con una frusta, fino ad avere una miscela liscia ed omogenea. Rimettere tutto sul fuoco, e portare alla temperatura di 85°C (temperatura di alta pastorizzazione) misurata con un termometro, e ridurre la fiamma per mantenere questa temperatura per almeno due minuti. Tolta dal fuoco, far stemperare un pò di temperatura, e quando è ancora tiepida aggiungervi la pasta di nocciole, mescolare e mixare con un frullatore ad immersione per un paio di minuti. Questa operazione serve ad amalgamare ed emulsionare i componenti.

Traferire la miscela nel frigorifero, e lasciarla maturare qualche ora, meglio ancora se per una notte intera. Poi porre nella gelatiera a mantecare per il tempo necessario, di solito 40-45 minuti. Una volta mantecato riporlo nella vaschetta che useremo per conservarlo, che avremo tenuto in freezer almeno una mezz’ora prima di usarla, così che nel frattempo che la riempiamo il gelato non cominci a sciogliersi. Lasciare in freezer qualche ora prima di servire.

Il gelato è facilissimo da fare, ci vogliono solo poche accortezze e qualche ingrediente difficile da trovare, ma non impossibile, però vi assicuro che la gelateria domestica dà una soddisfazione incredibile, come poche altre cose in cucina riescono a dare. Ovviamente per come la vedo io, e per come lo assaggio io 😛 quindi vi auguro di vivere per sempre felici e contenti, con un cucchiaino di gelato alla nocciola in bocca! Claudio.

E ricordatevi di seguirci sulla nostra Fan Page su Facebook!

Prova_IMG_1148

elato alla nocciola Gelato alla nocciola Gelato alla nocciola Gelato alla nocciola Gelato alla nocciola Gelato alla nocciola Gelato alla nocciola Gelato alla nocciola Gelato alla nocciola 

 

 

8 thoughts on “Gelato alla nocciola ricetta

  1. Ciao sono Antonina
    adoro i gelati ma per esigenze glicemiche vorrei sostituire il saccarosio con fruttosio o maltitolo. Come posso fare?

    • Scusami ma i problemi di salute sono una cosa seria e non me la sento di darti consigli su questo…

  2. come anticipato nel post del gelato fiordilatte, ho provato anche questo alla nocciola, mi si è aperto un mondo, è spettacolare, non ci speravo di ottenere un gelato cosi buono! e sapete cosa mi piace soprattutto? il fatto che sia leggero,che non lasci un senso di pesantezza come capita con la maggior parte dei gelati fatti in casa che hanno come ingredienti panna, zucchero e poco altro. Ora devo assolutamente mettermi alla ricerca della pasta di pistacchio 🙂 grazie grazie grazie

Rispondi